Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Onde convogliate su sistemi trifase:come fare?

Circuiti, campi elettromagnetici e teoria delle linee di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteEdmondDantes

0
voti

[1] Onde convogliate su sistemi trifase:come fare?

Messaggioda Foto Utentefreddiem » 4 giu 2011, 11:22

Spero sia il post giusto; devo installare un sistema di TVCC su onde convogliate in un residence. Il problema è che l'impianto elettrico è trifase con varie derivazioni di tipo monofase. Il sistema per funzionare deve necessariamente utilizzare la stessa unica fase (oltre al neutro) per tutte le telecamere e i vari dispositivi di elaborazione.Volevo sapere se qualcuno sa come poter fare a riconoscere le fasi senza smantellare tutto l'impianto o se esiste uno strumento in grado di riconoscere le fasi scatola per scatola.

Grazie a tutti
Avatar utente
Foto Utentefreddiem
0 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 98
Iscritto il: 23 mar 2009, 13:07

0
voti

[2] Re: Onde convogliate su sistemi trifase:come fare?

Messaggioda Foto UtenteCandy » 4 giu 2011, 17:26

Lo strumento si chiama voltmetro, il quale misura una tensione apprezzabile solo tra due fasi diverse. Una misura di pochi volt invece segnala che si tratta della stesa fase.
Avatar utente
Foto UtenteCandy
32,5k 7 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 10129
Iscritto il: 14 giu 2010, 22:54

0
voti

[3] Re: Onde convogliate su sistemi trifase:come fare?

Messaggioda Foto UtenteTardoFreak » 4 giu 2011, 17:30

Anche senza conoscere le fasi puoi usare i link capacitivi per connetterle fra di loro (a livello di segnale).
"La follia sta nel fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi".
"Parla soltanto quando sei sicuro che quello che dirai è più bello del silenzio".
Rispondere è cortesia, ma lasciare l'ultima parola ai cretini è arte.
Avatar utente
Foto UtenteTardoFreak
73,8k 8 12 13
-EY Legend-
-EY Legend-
 
Messaggi: 15762
Iscritto il: 16 dic 2009, 11:10
Località: Torino - 3° pianeta del Sistema Solare

0
voti

[4] Re: Onde convogliate su sistemi trifase:come fare?

Messaggioda Foto Utentefreddiem » 4 giu 2011, 18:42

Puoi spiegarmi cosa intendi con link capacitivi?
Avatar utente
Foto Utentefreddiem
0 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 98
Iscritto il: 23 mar 2009, 13:07

0
voti

[5] Re: Onde convogliate su sistemi trifase:come fare?

Messaggioda Foto Utentefreddiem » 4 giu 2011, 18:47

candy ha scritto:Lo strumento si chiama voltmetro, il quale misura una tensione apprezzabile solo tra due fasi diverse. Una misura di pochi volt invece segnala che si tratta della stesa fase.


scusa ma credo di non aver capito la risposta..
Avatar utente
Foto Utentefreddiem
0 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 98
Iscritto il: 23 mar 2009, 13:07

0
voti

[6] Re: Onde convogliate su sistemi trifase:come fare?

Messaggioda Foto UtenteTardoFreak » 4 giu 2011, 19:24

freddiem ha scritto:Puoi spiegarmi cosa intendi con link capacitivi?

Un qualcosa tipo questo:


Che accoppia il segnale PLC (Power Line Communication) fra le fasi. I fusibili sono necessari per proteggere nel caso che un condensatore vada in corto.
"La follia sta nel fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi".
"Parla soltanto quando sei sicuro che quello che dirai è più bello del silenzio".
Rispondere è cortesia, ma lasciare l'ultima parola ai cretini è arte.
Avatar utente
Foto UtenteTardoFreak
73,8k 8 12 13
-EY Legend-
-EY Legend-
 
Messaggi: 15762
Iscritto il: 16 dic 2009, 11:10
Località: Torino - 3° pianeta del Sistema Solare

0
voti

[7] Re: Onde convogliate su sistemi trifase:come fare?

Messaggioda Foto Utentefreddiem » 4 giu 2011, 19:55

scusa l'ignoranza, ti spiego la situazione così da poter fare un ragionamento pratico insieme: ho una telecamera collegata ad una presa 230V fase-neutro (fase sconosciuta) in un vano e una seconda, a 50m dalla prima, collegata sempre tra una fase qualunque e il neutro. Inserisco il ricevitore ad una terza presa e poi lo collego al PC. Bene, ora il ricevitore sicuramente avrà un collegamento con il neutro e un altro con un fase a me ancora ignota; quello che devo fare è assicurarmi che la fase della prima telecamera coincida con la fase della seconda e con la fase del ricevitore.
Come interviene il tuo circuito in questo esempio?
Avatar utente
Foto Utentefreddiem
0 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 98
Iscritto il: 23 mar 2009, 13:07

0
voti

[8] Re: Onde convogliate su sistemi trifase:come fare?

Messaggioda Foto UtenteTardoFreak » 4 giu 2011, 21:49

Questo circuito mette insieme le tre fasi ma non a livello di potenza chiaramente, ma a livello di segnale.
Con un circuito del genree messo subito dopo il contatore ti puoi disinteressare delle fasi perche', a livello di segnale convogliato, sono tutte collegate insieme. :ok:
Il segnale inviato in una fase si ritrova i tutte tre le fasi.
"La follia sta nel fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi".
"Parla soltanto quando sei sicuro che quello che dirai è più bello del silenzio".
Rispondere è cortesia, ma lasciare l'ultima parola ai cretini è arte.
Avatar utente
Foto UtenteTardoFreak
73,8k 8 12 13
-EY Legend-
-EY Legend-
 
Messaggi: 15762
Iscritto il: 16 dic 2009, 11:10
Località: Torino - 3° pianeta del Sistema Solare

0
voti

[9] Re: Onde convogliate su sistemi trifase:come fare?

Messaggioda Foto Utentefreddiem » 5 giu 2011, 8:43

Ho capito, quindi con questo circuito mi disinteresso della fase e dove mi collego mi collego ho sempre segnale giusto?
Domande:
1- il fatto di distribuire su tutte le fasi il segnale può comportare delle perdite dello stesso con conseguente forte attenuazione?
2- per il dimensionamento dei condensatori e dei fusibili che ragionamento e calcoli hai fatto?Hai un link o materiale da consigliarmi?
3-che tipo di condensatori dovrei usare (credo plastici..)
Grazie
Avatar utente
Foto Utentefreddiem
0 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 98
Iscritto il: 23 mar 2009, 13:07

0
voti

[10] Re: Onde convogliate su sistemi trifase:come fare?

Messaggioda Foto UtenteTardoFreak » 5 giu 2011, 9:51

1 - L' attenuazione e' data dal numero di apparecchi elettrici collegati. Inoltre gli apparecchi moderni buttano disturbi in quantita' dentro la linea.
2 - E' un circuitino che ho trovato in una rivista. 100mA vanno bene perche' la corrente che scorre nei condensatori e' bassa. A 50 Hz l' impedenza vale circa 145\text{k}\Omega mentre alla frequenza di funzionamento di 120 kHz vale 60\Omega. Ora io non so a che frequenza e' la portante del segnale introdotto dalla tua apparecchiatura ma di sicuro e' uguale o maggiore di 120 kHz.
Per avere info sulla Power Line Communicatione puoi vedere in rete. Produttori come cypress, ST, Analog Devices producono integrati per questo tipo di applicazioni. Trovi anche delle application notes.
3 - poliestere o mica. L' importante e' la tensione di lavoro.

Poi, per carita', puoi sempre fare una prova. Il costo del circuito fa ridere. Se poi non funziona ti prenderai la briga di cercarti i conduttori corrispondenti.
"La follia sta nel fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi".
"Parla soltanto quando sei sicuro che quello che dirai è più bello del silenzio".
Rispondere è cortesia, ma lasciare l'ultima parola ai cretini è arte.
Avatar utente
Foto UtenteTardoFreak
73,8k 8 12 13
-EY Legend-
-EY Legend-
 
Messaggi: 15762
Iscritto il: 16 dic 2009, 11:10
Località: Torino - 3° pianeta del Sistema Solare

Prossimo

Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti