Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

microcontrollore P87LPC767 come si usa?

Tipologie, strumenti di sviluppo, hardware e progetti

Moderatore: Foto UtentePaolino

0
voti

[1] microcontrollore P87LPC767 come si usa?

Messaggioda Foto Utentegiozambi » 14 ott 2012, 18:15

salve a tutti, ho trovato in casa dei microcontrollori della philips siglati P87LPC767 di cui allego il datasheet. La programmazione è la medesima per i PIC 16f876 o simili mediante assembly? o bisogna porvi alcuni particolari accorgimenti??
grazie!!
Avatar utente
Foto Utentegiozambi
310 3 9
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 231
Iscritto il: 2 feb 2011, 10:42
Località: Rovigo

3
voti

[2] Re: microcontrollore P87LPC767 come si usa?

Messaggioda Foto UtenteAOX » 14 ott 2012, 19:29

Il micro P87LPC767 è uno dei tanti derivati di Philips dal core 8051 Intel, quindi la programmazione non è la medesima di un PIC. E' come un PIC e tanti altri un micro singlechip ma l'assembler è quello del 8051 e si può anche usare il C purchè si disponga del relativo compilatore.
Se vuoi un consiglio, visto che non ho capito come ha fatto ad entrare in casa tua senza le chiavi e visto che non lo conosci, mandalo fuori in giardino.
Io utilizzando vari derivati del 8051 ho usato proprio questo identico micro per un breve periodo realizzandoci 2/3 progetti ma poi quando ho capito che disastro era mettere a punto il software e quanto sono caotici e incomprensibili i datasheet di Philips, ho subito smesso di farne di nuovi.
Quel micro è un OTP ossia lo programmi e se poi devi correggere il programma lo butti via e ne prendi un altro.
Esisteva anche in versione finestrata (cancellabile con gli UV) ma rimane comunque un disastro. Ci saranno stati anche gli emulatori ma non conviene spendere soldi solo per un micro del genere.
Ancora devo conviverci con tale micro perché uno di quei 2/3 progetti è tuttora in produzione e quando devo programmarli (tipo 300 tutti di fila) guardo e riguardo le opzioni del programmatore perché se sbaglio o a prendere il file o altro poi li devo buttare via tutti insieme e manco costano poco.
Avatar utente
Foto UtenteAOX
3.555 2 6 11
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 232
Iscritto il: 20 mar 2011, 12:29

0
voti

[3] Re: microcontrollore P87LPC767 come si usa?

Messaggioda Foto Utentegiozambi » 14 ott 2012, 20:17

ah che peccato, io speravo di poterci fare qualcosa di utile, va bene allora li do da mangiare al gatto, scherzo ovviamente! :mrgreen:
ma non mi è chiaro del tutto il riscorso del non riciclaggio, cioè, una volta inseritovi dentro il codice per quale motivo non è più possibile immettercene un altro??
Avatar utente
Foto Utentegiozambi
310 3 9
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 231
Iscritto il: 2 feb 2011, 10:42
Località: Rovigo

1
voti

[4] Re: microcontrollore P87LPC767 come si usa?

Messaggioda Foto UtenteAOX » 15 ott 2012, 7:42

La memoria del programma non è di tipo Flash Eprom e quindi cancellabile elettricamente e poi riscrivibile ma di tipo OTP cioè programmabile una sola volta. E' un po' come se i bit del programma fossero programmati ad 1 e 0 bruciando definitivamente una connessione (un fusibile) per ogni bit, quindi irreversibile.
Avatar utente
Foto UtenteAOX
3.555 2 6 11
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 232
Iscritto il: 20 mar 2011, 12:29

0
voti

[5] Re: microcontrollore P87LPC767 come si usa?

Messaggioda Foto Utentegiozambi » 15 ott 2012, 10:17

capito! grazie mille!! quindi mi conviene rimanere sulla famiglia PIC; dalla tua esperienza, se in un PIC ho bisogno almeno di 12 I/O e di una porta uart, qual è il migliore come rapporto qualità prezzo che potrei usare?
Avatar utente
Foto Utentegiozambi
310 3 9
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 231
Iscritto il: 2 feb 2011, 10:42
Località: Rovigo

0
voti

[6] Re: microcontrollore P87LPC767 come si usa?

Messaggioda Foto UtenteAOX » 15 ott 2012, 22:38

giozambi ha scritto:dalla tua esperienza

caschi male perché la mia esperienza sui PIC è prossima allo zero. Ho fatto penso un paio di schede con PIC, (non per mia scelta) ma sotto guida del pinout da parte di altri che poi hanno fatto anche il software.
Quando il PIC era nato la questione dei 12 bit del codice programma mi aveva creato un tale condizionamento negativo che ho preferito continuare con altri micro. Ora le cose sono sicuramente cambiate e la gamma dei PIC è molto vasta e più "normale" in quanto a bit, ma continuo lo stesso a non utilizzarli.
Comunque, a parte me che sono un caso quasi anomalo, qui troverai tanti in grado di darti tutte le risposte sui PIC.
Avatar utente
Foto UtenteAOX
3.555 2 6 11
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 232
Iscritto il: 20 mar 2011, 12:29


Torna a Realizzazioni, interfacciamento e nozioni generali.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti