Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

schema elettrico PL:d e PL:c

L'iter relativo alla marcatura CE e problemi connessi.

Moderatore: Foto UtenteGuerra

0
voti

[1] schema elettrico PL:d e PL:c

Messaggioda Foto UtenteIngMar » 9 mag 2019, 22:44

Salve a tutti, vorrei esporre un quesito.
Che differenza vi è in uno schema di un azionamento con indice di prestazione PL=d e in uno PL=c? Per esempio riguardo a un invertitore di marcia? Grazie in anticipo. O_/
Avatar utente
Foto UtenteIngMar
10 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 165
Iscritto il: 11 giu 2017, 11:05

0
voti

[2] Re: schema elettrico PL:d e PL:c

Messaggioda Foto Utentemir » 9 mag 2019, 23:12

Se non ho interpretato male la domanda: a pagina 10 di questo pdf : I sIstemI di comando delle macchIne secondo le norme EN ISO 13849-1 e EN ISO 13849-2
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
59,5k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20041
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[3] Re: schema elettrico PL:d e PL:c

Messaggioda Foto UtenteIngMar » 10 mag 2019, 19:12

sisi esatto era proprio questo.
Per identificare lo schema PL=d o PL=c, quali sono i componenti da usare, la tipologia di schema e se varia l uno dall'altro. Per esempio: un avviatore diretto DOL con senso unico di marcia, cosa cambia nel PLd e nel PLc?
Avatar utente
Foto UtenteIngMar
10 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 165
Iscritto il: 11 giu 2017, 11:05

0
voti

[4] Re: schema elettrico PL:d e PL:c

Messaggioda Foto Utentemir » 10 mag 2019, 20:07

Per quanto riguarda il livello di prestazione PL di un inverter definito da cinque intervalli indicati dalle lettere a..e è meglio illustrato nel pdf che ti ho postato; se invece come mi sembra di capire, ti interessa indicarlo nel simbolo dell'inverter in questione, direi che per quanto mi risulta, le caratteristiche di un inverter si evincono principalmente dal suo codice seriale, che ogni costruttore adotta. Il simbolo utilizzato negli schemi elettrici rappresenta il cablaggio unifilare dell'inverter con il resto dei componenti.
Pertanto immagino che dovresti considerare una casa costruttrice e vedere come intepretare il codice dei loro prodotti,dove potresti trovare nella specifica di un modello ad esempio l'indicazione .. Categoria 3 (EN 954-1) / PL “d” (ISO 13849-1).
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
59,5k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20041
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[5] Re: schema elettrico PL:d e PL:c

Messaggioda Foto UtenteIngMar » 11 mag 2019, 13:14

Quindi la differenza schematica è solamente dettata dal tipo ( alias articolo) di componente acquistato e utilizzato
Avatar utente
Foto UtenteIngMar
10 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 165
Iscritto il: 11 giu 2017, 11:05

0
voti

[6] Re: schema elettrico PL:d e PL:c

Messaggioda Foto Utentemir » 11 mag 2019, 18:22

IngMar ha scritto:Quindi la differenza schematica è..

Devo essermi espresso male.
Per quanto mi risulta lo schema elettrico di un sistema di automazione, quando riporta la rappresentazione di un inverter, si limita a fornire i collegamenti che l'unità ha relativamente al suo circuito di potenza, ed ai suoi comandi e/o funzioni di feedback, ed oltre alle numerazioni dei conduttori e qualche riferimento schematico essenziale (potenza, assorbimento, tensione, frequenza), non fornisce altre informazioni sulla macchina, per la quale si dovrà fare riferimento al foglio/legenda di specifica dove reperire il modello dell'inverter e risalire alle specifiche tecniche.
Non saprei aggiungere altro.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
59,5k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20041
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10


Torna a Direttiva Macchine

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti