Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

eddy current

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ

0
voti

[1] eddy current

Messaggioda Foto Utentemravera » 22 lug 2018, 0:16

Salve a tutti e ben trovati, ho scoperto che sono iscritto al forum da ben 5 anni.
Ho una domanda da fare agli esperti ed è una mia curiosità.
Primo: è possibile eliminare completamente la corrente parassita la nucleo delle bobine?
Secondo: se si realizzasse tale eliminazione, è possibile brevettare l'oggetto? Sarebbe utile?
Grazie per l'attenzione
Avatar utente
Foto Utentemravera
0 2
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 16 ott 2013, 17:29

5
voti

[2] Re: eddy current

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 22 lug 2018, 7:47

Qualche cosa per ridurre (non eliminare completamente) le correnti parassiti dai nuclei magnetici si fa già.

Ad esempio si usano nuclei con i lamierini, che sono isolati fra di loro, oppure nucleo fatto da un nastro metallico di materiale magnetico avvolto. Altra famiglia di soluzioni sono i nuclei magnetici a bassa conducibilità elettrica, quindi ferriti e polveri magnetiche. Le ferriti sono delle ceramiche, le polveri, come suggerisce il nome, sono granuli di materiali magnetici in una matrice di resina isolante.

Le correnti parassite ci sono anche nel rame degli avvolgimenti, qui si usa ad esempio filo litz oppure conduttori a bandella al posto del normale conduttore a sezione circolare. Inoltre si dispongono gli avvolgimenti interlacciati per evitare perdite per effetto di multistrato.

E adesso la risposta alla tua domanda: un modo per eliminare completamente le correnti parassite sarebbe brevettabile, utilissimo e probabilmente ci faresti anche parecchi soldi!
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
102,8k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18309
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[3] Re: eddy current

Messaggioda Foto Utentemravera » 22 lug 2018, 19:29

Grazie Isidoro per la tua risposta e per la tua competenza.
Ho voluto avere il parere di una persona, per cosi dire. addetta ai lavori.
Ho fatto un sito web, e mi farebbe piacere se vai a visionarlo, per avere ancora una volte la tua opinione.

http://mauro-ravera.wixsite.com/coming-soon-launch-l

A presto
Avatar utente
Foto Utentemravera
0 2
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 16 ott 2013, 17:29

4
voti

[4] Re: eddy current

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 22 lug 2018, 21:18

Non ci sono ancora dettagli tecnici, quindi non si può dire molto. Hai fatto delle misure su prototipi?
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
102,8k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18309
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[5] Re: eddy current

Messaggioda Foto Utentemravera » 22 lug 2018, 23:13

Ho fatto dei test su diverse bobine e anche su un trasformatore e i risultati mi danno sempre, anche se piccolo, un incremento di corrente che si spiega solamente con un apporto della corrente parassita.

C'è ancora un test che non ho potuto fare, ed è quello di immettere nel trasformatore un corrente superiore a quella dei 50 hertz della rete, perché con gli hertz a 100 o superiori, si dovrebbe aumentare la corrente parassita.
Sei d'accordo?
Fammi sapere…..
Grazie per il tuo tempo
Avatar utente
Foto Utentemravera
0 2
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 16 ott 2013, 17:29

2
voti

[6] Re: eddy current

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 22 lug 2018, 23:18

Le correnti parassite nel nucleo aumentano con il quadrato della frequenza. Fai pero` attenzione che la misura delle perdite nei nuclei e` difficile, ci sono svariati effetti e limitazioni degli strumenti che possono falsare la misura.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
102,8k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18309
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[7] Re: eddy current

Messaggioda Foto Utentemravera » 23 lug 2018, 0:13

Grazie ancora, come posso aumentare gli hertz della rete? Con un frequenziometro? Altro?
Avatar utente
Foto Utentemravera
0 2
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 16 ott 2013, 17:29

4
voti

[8] Re: eddy current

Messaggioda Foto Utentedimaios » 23 lug 2018, 6:48

mravera ha scritto:Grazie ancora, come posso aumentare gli hertz della rete? Con un frequenziometro? Altro?


La seconda.
Ingegneria : alternativa intelligente alla droga.
Avatar utente
Foto Utentedimaios
28,4k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3174
Iscritto il: 24 ago 2010, 14:12
Località: Behind the scenes

0
voti

[9] Re: eddy current

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 23 lug 2018, 11:37

Proverei forse con un inverter per motori elettrici :roll: ... ma per curiosità, in che modo riduci l'intensità delle correnti parassite nel nucleo, misurandole e iniettando nel nucleo correnti uguali e contrarie ?
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
13,9k 4 6 9
Master
Master
 
Messaggi: 9580
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

1
voti

[10] Re: eddy current

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 23 lug 2018, 13:17

claudiocedrone ha scritto:misurandole e iniettando nel nucleo correnti uguali e contrarie ?

spero proprio di no.
Anche io in inverno sono capace di fare del ghiaccio senza spendere energia...
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
75,5k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8987
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot], Majestic-12 [Bot] e 28 ospiti