Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Messa a terra Gruppo elettrogeno e sistemi di distribuzione

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentelillo, Foto UtenteMike

0
voti

[21] Re: Messa a terra Gruppo elettrogeno e sistemi di distribuzi

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 30 gen 2023, 14:49

Molto lieto di rileggerti Foto UtenteMike, spero che riprenderai i tuoi interventi con la vecchia frequenza.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
12,5k 4 5 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 4952
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

1
voti

[22] Re: Messa a terra Gruppo elettrogeno e sistemi di distribuzi

Messaggioda Foto UtenteMike » 30 gen 2023, 15:52

Goofy ha scritto:Molto lieto di rileggerti Foto UtenteMike, spero che riprenderai i tuoi interventi con la vecchia frequenza.


Grazie Foto UtenteGoofy guardo solo al presente, al qui e ora, per cui, adesso è così :mrgreen:
--
Michele Lysander Guetta
--
"Non pensare mai al dolore, al pericolo o ai nemici un momento più lungo del necessario per combatterli." — Ayn Rand
Avatar utente
Foto UtenteMike
54,0k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 15713
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[23] Re: Messa a terra Gruppo elettrogeno e sistemi di distribuzi

Messaggioda Foto UtenteMike » 30 gen 2023, 15:54

lillo ha scritto:ciao Foto UtenteMike,
concordo su quello che dici, ma dalla mia piccola esperienza:
le impedenze interne dei GE sono elevate rispetto a quella misurabile su un impianto collegato alla rete.
spesso (sempre, in base ai miei precedenti) il coordinamento con soli interruttori a sovracorrente non è fattibile.


Corretto, però puoi risolvere il problema con curva B o usando protezioni di guasto verso terra che garantiscono lo stesso risultato ma senza le problematiche dei differenziali. Chiaramente mi riferisco a situazioni dove la continuità di servizio è indispensabile, per esempio: concerti.
--
Michele Lysander Guetta
--
"Non pensare mai al dolore, al pericolo o ai nemici un momento più lungo del necessario per combatterli." — Ayn Rand
Avatar utente
Foto UtenteMike
54,0k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 15713
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[24] Re: Messa a terra Gruppo elettrogeno e sistemi di distribuzi

Messaggioda Foto UtenteSediciAmpere » 30 gen 2023, 16:58

Mike ha scritto:Il senso è quello di realizzare un sistema di distribuzione TN-S dove il guasto verso terra si chiude nel rame per cui è sufficiente la protezione magnetica o di guasto a terra e quindi evitare un differenziale che può intervenire intempestivamente.

Bentornato Mike!!!
Quindi tu mi consigli di realizzare il sistema di distribuzione 1 ?
Avatar utente
Foto UtenteSediciAmpere
3.473 4 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 4021
Iscritto il: 31 ott 2013, 15:00

2
voti

[25] Re: Messa a terra Gruppo elettrogeno e sistemi di distribuzi

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 30 gen 2023, 17:57

Mike ha scritto:uardo solo al presente, al qui e ora, per cui, adesso è così :mrgreen:

Sempre in movimento è il futuro!
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
12,5k 4 5 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 4952
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[26] Re: Messa a terra Gruppo elettrogeno e sistemi di distribuzi

Messaggioda Foto UtenteSediciAmpere » 31 gen 2023, 1:29

Mike ha scritto:Il senso è quello di realizzare un sistema di distribuzione TN-S dove il guasto verso terra si chiude nel rame

Condizione che si può verificare solamente nel caso di guasto all'interno del quadro e solo se il quadro è metallico.
Se un'automobile schiacciasse i cavi nel tratto generatore-quadro, e danneggiasse l'isolamento, il guasto non si richiuderebbe nel rame.
Avatar utente
Foto UtenteSediciAmpere
3.473 4 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 4021
Iscritto il: 31 ott 2013, 15:00

1
voti

[27] Re: Messa a terra Gruppo elettrogeno e sistemi di distribuzi

Messaggioda Foto UtenteMike » 31 gen 2023, 10:50

SediciAmpere ha scritto:Condizione che si può verificare solamente nel caso di guasto all'interno del quadro e solo se il quadro è metallico.
Se un'automobile schiacciasse i cavi nel tratto generatore-quadro, e danneggiasse l'isolamento, il guasto non si richiuderebbe nel rame.


Rischio previsto dal normatore, infatti le condutture vanno protette dai danneggiamenti meccanici.
--
Michele Lysander Guetta
--
"Non pensare mai al dolore, al pericolo o ai nemici un momento più lungo del necessario per combatterli." — Ayn Rand
Avatar utente
Foto UtenteMike
54,0k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 15713
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[28] Re: Messa a terra Gruppo elettrogeno e sistemi di distribuzi

Messaggioda Foto UtenteMike » 31 gen 2023, 10:52

SediciAmpere ha scritto:Quindi tu mi consigli di realizzare il sistema di distribuzione 1 ?


Sì, se per 1 intendi TN-S :lol:
--
Michele Lysander Guetta
--
"Non pensare mai al dolore, al pericolo o ai nemici un momento più lungo del necessario per combatterli." — Ayn Rand
Avatar utente
Foto UtenteMike
54,0k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 15713
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[29] Re: Messa a terra Gruppo elettrogeno e sistemi di distribuzi

Messaggioda Foto UtenteSediciAmpere » 31 gen 2023, 14:54

Grazie!
Avatar utente
Foto UtenteSediciAmpere
3.473 4 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 4021
Iscritto il: 31 ott 2013, 15:00

Precedente

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 63 ospiti