Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Reti RC "amplificatrici"

Problemi curiosi e quiz vari.

Moderatore: Foto Utentecarlomariamanenti

3
voti

[61] Re: Reti RC "amplificatrici"

Messaggioda Foto UtenteDirtyDeeds » 8 dic 2010, 17:23

carloc ha scritto:attendo "mazzate" magari è solo una via di soluzione ad alta entropia :mrgreen:


Nessuna mazzata, anzi sei proprio la via giusta! :ok: Anche se... hai barato spostando il riferimento ;-)

Qualche commento:

carloc ha scritto:definendo \Omega=\mathcal{RC}\omega la pulsazione normalizzata


Questa non è una vera e propria pulsazione normalizzata perché ha dimensioni di una lunghezza alla meno due: ti conviene definire \Omega=\omega\mathcal{R}_0\mathcal{C}_0L^2. E già che normalizzi, a questo punto, ti conviene anche definire una coordinata normalizzata, tipo \zeta=z/L.

carloc ha scritto:Resta "solo" il problema di Cauchy... ovviamente v(0)=V_{in} e i(L)=0 ma forse non bastano...


Fortunatamente, bastano :D La prima determina una prima relazione tra V^+, V^- e V_{in}. La seconda, di fatto, determina una condizione al contorno per \text{d}v/\text{d}\text{z} (dalla prima equazione differenziale), e quindi determina un'altra relazione tra V^+, V^- e V_{in}.

Nel caso il riferimento fosse messo come in origine, ovviamente la soluzione finale sarebbe la stessa, però: i) nel sistema di equazioni differenziali ci sarebbe un "generatore distribuito" \text{j}\omega\mathcal{C} V_\text{i} (che infatti c'era nel sistema che mi hai mandato in MP); e ii) cambierebbe la condizione al contorno per v, diventando v(0)=0. La presenza del generatore distribuito fa sì che il sistema di equazioni differenziali non sia più omogeneo. Poco male, perché essendo il generatore distribuito indipendente da z (nell'equazione del secondo ordine derivata dal sistema, non origine), la soluzione forzata è facile da determinare.

Tieni conto, infine, che le derivate che hai scritto possono essere scritte come derivate ordinarie, senza bisogno di usare quelle parziali: avendo tolto la dipendenza dal tempo usando i fasori, le grandezze dipendono solo più da z ed è quindi sufficiente una derivata ordinaria.

Buona continuazione ;-)
It's a sin to write sin instead of \sin (Anonimo).
...'cos you know that cos ain't \cos, right?
You won't get a sexy tan if you write tan in lieu of \tan.
Take a log for a fireplace, but don't take log for \logarithm.
Avatar utente
Foto UtenteDirtyDeeds
55,8k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7013
Iscritto il: 13 apr 2010, 16:13
Località: Somewhere in nowhere

3
voti

[62] Re: Reti RC "amplificatrici"

Messaggioda Foto Utentecarloc » 8 dic 2010, 22:30

Grazie DirtyDeeds farò tesoro dei tuoi consigli e appunti... :ok:

Per le parziali invece delle ordinarie me le ero "tirate dietro" da un'impostazione originale nel dominio del tempo, poi quasi alla fine della scrittura del post me ne ero accorto #-o ma mancando un "trova e sostituisci" proprio non ho avuto voglia di cercare e cambiare a mano le 78342 \partial già scritte.....

e provato a far finta di niente :mrgreen: ...... beccato [-X
Se ti serve il valore di beta: hai sbagliato il progetto!
Avatar utente
Foto Utentecarloc
33,3k 5 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2123
Iscritto il: 7 set 2010, 19:23

1
voti

[63] Re: Reti RC "amplificatrici"

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 9 dic 2010, 0:57

DirtyDeeds ha scritto: Gray-Meyer, e in quest'ultimo c'è anche un abbozzo di dimostrazione.


Mi pare che la dimostrazione sia nel Gray Searle, Electronic Principles, oppure nell'articolo di Cochrun Grabel, "A Method for the Determination of Transfer Functions of Electronic Circuits", Trans CT-20, No 1, Jan 1973 pp 16-20.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
106,5k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18817
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

Precedente

Torna a Ah, ci sono!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti