Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

come utilizzare la 220 V per accendere luci, motorini ecc.

hi-fi, luci, suoni, effetti speciali, palcoscenici...

Moderatore: Foto UtenteIsidoroKZ

0
voti

[11] Re: come utilizzare la 220 V per accendere luci, motorini ec

Messaggioda Foto UtenteGabryZ » 21 feb 2024, 9:08

setteali ha scritto:Prova a riproporre la domanda su un solo argomento, tanto per cominciare, ad esempio come alimentare un motoino che hai. dicendo le caratteristiche che conosci e quello che ci vorresti realizzare. Indicando anche che tipo di strumenti hai .

Ha pienamente ragione. Vorrei realizzare un piccolo presepe ma fatto quasi interamente da me. I motorini servono a far muovere i personaggi (so che li vendono su internet già belli pronti, ma perché non provarci da soli?) e al posto delle luci vorrei mettere led nei punti giusti. Tutto ciò attaccato alla corrente e non a delle batterie, semplicemente per comodità.
Avatar utente
Foto UtenteGabryZ
15 2
 
Messaggi: 16
Iscritto il: 14 feb 2024, 14:17

0
voti

[12] Re: come utilizzare la 220 V per accendere luci, motorini ec

Messaggioda Foto UtenteGabryZ » 21 feb 2024, 9:11

ThEnGi ha scritto:Io inizierei da legge di OHM, Thevenin,Norton e kirchhoff

Si studia, si fanno i calcoli e poi si prova sperimentalmente

Un circuito di questo tipo basta due batterie (es. 2/3 alcaline 1.5V con relativo porta batterie) le resitenze breadboard qualche cavetto e tester..... e da li si inizia.

Quando si ha dimestichezza con le resistenze si introducono i Diodi, poi i BJT poi i Mosfet e così via

O_/

Fantastico, tutte informazioni preziose e che mi servivano. Gentilissimo
Avatar utente
Foto UtenteGabryZ
15 2
 
Messaggi: 16
Iscritto il: 14 feb 2024, 14:17

0
voti

[13] Re: come utilizzare la 220 V per accendere luci, motorini ec

Messaggioda Foto Utentesetteali » 21 feb 2024, 10:35

Bene, puoi cominciare a fare un piccolo schema elettrico con quello che hai intenzione di utilizzare, anche solo di un paio di led ed un motorino, ma comprensivo di alimentazione e vari servizi.
Usa Fidocadj così possiamo interagire con te.
Lo schema elettrico è più utile di quello che sembra, perché si può ragionare sul funzionamento ed ampliare con modifiche ancor prima di assemblare.
:ok:
Alex
https://www.facebook.com/Elettronicaeelettrotecnica

<< vedi di pigliare arditamente in mano, il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
10,7k 5 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 5398
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[14] Re: come utilizzare la 220 V per accendere luci, motorini ec

Messaggioda Foto UtenteEtemenanki » 21 feb 2024, 12:14

Solo un consiglio "pratico" per quando avrai abbastanza competenza per assemblarti il presepio ... usa per i motorini quelli miniaturizzati e demoltiplicati, ed alimentali a meno della tensione di funzionamento standard (ad esempio, se prendessi motorini demoltiplicati a 6V, alimentarli a 2 o 3 V), questo perche' in genere per i personaggi di un presepe non devono sforzare, per cui alimentandoli a tensione ridotta sono anche molto piu silenziosi, cosa che in un presepe non e' secondaria in fondo, specie se in casa ;-)

Ma, per prima cosa, come gia detto da altri, studiare le basi e fare uno schema aiuta tantissimo.
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.
Avatar utente
Foto UtenteEtemenanki
6.527 3 5 10
Master
Master
 
Messaggi: 4198
Iscritto il: 2 apr 2021, 23:42
Località: Dalle parti di un grande lago ... :)

0
voti

[15] Re: come utilizzare la 220 V per accendere luci, motorini ec

Messaggioda Foto UtenteGabryZ » 21 feb 2024, 13:09

Etemenanki ha scritto:Solo un consiglio "pratico" per quando avrai abbastanza competenza per assemblarti il presepio ... usa per i motorini quelli miniaturizzati e demoltiplicati, ed alimentali a meno della tensione di funzionamento standard (ad esempio, se prendessi motorini demoltiplicati a 6V, alimentarli a 2 o 3 V), questo perche' in genere per i personaggi di un presepe non devono sforzare, per cui alimentandoli a tensione ridotta sono anche molto piu silenziosi, cosa che in un presepe non e' secondaria in fondo, specie se in casa.

Per questi motorini non è importante rispettare il tensione? Cioè non si bruciano così facendo?
Avatar utente
Foto UtenteGabryZ
15 2
 
Messaggi: 16
Iscritto il: 14 feb 2024, 14:17

0
voti

[16] Re: come utilizzare la 220 V per accendere luci, motorini ec

Messaggioda Foto UtenteEtemenanki » 21 feb 2024, 16:52

Si brucerebbero se gli dessi piu tensione, non meno ... se ne dai di meno (ovviamente facendoli girare, non talmente poca che non girano), vanno piu lenti e danno meno forza.

La forza a te' non serve dovendo muovere solo dei personaggi da presepe (a meno che tu non abbia chissa' quanti meccanismi attaccati allo stesso motore), e cosi facendo e' pure piu silenzioso.
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.
Avatar utente
Foto UtenteEtemenanki
6.527 3 5 10
Master
Master
 
Messaggi: 4198
Iscritto il: 2 apr 2021, 23:42
Località: Dalle parti di un grande lago ... :)

0
voti

[17] Re: come utilizzare la 220 V per accendere luci, motorini ec

Messaggioda Foto UtenteGabryZ » 21 feb 2024, 18:52

Etemenanki ha scritto:Si brucerebbero se gli dessi piu tensione, non meno ... se ne dai di meno (ovviamente facendoli girare, non talmente poca che non girano), vanno piu lenti e danno meno forza.

La forza a te' non serve dovendo muovere solo dei personaggi da presepe (a meno che tu non abbia chissa' quanti meccanismi attaccati allo stesso motore), e cosi facendo e' pure piu silenzioso.

Ottima soluzione, la terrò in mente grazie
Avatar utente
Foto UtenteGabryZ
15 2
 
Messaggi: 16
Iscritto il: 14 feb 2024, 14:17

Precedente

Torna a Elettronica e spettacolo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti