Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Azionamento motore cc

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[1] Azionamento motore cc

Messaggioda Foto UtenteSte994 » 2 set 2019, 14:08

Buongiorno,
Sto cercando di sviluppare un sistema per azionare un motoriduttore elettrico 10-18V in entrambi i sensi di rotazione senza l’ausilio di centraline elettroniche. In breve ho risposto 4 relè per l’attuazione del motore dei due sensi di rotazione e due pulsanti per l’ azionamento. Il sisi tema è alimentato da una batteria lipo 4s 14.4v
Ho il seguente problema/dubbio ad oggi:
Il motore si brucia per qualche causa a me sconosciuta, a volte subito a volte dopo un bel po'.
Il motore è collegato ad un asta e compie movimenti di 45 gradi venendo bloccato meccanicamente, non c’è la possibilità di inserire un fine corsa elettronico. Penso che quando viene dato un colpo con il pulsante nel momento in cui viene bloccato assorba una corrente pari a quella di stallo andando a sovraccaricare tutto l’impianto con conseguente surriscaldamento e rottura del motore. A questo si aggiunge la possibilità che si generi un arco elettrico che mantiene alimentato il motore portandolo a rottura.

Mi chiedo quindi se sia possibile ridurre il problema dell’arco elettrico e/o disturbi dovuti all’utilizzo impulsivo del sistema, e se e come è possibile “temporizzare” l’impulso per esempio con l’utilizzo di un condensatore di capacità calibrata al fine di impedire il
Sovraccarico e il surriscaldamento quando gli impulsi sono ripetuti e a distanza di 1/4 di secondo l’uno dall’altro.

Se servono dati chiedete pure

Grazie e buona giornata a tutti
Avatar utente
Foto UtenteSte994
0 2
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 25 ago 2019, 13:29

0
voti

[2] Re: Azionamento motore cc

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 2 set 2019, 14:10

I primi risultati ottenuti dovrebbero farti capire che non si può pilotare un motore solo con relè e pulsanti ;-)
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,6k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7591
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[3] Re: Azionamento motore cc

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 2 set 2019, 14:39

Sono poco esperto in azionamenti, ma qualcosa conosco.

Non hai comunicato la potenza nominale e la velocità, e magari la corrente assorbita alla potenza/velocità nominale, e la corrente in condizioni di stallo, o la resistenza di armatura.

Concordo che non si può pilotare un motore solo con relè e pulsanti, almeno inserire un resistore in serie all'avviamento, o magari lasciarlo sempre inserito anche se limita la coppia erogata.
Vuoi avere un azionamento sicuro, semplice ma lento, o complesso e con grandi prestazioni ?

Mettere un sensore termico sul motore che si apre per sovratemperatura?

Ci dovrebbero essere schedine cinesi di azionatori con l'integrato L292 della STMicrolelectronics,
hanno già la protezione con limitazione di corrente, ma ne so poco, mai usate.

A voler fare le cose bene, ogni alternativa deve venire ben valutata. O_/

O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
6.332 4 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2531
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[4] Re: Azionamento motore cc

Messaggioda Foto Utentesetteali » 2 set 2019, 15:13

Sarebbe anche interessante sapere come hai realizzato il circuito, 4 relè mi sembrano eccessivi per un controllo di inversione di polarità.
Potresti postare lo schema ed il tipo di relè che hai utilizzato?
Oltre ai dati che ti hanno già chiesto!
Alex
<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
5.486 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 2993
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[5] Re: Azionamento motore cc

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 2 set 2019, 15:14

In pratica si può azionare un motore con un circuito cablato impiegando relè e pulsanti, se funziona e come funziona dipende però dal tipo di motore e dall'applicazione, quindi anche dalla meccanica interessata.

@Ste994, la prima cosa che potresti fare è riportare lo schema elettrico da te realizzato per controllare il motore (usare FidoCadJ ).
Poi, magari spiegare quale sarebbe il ciclo di funzionamento o le manovre che l'operatore compie(essendo manovrato a pulsanti), questo aspetto non m'è parso chiaro.

Comunque, vi possono essere situazioni particolari, però mi pare strano che non possiate inventarvi qualcosa che svolga la funzione di fine corsa; non potete, per esempio, lavorare all'altezza del punto di giunzione dell'asse del motore ?

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
22,2k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6443
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[6] Re: Azionamento motore cc

Messaggioda Foto UtenteSte994 » 2 set 2019, 16:04

Per quanto riguarda il funzionamento:
Abbiamo per la precisione 3 relè dei quali due di inversione e uno di attivazione. I pulsanti comandano uno 2 relè e l’altro un relè.
Il motore serve per muovere un asta in moto lineare per premere Due pistoncini con una certa forza. Il tutto parte dalla pressione da parte di un esecutore di uno dei due pulsanti, a questo punto si attiveranno o la copia di relè o un solo relè. Il motore compierà una rotazione di 45 gradi in senso orario o antiorario, e una volta bloccato dal punto di vista meccanico (pistoncino tutto compresso) una molla di ritorno riporterà l’asta al centro. Come dicevo prima questo ciclo può essere ripetuto più volte anche all’interno di un solo ciclo ottenendo disturbi vari dovuti all’utilizzo di carichi induttivi e cicli impulsivi. Il tutto porta a lungo o breve termine al surriscaldamento e la fusione dell’isolante del motore.
Pretto che non posso usare centrine quindi microcontrollori e che non posso inserire finecorsa elettromeccanici per questioni di spazio vorrei sapere se qualcuno ha consigli su come modificare l’impianto per poter preservare il motore.

Allego schema elettrico e dati motore.
Allegati
FEBA294E-4604-4E69-AAD0-1CBE485D49DB.jpeg
Schema elettrico
1CD50D14-7C50-4A09-BA5B-DD729390EA80.jpeg
Dati motore
Avatar utente
Foto UtenteSte994
0 2
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 25 ago 2019, 13:29

0
voti

[7] Re: Azionamento motore cc

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 2 set 2019, 16:09

"non puoi"?

Io direi che non devi usare batterie al litio senza controllo, le correnti elevati che hai già avuto modo di verificare possono generare pericoli di incendio, a seconda della chimica usata.

Non siamo negli anni 70, dovresti spiegare perché non puoi usare un minimo di elettronica ma puoi usare dei relè più costosi e ingombranti...
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,6k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7591
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[8] Re: Azionamento motore cc

Messaggioda Foto Utentebrabus » 2 set 2019, 16:16

Una rotazione di soli 45 gradi porta a pensare che il motore non abbia alcuna possibilità di generare alcuna forza controelettromotrice. La tensione di alimentazione si traduce quindi in una corrente pressoché identica a quella di cortocircuito (calcolabile come rapporto fra tensione di alimentazione e resistenza in DC ai morsetti del motore). Non è un mistero che il motore fonda, sarebbe stupefacente il contrario.

Qui non ci sono controller o inverter che tengano: per un azionamento del genere è altamente sconsigliato usare un motore c.c.a spazzole.

Per spostamenti angolari così contenuti, volendo mantenere la semplicità del controllo, io mi orienterei verso un azionamento con riduttore, o in alternativa un elettromagnete (vedi azionamento tipo flipper).
Alberto.
Avatar utente
Foto Utentebrabus
18,6k 3 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2606
Iscritto il: 26 gen 2009, 15:16

0
voti

[9] Re: Azionamento motore cc

Messaggioda Foto UtenteSte994 » 2 set 2019, 16:24

richiurci ha scritto:"non puoi"?

Io direi che non devi usare batterie al litio senza controllo, le correnti elevati che hai già avuto modo di verificare possono generare pericoli di incendio, a seconda della chimica usata.

Non siamo negli anni 70, dovresti spiegare perché non puoi usare un minimo di elettronica ma puoi usare dei relè più costosi e ingombranti...



Per quanto riguarda l’uso dei relè è una prerogativa di progetto. Trattasi di un macchinario più grande di cui un elemento è questo e non posso stravolgerne il funzionamento. Altra limitazione è lo spazio, il tutto è molto incastrato. Il motore a spazzole è abbinato ad un riduttore con i= 1:20

Vi aggiorno su un test fatto oggi stesso: la corrente massima assorbita in uso sotto stress risulta essere pari a 18A. Difatti applicando sulla linea di alimentazione un fusibile da 20A lo stesso rimane integro durante l’utilizzo e si brucia (come giusto che sia) in caso di azionamento prolungato involontario.
Avatar utente
Foto UtenteSte994
0 2
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 25 ago 2019, 13:29

0
voti

[10] Re: Azionamento motore cc

Messaggioda Foto UtenteSte994 » 2 set 2019, 16:26

Preciso: i relè sono comuni relè 30A 12v a 5 pin come quelli che si possono trovare nelle moto/auto.
Avatar utente
Foto UtenteSte994
0 2
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 25 ago 2019, 13:29

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 18 ospiti