Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Carico fittizio e resistenze.

hi-fi, luci, suoni, effetti speciali, palcoscenici...

Moderatore: Foto UtenteIsidoroKZ

0
voti

[1] Carico fittizio e resistenze.

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 1 mag 2017, 12:32

Buon primo maggio a tutto il forum!
Mi chiedevo se un carico fittizio per testare amplificatori BF dovesse avere resistenze anti induttive oppure no!
Le resistenze corazzate come si devono considerare?

Grazie
Se quello che funziona basta non lo tocca' sennò te lassa!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
13,3k 4 7 10
Master
Master
 
Messaggi: 7029
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[2] Re: Carico fittizio e resistenze.

Messaggioda Foto Utentegammaci » 1 mag 2017, 13:32

Buon primo Maggio!
Il carico dovrebbe essere anti-induttivo. Esistono resistenze corazzate non-induttive non avvolte (vedi ebay). All'atto pratico anche se usi resistenze corazzate standard - meglio se connesse in parallelo - l'induttanza risultante è così piccola da non impensierire l'amplificatore e per giunta con una pseudosimulazione dell'induttanza propria dei cavi ampli-altoparlanti.
O_/

Poi devi considerare che nello sviluppo di un amplificatore audio vi sono altri aspetti da considerare, esempio stabilità e slew rate che vanno verificati su carico con impedenza capacitiva / induttiva dovuta al trasduttore + crossover + cavi + etc. #-o
Da soli conosciamo alcune cose.
In molti ne conosceremo molte di più.
Avatar utente
Foto Utentegammaci
3.838 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1040
Iscritto il: 27 feb 2014, 12:20

0
voti

[3] Re: Carico fittizio e resistenze.

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 1 mag 2017, 13:58

gammaci ha scritto:...meglio se connesse in parallelo...

Ho omesso questo particolare involontariamente!
Grazie e...
gammaci ha scritto:Buon primo Maggio!

...anche a te!
Se quello che funziona basta non lo tocca' sennò te lassa!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
13,3k 4 7 10
Master
Master
 
Messaggi: 7029
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[4] Re: Carico fittizio e resistenze.

Messaggioda Foto UtenteDatman » 2 mag 2017, 13:03

Mah... Le resistenze antiinduttive si usano per i carichi fittizi per trasmettitori. In campo audio, tanto più considerando l'impedenza complessa dei diffusori acustici e la capacità dei cavi di collegamento (che possono essere lunghi diversi metri), la componente reattiva dei resistori è trascurabile. Considera anche che, contrariamente a quanto si possa pensare, l'impedenza di un resistore comune + sempre alquanto complessa: quelli a filo avvolto o a strato metallico o non metallico avvolto dovrebbero, intuitivamente, avere un comportamento induttivo, invece bisogna anche tenere conto della componente capacitiva fra le spire; quelli a impasto, invece, che intuitivamente dovrebbero essere antiinduttivi, in realtà presentano tantissime piccole capacità fra le particelle resistive di cui sono composti, poiché sono a "impasto", cioè materiale resistivo miscelato con materiale isolante. Nell'ARRL Handbook è presente una estesa trattazione con anche grafici dei vari tipi.
Avatar utente
Foto UtenteDatman
60 2
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 10 apr 2017, 22:57

0
voti

[5] Re: Carico fittizio e resistenze.

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 2 mag 2017, 13:15

Datman ha scritto:Mah... Le resistenze antiinduttive si usano per i carichi fittizi per trasmettitori...

E su questo non ci piove ma dovendo realizzare un carico fittizio fine solo a testare amplificatori audio, che tipo di resistenze utilizzeresti?
Se quello che funziona basta non lo tocca' sennò te lassa!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
13,3k 4 7 10
Master
Master
 
Messaggi: 7029
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[6] Re: Carico fittizio e resistenze.

Messaggioda Foto UtenteDatman » 2 mag 2017, 13:45

Userei alcune resistenze corazzate in parallelo, anche allo scopo di distribuire su un'ampia superficie il calore prodotto. Quanto calore viene prodotto, poi, dipende dalla durata delle prove: se devi misurare solo a quanto inizia a tosare, la prova può essere breve; se vuoi, invece, verificare il sistema di raffreddamento dell'amplificatore, devi tenerlo in funzione più a lungo.
Comunque, se è stabile senza carico, un amplificatore non ha problemi a funzionare a vuoto. Se entra in autooscillazione, invece, è pericoloso.
Avatar utente
Foto UtenteDatman
60 2
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 10 apr 2017, 22:57

0
voti

[7] Re: Carico fittizio e resistenze.

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 2 mag 2017, 14:03

Datman ha scritto:...se devi misurare solo a quanto inizia a tosare...

Hai centrato l'obiettivo!
Se quello che funziona basta non lo tocca' sennò te lassa!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
13,3k 4 7 10
Master
Master
 
Messaggi: 7029
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[8] Re: Carico fittizio e resistenze.

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 2 mag 2017, 14:07

Me ne intendo poco, ma:
userei resistenze corazzate a filo, l'induttanza parassita dovrebbe essere trascurabile per frequenza fino a 20-50 kHz. Se sono 100 spire avvolte su supporto ceramico simile all'aria avranno una induttanza di 10 uH con una resistenza di 5- 10 ohm.
Occorrerebbe leggere le caratteristiche tecniche delle resistenze, o misurarne l'induttanza.
Resistenze collegate indifferentemente in serie o in parallelo, dipende dai valori, dalla resistenza complessiva voluta e dalla potenza da dissipare. O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
11,6k 5 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 6310
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[9] Re: Carico fittizio e resistenze.

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 2 mag 2017, 14:09

Interessante!
Se quello che funziona basta non lo tocca' sennò te lassa!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
13,3k 4 7 10
Master
Master
 
Messaggi: 7029
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[10] Re: Carico fittizio e resistenze.

Messaggioda Foto UtenteDatman » 2 mag 2017, 14:52

Avatar utente
Foto UtenteDatman
60 2
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 10 apr 2017, 22:57

Prossimo

Torna a Elettronica e spettacolo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti