Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Differenziali a valle del contatore Enel

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[11] Re: Differenziali a valle del contatore Enel

Messaggioda Foto Utentegiuliomega » 24 apr 2012, 10:02

Esistono differenti livelli di progettazione.
Una prima progettazione è quella canonica, conforme alla Norma. Da cui il discorso che il Diff. , rispettate determinate condizioni di "isolamento", non è d'obbligo a monte del montante.
Un secondo livello di progettazione è quello legato al buonsenso, inteso come una sorta di estensione della Norma. Da cui il discorso di determinate categorie di cavi, di protezione differenziale su tutta la linea, sostanzialmente a prescindere dalla linea stessa, in quanto questione di buonsenso. Non meno importante il discorso del termine anglosassone "friendly", cioè usufruibile, comodo, pratico, etc. Termine che in determinati ambiti è uno dei vincoli della progettazione e realizzazione di oggetti, macchine e apparati. Non è ad esempio Friendly l'idea di dover scendere di sera al freddo e con la pioggia a riarmare il differenziale nel vano contatori e vedere se attacca e stacca dove possa essere il guasto.
Ma alla fine della questione, il vero punto nodale è il discorso del preventivo. Perché o trovi una committenza illuminata e folgorata sulla via di Damasco, o difficilmente si riesce a trovare qualcuno che sia disposto a pagare 200 o 300 euro in più per il sistema del doppio differenziale. E come si dice in italia, riferendosi al soldo, chi l'ha in mano l'ha vinto.
Buon lavoro.

Giulio Passarini
Avatar utente
Foto Utentegiuliomega
693 4 10
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 266
Iscritto il: 28 giu 2010, 16:15
Località: Follonica (GR)

0
voti

[12] Re: Differenziali a valle del contatore Enel

Messaggioda Foto UtenteElectro » 24 apr 2012, 10:27

L'indicazione delle norme è di garantire selettività totale tra interruttori differenziali a monte e a valle; tra l'altro sono consigliati interruttori immuni agli scatti intempestivi e interruttori dotati di richiusura automatica.
Poi si può discutere se l'interruttore differenziale a monte è o meno necessario.
Avatar utente
Foto UtenteElectro
2.122 2 2 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1326
Iscritto il: 12 nov 2008, 11:14
Località: Bari

0
voti

[13] Re: Differenziali a valle del contatore Enel

Messaggioda Foto UtenteLuky » 24 apr 2012, 13:13

sietsu ha scritto:......linee in tubi corrugati con cordine da 6mmq che vanno ai singoli quadri ( di plastica ) degli appartamenti.
In un tubo corrugato ci sono più linee, non c'è un tubo per ogni appartamento, e la separazione è all'interno di scatole di derivazione classiche.


Io opterei per la soluzione 2 da te proposta ma con Si (accettazione spesa permettendo) è vero che se è mantenuto un doppio isolamento basta un MT ma tu hai cordine singole che spero non attraversino corrugati interrati e non abbiano accoppiature nelle scatole di derivazione da te descritte prima di arrivare ai quadretti di appartamento. ciao a tutti
Avatar utente
Foto UtenteLuky
573 5 10
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 411
Iscritto il: 8 set 2009, 14:31

0
voti

[14] Re: Differenziali a valle del contatore Enel

Messaggioda Foto Utentesietsu » 24 apr 2012, 15:16

Luki se tu fossi un giudice a questo punto direi che non ho la certezza che i corrugati non siano interrati per qualche metro, e probabilmente a questo punto tutti mi direte che va montato il differenziale. Sicuramente anche io preferisco questa soluzione, sulla sicurezza non si scherza o non si va a supposizioni, forse l'unico discorso che potrebbe restare in piedi se metterlo selettivo o no, non cambiando nulla in fatto di sicurezza, ma solo dal lato economico e di comodità. ( io posso come ripeto, esporre tutte le motivazioni possibili ma sono loro ad accettare un preventivo piuttosto che un altro ).

Per l'ascensore il tecnico mi ha detto che ci va un differenziale in curva B, da 300mA,

Grazie ciao
Avatar utente
Foto Utentesietsu
0 3
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 15 lug 2011, 15:14

0
voti

[15] Re: Differenziali a valle del contatore Enel

Messaggioda Foto Utente6367 » 24 apr 2012, 15:22

ci va un differenziale in curva B


Probabilmente intendeva tipo B.
Avatar utente
Foto Utente6367
18,6k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6033
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[16] Re: Differenziali a valle del contatore Enel

Messaggioda Foto Utentesietsu » 25 apr 2012, 13:25

Si scusami, differenziale tipo B, ma devo sapere qualcosa in più perché non lo sentivo sicuro non si ricordava cosa indicava il manuale e non vorrei avesse detto tipo B tanto meglio di questo non c'è, e invece potrebbe bastare il tipo A. ( credo ).Mi dovrei far dire il tipo di inverter usato.


grazie ciao
Avatar utente
Foto Utentesietsu
0 3
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 15 lug 2011, 15:14

0
voti

[17] Re: Differenziali a valle del contatore Enel

Messaggioda Foto Utente6367 » 25 apr 2012, 15:17

invece potrebbe bastare il tipo A


Se vuoi stare dalla parte della ragione chiedi direttamente alla casa costruttrice dell'ascensore (dell'azionamento).
Avatar utente
Foto Utente6367
18,6k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6033
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[18] Re: Differenziali a valle del contatore Enel

Messaggioda Foto Utentesietsu » 29 mag 2012, 16:20

dopo problemi vari, vorrei riprendere il discorso, con due domande simili:

1) il quadro del condominio che è nel sottoscala, ha come generale un differenziale 25A, tipo AC, 0,3A, che alimenta tutti i magnetotermici dei vari servizi ( luci scale, alimentatore centralina TV, ecc... ), dovendo installare dopo il contatore dell'Enel la protezione per il montante che va appunto al quadro, è lecito portare il differenziale accoppiandolo con un magnetotermico vicino al contatore Enel, e al suo posto installare un sezionatore ?

2 ) stesso discorso per la linea dell'ascensore, mettendo il differenziale più un magnetotermico vicino al contatore Enel e nel quadro sottoscala un sezionatore ?

Come protezioni sembra tutto a posto ma non ho chiaro se è possibile farlo.


grazie ciao
Avatar utente
Foto Utentesietsu
0 3
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 15 lug 2011, 15:14

1
voti

[19] Re: Differenziali a valle del contatore Enel

Messaggioda Foto Utentepaolo a m » 29 mag 2012, 17:13

1) Sì.
2) Sì.
Avatar utente
Foto Utentepaolo a m
4.573 1 2 4
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1565
Iscritto il: 23 apr 2008, 8:55

0
voti

[20] Re: Differenziali a valle del contatore Enel

Messaggioda Foto Utentesietsu » 29 mag 2012, 17:46

Grazie Paolo, così evito un raddoppio di interruttori, se non altro per la spesa. L'unico inconveniente sarà quello di andare ad aprire il quadro dei contatori Enel per riattivare un eventuale interruttore che si è aperto anzichè andare nel sottoscala, ma sembra che lo accettino.


Grazie di nuovo ciao
Avatar utente
Foto Utentesietsu
0 3
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 15 lug 2011, 15:14

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 16 ospiti