Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Quesito collegamento motore

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike

0
voti

[1] Quesito collegamento motore

Messaggioda Foto Utentethekant » 29 mag 2012, 14:03

Salve, quesito sul collegamento motori:
Se ho un motore 220-380V e lo collego a triangolo fornendogli tensione di rete 380 V cosa succede?
E se invece ho un motore 380-660V e lo collego a stella fornendogli tensione di rete 380 V?
Parte della soluzione l’ho scoperta “empiricamente” stamattina ma sono curioso di sapere se qualcun altro ha avuto vicissitudini in merito…
Avatar utente
Foto Utentethekant
110 1 3 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 574
Iscritto il: 5 set 2009, 12:20

1
voti

[2] Re: Quesito collegamento motore

Messaggioda Foto Utenteadmin » 29 mag 2012, 14:25

Nel primo caso, se le protezioni non intervengono, bruci gli avvolgimenti.
Nel seconda caso riduci la coppia massima del 67%.
A vuoto non ci sono particolari problemi. Ma un motore non è fatto per funzionare a vuoto ovviamente. A carico quindi, o non parte perché non riesce a sviluppare la coppia necessaria e, se non intervengono le protezioni, si brucia; oppure parte e raggiunge la velocità di regime in un tempo che può essere anche eccessivamente lungo per la ridotta accelerazione dovuta alla coppia ridotta, che può provocare surriscaldamenti.Quando è a regime, è costretto a girare con uno scorrimento elevato surriscaldandosi, se il carico ha una coppia resistente confrontabile con quella nominale del motore, che la può sviluppare se è correttamente collegato per sfruttarla: collegamento a triangolo se la linea di alimentazione è 400 V (i 380 V non esistono più); collegamento a stella con linea a 660 V.
Avatar utente
Foto Utenteadmin
174,4k 9 12 17
Manager
Manager
 
Messaggi: 10970
Iscritto il: 6 ago 2004, 13:14

0
voti

[3] Re: Quesito collegamento motore

Messaggioda Foto Utentethekant » 29 mag 2012, 15:07

Perfetto, spiegheresti l'elettrotecnica anche ai sassi...
Ok per il caso 1…Porta pazienza ti faccio la domanda secca (voglio sapere se…potevo sapere!...poi andrò avanti con il quesito):
motore 37kW 380-660V
linea alimentazione 400V (ovviamente trifase) protetta con interruttore 80/D
cosa succede se collego a stella?
Mi permetto di rifarti la domanda perché vorrei capire come era evitabile quello che è successo…non voglio dirti se è una cavolata o una cosa grave…
Ti ringrazio anticipatamente
Avatar utente
Foto Utentethekant
110 1 3 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 574
Iscritto il: 5 set 2009, 12:20

1
voti

[4] Re: Quesito collegamento motore

Messaggioda Foto Utenteadmin » 29 mag 2012, 16:03

L'ho già detto: la coppia che sviluppa il motore diventa un terzo di quella che lo stesso sviluppa a triangolo. Se il carico corrisponde alla coppia nominale del motore, il motore, se collegato a stella, per erogare quella coppia deve necessariamente funzionare ad uno scorrimento maggiore, cui corrisponde una corrente maggiore della nominale. Grossomodo la corrente assorbita dipende dal prodotto scorrimento per tensione. Se si riduce la tensione di 1,73 ( 380 V invece di 660 V ) ma lo scorrimento triplica, e può succedere benissimo se la coppia da erogare è quella del motore correttamente collegato ed alimentato, la corrente diventa 1,73 volte la nominale. Nel caso specifico la nominale nel collegamento a stella è di circa 40 A; quindi diventa circa 70 A. Essendoci a protezione un interruttore da 80 A, non è difficile immaginare quel che succederà.
Avatar utente
Foto Utenteadmin
174,4k 9 12 17
Manager
Manager
 
Messaggi: 10970
Iscritto il: 6 ago 2004, 13:14

0
voti

[5] Re: Quesito collegamento motore

Messaggioda Foto Utentethekant » 29 mag 2012, 16:11

Benissimo, quindi fai presumere che scatterà l’interruttore.
Sbagliato, quello che è successo è che il motore funzionava tranquillamente ma dopo mezza giornata si è bruciato
Avatar utente
Foto Utentethekant
110 1 3 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 574
Iscritto il: 5 set 2009, 12:20

2
voti

[6] Re: Quesito collegamento motore

Messaggioda Foto Utenteadmin » 29 mag 2012, 16:13

Allora scrivo per nulla :? .
Ho detto esattamente il contrario :!:
Se l'interruttore è 80 A perché dovrebbe scattare a 70 A?
E se la corrente assorbita è 70 A invece dei 40 A nominali, cosa succederà?
Avatar utente
Foto Utenteadmin
174,4k 9 12 17
Manager
Manager
 
Messaggi: 10970
Iscritto il: 6 ago 2004, 13:14

0
voti

[7] Re: Quesito collegamento motore

Messaggioda Foto Utentethekant » 29 mag 2012, 16:25

Scusa hai ragione, grazie
Avatar utente
Foto Utentethekant
110 1 3 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 574
Iscritto il: 5 set 2009, 12:20

0
voti

[8] Re: Quesito collegamento motore

Messaggioda Foto UtenteCandy » 29 mag 2012, 21:42

Benissimo, quindi fai presumere che scatterà l’interruttore.
Sbagliato, quello che è successo è che il motore funzionava tranquillamente ma dopo mezza giornata si è bruciato

Rileggi bene il post precedente. E' scritto l'esatto contrario: ossia quello che è realmente successo.
Avatar utente
Foto UtenteCandy
32,4k 6 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 10138
Iscritto il: 14 giu 2010, 22:54


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 38 ospiti