Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Adeguamento affitta camere

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[1] Adeguamento affitta camere

Messaggioda Foto Utenteclanis » 30 dic 2011, 19:17

Salve a tutti, un conoscente mi ha chiamato al fine di verificare l'idoneità dell'impianto elettrico installato all'interno della propria attività (affitta camere con numero di posti letto inferiore a 25).

Premetto che ho eseguito solo un sopralluogo conoscitivo e piuttosto frettoloso e che quindi mi riservo di analizzare meglio la situazione esistente.

L'affittacamere è realizzato all'interno di un palazzo destinato principalmente a civili abitazioni, e l'affittacamere stesso è stato realizzato convertendo un appartamento preesistente.
Il proprietario ha ceduto l'appartamento in affitto, poi successivamente trasformato in affittacamere, dotato a oggi dei permessi per tale trasformazione.

L'impianto elettrico risale agli anni 70, conduttori con sezione 1mm², se non addirittura inferiore (si usavano conduttori anche più piccoli al tempo?). Il conduttore di protezione risulta assente (almeno nei circuiti prese che ho esaminato a campione), non so se a livello condominiale sia presente l'impianto di terra (presumo e soprattutto mi auguro di si).
L'affitta camere ha oltretutto delle dipendenti, quindi è un luogo di lavoro, il conduttore dell'attività non ha mai sentito parlare di denuncia dell'impianto di terra ("la commercialista non mi ha mai detto nulla a riguardo!").
Esiste perlomeno un interruttore differenziale Idn=30mA (intervento ovviamente successivo).
Non ho idea se sia in possesso di dichiarazioni di conformità (per gli interventi successivi).

Durante il prossimo sopralluogo scenderò nel dettaglio andando ad analizzare meglio l'impianto, ma per ora direi:
- Obbligatorietà dell'impianto di terra! E se non esistesse un impianto condominiale?
- Denuncia impianto di terra (con netto ritardo)
- Conduttori con sezione 1mm² e colorazione "a caso" da sostituire (se non erro e mi riservo di controllare, in quanto affittacamere, l'impianto dovrebbe essere adeguato)
- Installazione conduttori di protezione, ricollegamento con impianto di terra condominiale (sperando che ci sia).

C'è poi da capire cosa doveva o dovrebbe adeguare il proprietario (che ha consegnato i locali adibiti a civile abitazione) e quali invece spettano al conduttore che lo ha trasformato in affittacamere.

Ringrazio tutti coloro che vorranno aggiungere qualche suggerimento o considerazione a riguardo

Saluti
Avatar utente
Foto Utenteclanis
105 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 146
Iscritto il: 18 mar 2009, 18:55

0
voti

[2] Re: Adeguamento affitta camere

Messaggioda Foto Utenteqcontinuum » 30 dic 2011, 19:45

Secondo me il differenziale senza impianto di terra serve a niente :)
Avatar utente
Foto Utenteqcontinuum
45 1 5
New entry
New entry
 
Messaggi: 67
Iscritto il: 26 ott 2010, 23:47

0
voti

[3] Re: Adeguamento affitta camere

Messaggioda Foto UtenteMike » 30 dic 2011, 21:45

clanis ha scritto:- Obbligatorietà dell'impianto di terra! E se non esistesse un impianto condominiale?


Si comunica all'amministratore condominiale la necessità di installarlo, quale obbligo di legge.

clanis ha scritto:- Denuncia impianto di terra (con netto ritardo)


La denuncia ritardata è il male minore, consiglio di far fare subito una verifica straordinaria dell'impianto di terra ai sensi DPR 462/01 perché obbligatoria ogni 2 o 5 anni dal 2001...

clanis ha scritto:- Conduttori con sezione 1mm² e colorazione "a caso" da sostituire (se non erro e mi riservo di controllare, in quanto affittacamere, l'impianto dovrebbe essere adeguato)


Volendo si possono recuperare proteggendoli opportunamente, i colori obbligatori sono solo quelli del PE e del neutro.

clanis ha scritto:- Installazione conduttori di protezione, ricollegamento con impianto di terra condominiale (sperando che ci sia).


OK.

clanis ha scritto:C'è poi da capire cosa doveva o dovrebbe adeguare il proprietario (che ha consegnato i locali adibiti a civile abitazione) e quali invece spettano al conduttore che lo ha trasformato in affittacamere.


Dipende dal contratto di affitto... Se nel contratto d'affitto è specificato l'uso come affittacamere l'onere di adeguamento spetta al proprietario, altrimenti è del conduttore che deve adeguare l'impianto per renderlo idoneo alla propria attività lavorativa.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14212
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 21 ospiti