Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

sensore di pressione Rail

Allestimenti, motori, impianti elettrici ed elettronici sulle automobili
0
voti

[1] sensore di pressione Rail

Messaggioda Leo » 14 mag 2006, 15:19

SALVE VOLEVO SAPERE SE INSTALLANDO UNA CENTRALINA CHE MODIFICA IL SEGNALE DEL SENSORE PRESSIONE SUL RAIL SU UN 1.9 JTD DA 105 CV. POSSO AVERE UN BUON INCREMENTO DI POTENZA E SE POSSO AVERE PROBLEMI RIGUARDO ALL'AFFIDABILITA'. GRAZIE
Leo
322 2 3 5
---
 

0
voti

[2]

Messaggioda Foto UtenteDavideLamantia » 17 mag 2006, 11:23

Questa è una domanda ricorrente e ampiamente dibattuta (se cerchi nei post più vecchi la trovi senz'altro).
Ad ogni modo, le riflessioni generali da fare sono sempre le stesse:
1. Si tratta di modifiche irregolari dal punto di vista legale
2. Non esiste possibilità di dubbio sul fatto che riducano la vita media del motore
3. Aumentano certamente inquinamento e consumi
4. Danno risultati accettabili di incremento di potenza solo se ben calibrati
In particolare, alterare il segnale del sensore pressione significa far credere alla centralina che la pressione nel rail sia più bassa quindi mentre la centralina crede di lavorare a una certa pressione (es 300 Bar) in realtà lavora a una pressione superiore (es 400Bar) col risultato di stressare il rail non solo quando questo può servire ad aumentare la potenza ma anche in momenti inutili (regime costante, minimo, ecc). Questo può portare alla rottura del rail, soprattutto se il dispositivo è mal calibrato.

In conclusione, ferme restando le considerazioni che ho fatto prima, se uno proprio deve fare una modifica ottiene incommensurabilmente meglio e di più intervenendo sulla eprom della centralina.

Saluti
Avatar utente
Foto UtenteDavideLamantia
1.810 2 5 10
Master
Master
 
Messaggi: 414
Iscritto il: 28 gen 2005, 15:34
Località: Palermo

0
voti

[3]

Messaggioda Foto UtenteAster_RC » 13 apr 2007, 16:25

DavideLamantia ha scritto:4. Danno risultati accettabili di incremento di potenza solo se ben calibrati
In particolare, alterare il segnale del sensore pressione significa far credere alla centralina che la pressione nel rail sia più bassa quindi mentre la centralina crede di lavorare a una certa pressione (es 300 Bar) in realtà lavora a una pressione superiore (es 400Bar) col risultato di stressare il rail non solo quando questo può servire ad aumentare la potenza ma anche in momenti inutili (regime costante, minimo, ecc). Questo può portare alla rottura del rail, soprattutto se il dispositivo è mal calibrato.


Mi scuso se riporto su un topic vecchio ma mi stavo chiedendo cosa si intende per ben calibrato. So benissimo che non si dovrebbero modificare i parametri di funzionamento di un motore, perché questa è cosa sbagliata sia dal punto di vista tecnico che legale, ma per mio personale interesse ho deciso di progettare un circuito che si interfacci al sensore di pressione del common rail per incrementare le prestazioni del motore (ad uso esclusivamente ricreativo e su strada chiusa).
Il mio circuito è progettato per intervenire gradualmente sul segnale di uscita del sensore ma solo a partire da un dato valore di quest'ultimo: in pratica, ad esempio, fino a 2.1V di uscita il circuito è del tutto trasparente per la centralina, mentre superando questo valore la curva di risposta del sensore viene via via attenuata per mezzo di un partitore resistivo riferito al valore di intervento impostato sul circuito. In questo modo si ottiene una curva sempre continua.

Se non ho capito male il principio di funzionamento dell'intero sistema, il mio circuito dovrebbe garantire un incremento del quantitativo totale di gasolio iniettato solo in corrispondenza di alti valori di carico, cioè quando il motore deve sercitare più coppia, mentre dovrebbe lasciare le pressioni del rail inalterate durante la marcia a regime costante ed ai regimi vicini al minimo.

Se qualcosa del mio ragionamento dovesse essere palesemente errata, vi prego di farmelo notare, in modo che io possa applicare le dovute modifiche al mio progetto prima di realizzarlo.
Proud owner of a working brain.
Avatar utente
Foto UtenteAster_RC
0 2
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 22 feb 2006, 0:48
Località: Reggio Calabria

0
voti

[4]

Messaggioda Foto UtenteDavideLamantia » 13 apr 2007, 23:13

In aggiunta a quello che dici, sarebbe bene che la correzione in incremento diminuisse di percentuale al crescere della pressione fino ad arrivare allo 0% in corrispondenza della pressione massima (4,4V circa)
Questo salvaguraderebbe il rail da problemi di sovrapressione.

Saluti
Avatar utente
Foto UtenteDavideLamantia
1.810 2 5 10
Master
Master
 
Messaggi: 414
Iscritto il: 28 gen 2005, 15:34
Località: Palermo

0
voti

[5]

Messaggioda Foto UtenteAster_RC » 14 apr 2007, 14:37

DavideLamantia ha scritto:In aggiunta a quello che dici, sarebbe bene che la correzione in incremento diminuisse di percentuale al crescere della pressione fino ad arrivare allo 0% in corrispondenza della pressione massima (4,4V circa)
Questo salvaguraderebbe il rail da problemi di sovrapressione.

Saluti


Si potrebbe anche implementare questa modifica, ma suppongo che in questo modo non si avrebbe alcun sostanziale incremento. A mio avviso, se non si forza la pressione nel rail ad un valore superiore a quello originale, soprattutto in corrispondenza del regime di coppia massima, il motore non potrebbe esprimere una potenza maggiore della massima prevista in fase di progetto. Se vengono conservati il valore minimo e massimo originali e si variano quelli intermedi probabilmente si otterrebbe una segnalazione di avaria da parte della centralina, che lavorerebbe a pressioni errate in condizioni di basso e medio carico.

Ma il common rail non ha un sensore specifico per la sovrapressione?

Vorrei approfittare del thread per avanzare anche un quesito di natura prettamente tecnica: il mio circuito dovrebbe assorbire dallo stesso cavo di alimentazione del sensore una corrente fissa e stabilizzata di 14mA. Mi chiedevo se nella centralina fosse previsto un circuito di stabilizzazione della tensione che potrebbe essere danneggiato da una richiesta in corrente molto superiore a quella originaria... Il dubbio mi viene perché ho appurato che il connettore del sensore prevede un cavo di massa elettrica che torna direttamente in centralina, cioè in pratica il sensore ha una linea di alimentazione dedicata, che suppongo serva ad evitare errori di lettura dovuti a fluttuazioni della tensione di servizio della vettura!
Proud owner of a working brain.
Avatar utente
Foto UtenteAster_RC
0 2
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 22 feb 2006, 0:48
Località: Reggio Calabria

0
voti

[6]

Messaggioda Foto UtenteDavideLamantia » 14 apr 2007, 19:49

La supposizione è errata.
Il miglioramento non si ottiene perché si porta la pressione del gasolio oltre la pressione massima ammessa ma perché si innalza la curva di pressione (quando la centralina crede di regolare a 800 in realtà regola a 900)
inoltre sarebbe bene che l'incremento fosse nullo anche al minimo (300 bar) dove un aumento di pressione non porterebbe che disturbi.
Per rispondere alla tua domanda: no, non esiste alcun sensore specifico di sovrapressione e d'altro canto non ne vedrei affatto il motivo essendo l'impianto dotato di un manomentro elettronico di elevata precisione come il sensore di cui si parla.
Per 14mA di assorbimento sull'alimentazione di 5V non ritengo che ci possa essere il minimo problema.
Il cavo negativo torna in centralina semplicemente perché si abbia la certezza che il sensore riceva correttamente la massa, quindi di fatto su quel pin la centralina non ha altro che un ponte verso massa.

Saluti
Avatar utente
Foto UtenteDavideLamantia
1.810 2 5 10
Master
Master
 
Messaggi: 414
Iscritto il: 28 gen 2005, 15:34
Località: Palermo

0
voti

[7]

Messaggioda Foto UtenteAster_RC » 14 apr 2007, 20:41

DavideLamantia ha scritto:La supposizione è errata.
Il miglioramento non si ottiene perché si porta la pressione del gasolio oltre la pressione massima ammessa ma perché si innalza la curva di pressione (quando la centralina crede di regolare a 800 in realtà regola a 900)


Si, la correzione in corrispondenza di bassi valori di output da parte del sensore l'avevo prevista. Obiettavo in merito ai valori più alti perché immagino che questi si ottengano soprattutto durante le accelerazioni e la marcia in salita, oltre che durante il mantenimento della massima velocità! Se non si interviene proprio a questi valori, in pratica si ottiene un circuito che rende soltanto più lineare l'erogazione a tutti i regimi.

inoltre sarebbe bene che l'incremento fosse nullo anche al minimo (300 bar) dove un aumento di pressione non porterebbe che disturbi.


É il principale motivo per il quale ho progettato un circuito con componentistica attiva... si sarebbe potuto fare quasi lo stesso con soli componenti passivi ma sarebbe stato molto meno flessibile! :wink:
Il mio circuito ha un apposito trimmer per impostare il valore al quale l'intervento deve cominciare.

Per rispondere alla tua domanda: no, non esiste alcun sensore specifico di sovrapressione e d'altro canto non ne vedrei affatto il motivo essendo l'impianto dotato di un manomentro elettronico di elevata precisione come il sensore di cui si parla.


In effetti, ora che mi ci fai pensare sarebbe un controllo ridondante...

Per 14mA di assorbimento sull'alimentazione di 5V non ritengo che ci possa essere il minimo problema.
Il cavo negativo torna in centralina semplicemente perché si abbia la certezza che il sensore riceva correttamente la massa, quindi di fatto su quel pin la centralina non ha altro che un ponte verso massa.


Questo mi conforta, vuol dire che non dovrò riprogettare l'intera sezione di regolazione! :)
Proud owner of a working brain.
Avatar utente
Foto UtenteAster_RC
0 2
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 22 feb 2006, 0:48
Località: Reggio Calabria

0
voti

[8] Re: sensore di pressione Rail

Messaggioda Foto UtenteLUDEMA » 29 gen 2008, 22:57

ciao ragazzo dove posso trovare quei trimmer? tu conosci qualche ditta a cui posso rivolgermi grazie
Avatar utente
Foto UtenteLUDEMA
0 2
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 26 gen 2008, 20:06


Torna a Autovetture, motori endotermici ed elettronica relativa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti