Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Amplificatore operazionale: corto circuito virtuale

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteDirtyDeeds, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utentecarloc

0
voti

[21] Re: Amplificatore operazionale: corto circuito virtuale

Messaggioda Foto Utentedarkweader » 13 dic 2011, 16:11

grazie mille, tutti ovviamente in inglese eh? #-o

comunque siccome sono tre testi e non ho la possibilità di visionarli per scegliere quale fa al caso mio, secondo te qual è il più adatto?

quello che cerco, è un testo che esponga in modo chiaro e intuitivo i concetti fondamentali, più che equazioni o leggi da ricordare, non vorrei dimenticare le cose veramente fondamentali, se ti può essere utile ho finito la triennale di ingegneria elettronica, ma spesso le idee sono confuse.

scusa non so, se sia giusto postare qui...

ancora grazie
Avatar utente
Foto Utentedarkweader
61 2 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 271
Iscritto il: 8 mag 2011, 17:32

0
voti

[22] Re: Amplificatore operazionale: corto circuito virtuale

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 13 dic 2011, 16:13

Direi il Franco, ma fai un giro in una biblioteca universitaria e dai uno sguardo.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
101,7k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18125
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

2
voti

[23] Re: Amplificatore operazionale: corto circuito virtuale

Messaggioda Foto UtenteSalvatoreSav » 30 set 2012, 9:38

ottima spiegazione...
finalmente qualcuno è riuscito a chiarirmi le idee una buona volta!
Le mie più sincere congratulazioni Isidoro!! ;-)
Avatar utente
Foto UtenteSalvatoreSav
10 2
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 29 set 2012, 12:28

0
voti

[24] Re: Amplificatore operazionale: corto circuito virtuale

Messaggioda Foto Utentemarc96 » 1 giu 2016, 12:10

Ho letto con (letteralmente) piacere il chiarimento di IsidoroKZ sul ccv. Mi rimane una curiosità.
IsidoroKZ ha scritto:Ci sono operazionali che hanno R_\text{id} molto bassa (molto al di sotto del kiloohm), sono i current feedback, malgrado tutto si usano le stesse regole degli operazionali normali.

1) Quindi in condizioni di linearità, qualunque sia il valore della resistenza differenziale di ingresso alta o bassa, la corrente differenziale di ingresso è nulla?
2) Ovviamente se la resistenza di ingresso è infinita la corrente di ingresso è nulla indipendentemente dalla condizione di linearità!
Avatar utente
Foto Utentemarc96
280 1 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 157
Iscritto il: 16 ott 2011, 10:03

4
voti

[25] Re: Amplificatore operazionale: corto circuito virtuale

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 2 giu 2016, 13:15

No, la corrente differenziale di ingresso non è nulla, in genere è trascurabile rispetto alle altre correnti in gioco, ma se il valore della resistenza vista tra gli ingressi scende sotto un certo limite allora la corrente differenziale inizia a far sentire il suo effetto.

Caso limite: se cortocircuiti gli ingressi tra loro l'operazionale smette di funzionare.
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
30,1k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5829
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

0
voti

[26] Re: Amplificatore operazionale: corto circuito virtuale

Messaggioda Foto Utentemarc96 » 2 giu 2016, 20:26

Grazie BrunoValente; dovrei rimettermi a studiare!
Avatar utente
Foto Utentemarc96
280 1 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 157
Iscritto il: 16 ott 2011, 10:03

3
voti

[27] Re: Amplificatore operazionale: corto circuito virtuale

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 11 giu 2016, 23:35

Questo me lo ero perso!

marc96 ha scritto:1) Quindi in condizioni di linearità, qualunque sia il valore della resistenza differenziale di ingresso alta o bassa, la corrente differenziale di ingresso è nulla?

Si`: non essendoci tensione non c'e` neanche corrente. La corrente cui si riferisce Foto UtenteBrunoValente e` una corrente di offset, una continua, non una corrente di segnale.
marc96 ha scritto:2) Ovviamente se la resistenza di ingresso è infinita la corrente di ingresso è nulla indipendentemente dalla condizione di linearità!


Si` e` vero. Ci sono operazionali con impedenze differenziali di ingresso dell'ordine dei gigaohm o teraohm, almeno a bassa frequenza, ma la cosa non e` importante dato che quando l'operazionale non e` in linearita`, l'ingresso non comanda l'uscita.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
101,7k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18125
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

1
voti

[28] Re: Amplificatore operazionale: corto circuito virtuale

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 12 giu 2016, 11:48

IsidoroKZ ha scritto:Si`: non essendoci tensione non c'e` neanche corrente. La corrente cui si riferisce Foto UtenteBrunoValente e` una corrente di offset, una continua, non una corrente di segnale.

Invece mi riferivo proprio ad una corrente di segnale, non stavo considerando la corrente di offset :(.

Volevo evidenziare che, siccome in realtà il guadagno ad anello aperto pur essendo molto alto non è infinito, quando l'anello è chiuso allora tra i due ingressi c'è una tensione di segnale piccola ma non nulla e che quindi in effetti c'è anche una corrente di segnale, anche se molto piccola e quasi sempre trascurabile.

Con "quasi sempre trascurabile" intendo proprio dire che, quando il valore della resistenza tra gli ingressi è molto piccolo, quella corrente inizia a far sentire il suo effetto e allora nel calcolo del guadagno se ne deve tenere conto.

Avevo posto l'attenzione sul fatto che con gli ingressi cortocircuitati l'amplificatore smette di funzionare perché mi sembrava che questo caso limite evidenziasse bene il concetto, cioè che nella realtà sotto certi valori la resistenza tra gli ingressi fa sentire i suoi effetti, cioè che fa scorrere una corrente di segnale tra gli ingressi non più trascurabile.

Spero di non aver frainteso o detto cose fuori luogo.
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
30,1k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5829
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

0
voti

[29] Re: Amplificatore operazionale: corto circuito virtuale

Messaggioda Foto Utentemarc96 » 12 giu 2016, 21:16

Grazie a IsidoroKZ per la risposta, non potrebbe essere diversamente.
Mi succede ultimamente di essere interessato solo alla perspicacia e di cedere senza energia a tutto il resto; ma è un'altra storia.
Avatar utente
Foto Utentemarc96
280 1 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 157
Iscritto il: 16 ott 2011, 10:03

0
voti

[30] Re: Amplificatore operazionale: corto circuito virtuale

Messaggioda Foto Utentemarc96 » 6 dic 2018, 9:13

Succede che rileggendo un vecchio post, magari perché un utente lo ha inserito tra i preferiti, i dubbi ritornano.
IsidoroKZ ha scritto: La corrente cui si riferisce Foto UtenteBrunoValente e` una corrente di offset, una continua, non una corrente di segnale.

Capisco la distinzione tra corrente di offset continua e corrente di segnale.
Ma come mai alcuni testi studiano degli effetti dell'offset applicando il ccv?
Avatar utente
Foto Utentemarc96
280 1 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 157
Iscritto il: 16 ott 2011, 10:03

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 29 ospiti