Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

elettroventola

Allestimenti, motori, impianti elettrici ed elettronici sulle automobili
0
voti

[1] elettroventola

Messaggioda Foto UtenteROSATSTEFAN » 11 apr 2019, 18:22

Buongiorno a tutti ,premetto che non ho esperienza particolare in campo elettrico faccio tutt' altro mestiere. Tuttavia poiché possiedo un auto d' epoca , il sabato e domenica mi diverto a fare qualche lavoretto come passatempo . Ho comprato quest' auto 2 anni fa. E' un' Austin Healey del 1959 . Ho notato dopo qualche tempo che sull' auto era stata montata un' elettroventola supplementare che io però in due anni non ho mai sentito partire . Circa 10 giorni fa ho portato l' auto dal meccanico per ripulire la pompa della benzina che ogni tanto si bloccava . Quando sono andato a riprendere l' auto dopo appena un kilometro e quindi con motore freddo ho sentito la ventola in funzione e non si è più spenta , quantunque la temperatura dell' acqua fosse bassa , fin quando sono arrivato in garage . Ho aperto il cofano e ho dovuto togliere il coperchio del relè per farla spegnere , poi ho visto che come rimetto il coperchio la ventola riparte pur provando con un mini cacciavite a regolare la partenza girando una piccolissima vite accanto al relè . Preciso che non vi sono interruttori di sorta per azionare la ventola . Come posso quindi risolvere il problema ? Sostituire il rele? Grazie e saluti Stefano
Avatar utente
Foto UtenteROSATSTEFAN
0 2
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 10 apr 2019, 17:27

0
voti

[2] Re: elettroventola

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 12 apr 2019, 16:14

pur non avendo idea di che ventola sia, (potrei supporre che fosse per il radiatore), sarei certo di controllare per prima cosa il termostato che aziona il relè.

saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
2.146 2 7 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2418
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

0
voti

[3] Re: elettroventola

Messaggioda Foto UtenteDucelier » 12 apr 2019, 20:45

Bisogna verificare il primis il relè che non abbia i contatti incollati ed in seguito il termo contatto che non sia bloccato. Adesso ad onor del vero non conosco l impianto elettrico della vettura in questione,per cui per darti una risposta più precisa devo avere altri dati.Se ti va metti delle foto del relè e dei collegamenti.Una prova che puoi fare e sostituire il relè.
Avatar utente
Foto UtenteDucelier
300 2 4
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 477
Iscritto il: 27 nov 2011, 20:32
Località: Pavia

0
voti

[4] Re: elettroventola

Messaggioda Foto UtenteROSATSTEFAN » 15 apr 2019, 12:38

Ringrazio e comunque provvedo a fare una foto del relè e dei collegamenti che invierò appena possibile perché l' auto è in un garage lontano da casa . Saluti Stefano
Avatar utente
Foto UtenteROSATSTEFAN
0 2
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 10 apr 2019, 17:27

0
voti

[5] Re: elettroventola

Messaggioda Foto UtenteNSE » 15 apr 2019, 12:54

Dovresti capire in ordine:
a) come funziona un motore
b) come funziona quel motore li
c) come mai è stato modificato quel motore li.

Si narra un aneddoto (per darti un esempio di come il tuning possa essere dannoso).

Il raffreddamento ad aria delle vecchia 500 era calcolato in maniera tale, che un tale di flusso d'aria fosse obbligato a passare dal motore, dato dalla sagoma della vettura.

Poi qualche "ganzo" ha pensato bene di montarci uno spoiler sul posteriore, impedendo il corretto passaggio del flusso d'aria (e questa non era la trasformazione abarth).
Risultato: motore fuso!
Solito discorso per chi teneva il cofano posteriore aperto.

Veniamo a questo caso.

Un motore funziona bene, se funziona a temperatura costante.
Attualmente nei motori ci sono:
a) valvola termostatica, che fa circolare il fluido solo sul motore (e non sul radiatore), per evitare sovraraffeddamento alla partenza e/o con temperature rigide.
b) la ventola del radiatore, che raffredda il fluido per mantenere la temperatura al di sotto di un tot.

Un qualsiasi elemento aggiuntivo deve tenere conto di questa logica.

La tua macchina è del 59, forse è ancora a circuito aperto (mi pare chi il circuito chiuso fu introdotto nel 61 con la R4, ma forse per le auto di massa), dovresti capire bene il perché di quell'aggiunta, altrimenti corri il rischio di fare peggio che meglio.
Altrove. .Volutamente Anonimo
Avatar utente
Foto UtenteNSE
1.676 3 6
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 470
Iscritto il: 30 nov 2014, 18:25

0
voti

[6] Re: elettroventola

Messaggioda Foto UtenteROSATSTEFAN » 15 apr 2019, 19:00

La risposta è molto banale , ma credo che colga nel segno . La mia auto è una spider inglese del 1959 . Il motore 2639cc all' epoca costruito per climi freddi (Inghilterra), tendeva a scaldare se l' auto circolava nel nostro paese noto per le alte temperature estive . L' auto è stata completamente restaurata e giustamente e prudentemente è stata montata una ventola supplementare della Kenlowe per aumentare il raffreddamento in caso di necessità . Questa ventola, che ripeto è un semplice accessorio che viene oggi montato su tutte le vecchie auto inglesi, io non la avevo mai sentita in funzione, ciònondimeno il motore non ha mai scaldato eccessivamente e la temperatura dell' acqua anche in città con il gran caldo non è mai salita oltre il limite . Il resto lo sapete già ........
Avatar utente
Foto UtenteROSATSTEFAN
0 2
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 10 apr 2019, 17:27

0
voti

[7] Re: elettroventola

Messaggioda Foto Utentemir » 15 apr 2019, 19:23

ROSATSTEFAN ha scritto:io non la avevo mai sentita in funzione, ciònondimeno il motore non ha mai scaldato eccessivamente e la temperatura dell' acqua anche in città con il gran caldo non è mai salita oltre il limite .

Considerando che non hai mai visto/sentito la ventola in funzione, e considerando che il suo compito è, o meglio dovrebbe essere, quello di fornire un supplementare raffredddamento al motore, anche se scontato, io sarei dell'avviso di far seguire l'intervento da un elettrauto, magari potrebbe veramente essere necessario che la ventola si attivi, non è detto che ci sia un guasto nel suo circuito di comando, credo che il primo compito sia quello di salvaguardare il motore, perciò un'occhio§/mano esperta non guasterebbe.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
59,6k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20074
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10


Torna a Autovetture, motori endotermici ed elettronica relativa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti