Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Albergo, nuova gestione

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

2
voti

[1] Albergo, nuova gestione

Messaggioda Foto Utentegiuliomega » 6 mar 2012, 11:52

Buongiorno a tutti.
Vi chiedo un consiglio circa le seguente situazione.
Un albergo di proprietà di un Comune è stato affidato in gestione ad un privato. L'albergo è stato privo di gestione/attività per 5 anni.
Parte dell'impianto elettrico è stato rifatto (quadro bar, cavi da quadro di piano fino alle camere, prese a muro nelle camere, e poche cose di quest'ordine di grandezza).
Io ho rilevato quanto segue. I quadri di potenza, compreso il generale, hanno più anni di me. Nel senso che ad oggi non ho mai lavorato su roba davvero datata. Ad es. magnetoterm. a pulsante e senza leva, di colore nero. Non sono in grado assolutamente di dire se tali dispositivi siano funzionanti.
Le camere sono protette da singolo differenziale installato nella stanza, non ci sono protezioni magnetotermiche fino al quadro generale al piano terra. Ovviamente non sono in grado di dire se tali differenziali funzionino.
Tutti questi dispositivi sono ingombranti, dimensione tipo: 10 cm x 10 cm e oltre.
L'impianto originario sarà degli anni 70, al massimo 80.
C'è una sorta di Diri del 1997 che è in sostanza lo schema dell'impianto dell'intero edificio, ma non ci sono calcoli o verifiche sopra. Il Comune ha consegnato l'albergo al mio cliente dicendo: è tuo compito fornire la documentazione e le certificazioni degli impianti. Il mio cliente non è un premio Nobel in astuzia.
Qualunque elettricista abbia visto la situazione, preferisce non mettervi mano, perché reputa che sarebbe necessario togliere tutto e ripartire da zero (spesa non sostenibile). Sempre gli stessi elettricisti ritengono che se non si mette mano all'impianto, esso è implicitamente a norma in quanto Ante 46/90.
Io sono preoccupato per due motivi: il primo è che non so se sia percorribile una DiRi ex novo, ma è seriamente difficile su un impianto di questo tipo. Il secondo è che riaprendo l'attività con nuova partita iva ed essendo luogo di lavoro, finisco di corsa sotto il D.Lgs. 81/08 che obbliga esplicitamente il Datore di Lavoro a procedre con la "manutenzione" dell'impianto. Cosa dimostrabile in sede giuridica solo se riesco a tirar fuori DiCo o Diri connesse ad eventuali interventi di ammodernamento o ristrutturazione.
Scusate l'estensione dell'intervento.
Vi chiedo un consiglio circa la situazione.

Giulio Passarini
Avatar utente
Foto Utentegiuliomega
693 4 10
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 266
Iscritto il: 28 giu 2010, 16:15
Località: Follonica (GR)

0
voti

[2] Re: Albergo, nuova gestione

Messaggioda Foto UtenteGiuliano58 » 6 mar 2012, 12:12

giuliomega ha scritto:Buongiorno a tutti.
Il Comune ha consegnato l'albergo al mio cliente dicendo: è tuo compito fornire la documentazione e le certificazioni degli impianti. Il mio cliente non è un premio Nobel in astuzia.


E questo è il punto, secondo me :(

Trattandosi di un albergo, quasi sicuramente occorre il progetto elettrico di un professionsita. In questo caso sarà un progetto di adeguamento. A quel punto tutto proseguirà per il meglio :ok:

Non vedo alternative volendo produrre DIRI, DICO o altre certificazioni senza sistemare l'impianto.
Non basta "la carta", per dormire tranquilli.
E poi magari la struttura ha/aveva un Certificato di Prevenzione incendi, oppure è necessario!
La cucina è alimentata a gas?
La centrale termica è a gas?
L'illuminazione di sicurezza è a posto?

Se non è possibile spendere, non vedo come possa essere rimessa in funzione la struttura. Secondo me il Comune si è scaricato una bella patata bollente! :(
Avatar utente
Foto UtenteGiuliano58
389 1 4 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 567
Iscritto il: 14 ott 2009, 10:06

0
voti

[3] Re: Albergo, nuova gestione

Messaggioda Foto Utentegiuliomega » 6 mar 2012, 12:26

Si, Il Comune ha fatto il proprio interesse, a mio avviso.
Inoltre il Comune ha fatto una dichiarazione secondo cui la struttura ha meno di 25 posti letto, ma diciamo che io ne ho contati quasi 40.
Esiste un impianto rivelazione incendio con rilevatori fumo nei corridoi e nelle scale. C'è una deroga in quanto edificio sotto la Soprintendenza di Belle Arti / pregio storico.
Insomma un vespaio.
Ripeto, la mia paura è l'aspetto sicurezza sul lavoro, mischiato al fatto che su un interruttore di qualunque tipo, compreso il diff, che sta lì da 40 anni, hai voglia a dire che all'epoca non c'era l'obbligo di progetto e di DiCo, ma a me pare improponibile dichiarare che sia correttamente funzionante.

Giulio Passarini
Avatar utente
Foto Utentegiuliomega
693 4 10
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 266
Iscritto il: 28 giu 2010, 16:15
Località: Follonica (GR)

0
voti

[4] Re: Albergo, nuova gestione

Messaggioda Foto UtenteGiuliano58 » 6 mar 2012, 12:40

giuliomega ha scritto:Si, Il Comune ha fatto il proprio interesse, a mio avviso.
Ripeto, la mia paura è l'aspetto sicurezza sul lavoro, mischiato al fatto che su un interruttore di qualunque tipo, compreso il diff, che sta lì da 40 anni, hai voglia a dire che all'epoca non c'era l'obbligo di progetto e di DiCo, ma a me pare improponibile dichiarare che sia correttamente funzionante.


infatti....

ricorda anche che, anche in presenza di DIRI, DICO, ecc. ecc. in caso di incidente, il giudice cerca il colpevole, chi "sapeva e non ha fatto" :?

Non è solo l'aspetto sicurezza sul lavoro......
Avatar utente
Foto UtenteGiuliano58
389 1 4 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 567
Iscritto il: 14 ott 2009, 10:06

2
voti

[5] Re: Albergo, nuova gestione

Messaggioda Foto UtenteMike » 6 mar 2012, 13:11

giuliomega ha scritto:C'è una sorta di Diri del 1997 che è in sostanza lo schema dell'impianto dell'intero edificio, ma non ci sono calcoli o verifiche sopra. Il Comune ha consegnato l'albergo al mio cliente dicendo: è tuo compito fornire la documentazione e le certificazioni degli impianti.


Prima degli aspetti tecnici vengono gli aspetti contrattuali. Se il Comune fornisce in gestione la struttura recettiva questa deve essere agibile e quindi in regola con i regolamenti e legislazione vigente, e quindi deve avere TUTTA la documentazione in regola. Se il Comune fornisce in gestione la struttura recettiva specificando che è a carico del gestore l'onere di adeguarla, allora significa che la struttura NON è agibile e quindi sono necessari dei lavori di adeguamento.
Da quello che scrivi dubito che la strada delle DIRI sia percorribile, per cui si salta a piè pari con progetto e lavori di adeguamento (trasformazione), sarà la bravura del progettista a trovare la soluzione migliore in termini di costi/benefici.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,8k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14244
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[6] Re: Albergo, nuova gestione

Messaggioda Foto Utentegiuliomega » 7 mar 2012, 11:36

Grazie per il consiglio Mike.
Avevo una bozza di idea sul da farsi, ma avevo bisogno di un momento di confronto con la Squadra di ElectroYou.
Ora passo alla fase due: far capire alla committenza il da farsi ed il perché.
Fase tre: farsi approvare la lettera di incarico con parcella.

Grazie.

Giulio Passarini
Avatar utente
Foto Utentegiuliomega
693 4 10
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 266
Iscritto il: 28 giu 2010, 16:15
Località: Follonica (GR)

2
voti

[7] Re: Albergo, nuova gestione

Messaggioda Foto Utentegiuliomega » 8 mar 2012, 10:53

Buongiorno.
Vi aggiorno per dovere di cronaca e anche per entrare nei meandri di quella che poi è la Professione di progettista, consulente, etc.
Oggi il Cliente avrà un appuntamento con il Comune per fare il punto. Premesso che non ho visto ancora documenti, il Cliente ha detto che nell'ambito della gara di affidamento della gestione è previsto che sia Lui a fornire i certificati degli impianti... se questo fosse vero e soprattutto controfirmato, il Comune si è tirato fuori dai guai.
Io farò il punto della situazione lòa prossima settimana. Sto valutando se proporre al Comune e al Cliente un accordo secondo il quale il Cliente rifarà l'impianto elettrico, ma le spese saranno condivise al 50% col Comune, oppure il Comune percepirà un canone di locazione ridotto per il primo anno in modo da condividere sostanzialmente l'investimento. Un domani il Comune si troverà comunque proprietario di un impianto rifatto ex novo. In caso contrario rispetto a quanto sopra, sarei tentato di contattare direttamente l'ASL per una valutazione nel merito dello stato dell'impianto, ed eventualmente richiedere l'illegittimità del bando.

Giulio Passarini
Avatar utente
Foto Utentegiuliomega
693 4 10
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 266
Iscritto il: 28 giu 2010, 16:15
Località: Follonica (GR)

0
voti

[8] Re: Albergo, nuova gestione

Messaggioda Foto UtenteMike » 8 mar 2012, 12:33

:ok:
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,8k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14244
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[9] Re: Albergo, nuova gestione

Messaggioda Foto Utentemaxxy » 8 mar 2012, 13:00

Proprio una bella pera Foto Utentegiuliomega :shock:
Scommetto che qualche tecnico del Comune all'atto del contratto abbia detto:
La certificazione degli impianti sono solo una formalità burocratica, basta cercare qualcuno e con un timbro ed una firma si risolve tutto!
Ovviamente quel qualcuno in questi casi viaggia perennemente con le mutante di acciaio per evitare di essere ....... incz

Ognuno è un genio.
Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi,
lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido.
- Albert Einstein
Avatar utente
Foto Utentemaxxy
2.058 2 6 8
Master
Master
 
Messaggi: 1172
Iscritto il: 13 nov 2008, 10:08


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti