Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Amplificatore JLH (Linsley Hood) del 1969

hi-fi, luci, suoni, effetti speciali, palcoscenici...

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtentePaolino

0
voti

[41] Re: Amplificatore JLH (Linsley Hood) del 1969

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 25 ago 2019, 19:45

Io invece ho fatto altre due prove: la prima (di cui sotto si vede l'oscillogramma) in cui, sul carico minimo, è stato retroazionato localmente Q1 (trasformandolo da uno stadio a transconduttanza in uno a transresistenza) e il bootstrap è stato sostituito con un generatore di corrente.

Schermata 2019-08-25 alle 19.13.29.png


Il responso è molto più lineare (per evidenziarlo meglio, dopo aver soppresso le componenti continue, ho invertito la fase di una delle due correnti per mostrare come la corrente di uscita sia la differenza esatta tra le correnti che scorrono nei finali). Quello che non si spiega non è solo l'asimmetria delle correnti che scorrono nei transistori ma anche il loro abnorme valore rispetto alla corrente utile che scorre nel carico.

In un'altra prova, fatta sostituendo lo stadio di uscita con un genuino push-pull complementare, è saltata fuori un'altra sorpresa: CONTINUA AD ESISTERE una asimmetria tra le variazioni di corrente nei finali e un "giro" di correnti sui finali che, pur in misura minore, sono comunque eccedenti alle variazioni richieste dal carico (che naturalmente si prende solo quanto gli serve, lasciando il resto a far scaldare i finali - di quest'ultima situazione non mi son ricordato di salvare l'oscillogramma; se occorre lo rifaccio ma non è immediato).

Delle due l'una: o LTSPICE mi sta prendendo in giro (già successo) oppure entra in azione un altro meccanismo che forse non c'entra nulla con la tipologia dello stadio di uscita.

Nel mio caso la retroazione generale è sempre presente.
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,8k 6 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 5951
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[42] Re: Amplificatore JLH (Linsley Hood) del 1969

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 25 ago 2019, 20:04

Ho provato a simulare il circuito completo aggiungendo il transistor di ingresso, quindi chiudendo l'anello, sia con un carico di 100 ohm che con un carico di 8 ohm, ecco i risultati.

In entrambi i casi l'oscillogramma in alto visualizza l'andamento delle correnti nei transistor finali e quello in basso la tensione sul carico.

Il rapporto di conversione V/I delle sonde di corrente è 1/1

Tensione+corrente 100 ohm.png


Tensione+corrente 8 ohm.png


A me pare sia tutto regolare e soprattutto appare evidente che i due transistor finali si comportano simmetricamente nei confronti del carico.
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
32,3k 7 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6243
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

0
voti

[43] Re: Amplificatore JLH (Linsley Hood) del 1969

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 25 ago 2019, 20:05

Schema e risultato della seconda prova:

Schermata 2019-08-25 alle 19.50.29.png


Schermata 2019-08-25 alle 19.48.36.png
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,8k 6 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 5951
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[44] Re: Amplificatore JLH (Linsley Hood) del 1969

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 25 ago 2019, 20:09

BrunoValente ha scritto:A me pare sia tutto regolare e soprattutto appare evidente che i due transistor finali si comportano simmetricamente nei confronti del carico.


A me le cose continuano ad andare diversamente. Non so proprio che dirti, mi spiace...
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,8k 6 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 5951
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[45] Re: Amplificatore JLH (Linsley Hood) del 1969

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 25 ago 2019, 20:11

Prova a ridurre la corrente a riposo nei finali
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
32,3k 7 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6243
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

0
voti

[46] Re: Amplificatore JLH (Linsley Hood) del 1969

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 25 ago 2019, 20:34

BrunoValente ha scritto:Prova a ridurre la corrente a riposo nei finali


Già tentato. Non cambia niente di sostanziale.
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,8k 6 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 5951
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[47] Re: Amplificatore JLH (Linsley Hood) del 1969

Messaggioda Foto UtenteDarwinNE » 25 ago 2019, 23:46

Foto UtentePiercarlo, è possibile che mi ci andrà un po' di tempo, ma posso provare a simulare il circuito con LTspice per vedere che succede. Puoi mettere il file che così parto da quello che hai fatto tu?
Follow FidoCadJ development on Twitter: https://twitter.com/davbucci
Avatar utente
Foto UtenteDarwinNE
25,3k 5 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3562
Iscritto il: 18 apr 2010, 9:32
Località: Grenoble - France

0
voti

[48] Re: Amplificatore JLH (Linsley Hood) del 1969

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 25 ago 2019, 23:59

Ok, raccolgo il materiale e lo zippo per caricarlo qua. Intanto eventualmente aggiorna LTSPICE all'ultima versione! :ok:
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,8k 6 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 5951
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

2
voti

[49] Re: Amplificatore JLH (Linsley Hood) del 1969

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 26 ago 2019, 0:19

In allegato. Dovrebbe essere tutto autoevidente (spero).

Dimenticavo: il file "JLH1969 - LOAD 8R.asc" è un po' da ripristinare: occorre rimettere il carico in uscita a 8 ohm e togliere la retroazione locale C-B su Q1

JLH-LTSPICE.zip
(3.17 KiB) Scaricato 6 volte


Poi fammi sapere qualcosa, sopratutto le canne che ho preso: ormai sono cotto da sto JLH! :oops:
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,8k 6 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 5951
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[50] Re: Amplificatore JLH (Linsley Hood) del 1969

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 26 ago 2019, 12:07

Proprio per fugare ogni dubbio sul funzionamento simmetrico dei finali e sul fatto che eventuali discrepanze rispetto alle previsioni non possono che essere imputabili alla non idealità dei componenti, qui di seguito faccio vedere come si comporta il circuito originale completo dove tutti i transistor sono stati sostituiti dai loro modelli ideali. I transistor di potenza hanno un beta di 60, gli altri di 150.

Come si può notare ovviamente sparisce ogni distorsione ma la cosa indiscutibile è che il funzionamento dei finali diventa perfettamente simmetrico con un valore di 600mA della corrente a riposo: significa indiscutibilmente che il transistor di sopra, nonostante possa sembrare un inseguitore di emettitore, quindi un generatore di tensione, invece si comporta da perfetto generatore di corrente come quello di sotto per i motivi ampiamente spiegati sopra.

Con impedenza di carico di 8 ohm:
Ideale tensione+corrente 8 ohm.png


Con impedenza di carico di 100 ohm:
Ideale tensione+corrente 100 ohm.png
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
32,3k 7 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6243
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica e spettacolo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 3 ospiti