Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Misura di corrente con AO

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

2
voti

[11] Re: Misura di corrente con AO

Messaggioda Foto Utentedavidde » 18 gen 2013, 21:21

Foto Utentenollo dai retta a Foto Utenteguzz, con uno shunt da 1mohm non riesci a fare una misura accurata.
Solitamente quando si usano shunt di valori così bassi non puoi fare la misura direttamente ma devi passare per un ponte di Wheatstone, inoltre se la corrente non è continua nascono dei problemi legati all'effetto pelle e all'induttanza parassita del trasduttore.

Dai uno sguardo a questo componente: ACS758LCB-050U. Costicchia ma ti risparmia un sacco di grane, ti permette di raggiungere il risultato senza diventare matto e dissipando praticamente nulla...
Avatar utente
Foto Utentedavidde
12,8k 4 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3886
Iscritto il: 2 ago 2007, 11:40
Località: Bologna

0
voti

[12] Re: Misura di corrente con AO

Messaggioda Foto Utentenollo » 19 gen 2013, 10:45

Foto UtenteCandy Ti ringrazio per la precisazione! In effetti potevo prestarci attenzione :oops:
Mi aiuteresti a capire meglio cosa significa "dimensionare R4 come trigger?"

Foto Utentedavidde Il componente che mi hai segnalato è davvero interessante! Lo terrò sicuramente in considerazione ;-)

Grazie anche a tutti voi per le risposte!
Avatar utente
Foto Utentenollo
1.116 1 7 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 423
Iscritto il: 4 feb 2011, 13:44

4
voti

[13] Re: Misura di corrente con AO

Messaggioda Foto UtenteCandy » 19 gen 2013, 12:31

Quando ho visto il thread di primo getto ho pensato che fosse il caso di orientarti ad una sonda di corrente ad effetto Hall. Sono pratiche, affidabili. Ho visto che a te basta un sistema di protezione di massima soglia e, considerato anche la necessità di creare uno zero virtuale per azzerare l'uscita di una simile sonda, ho preferisto seguire la falsa riga del tuo progetto iniziale.
Tuttavia mi sono limitato allo schema: ero disorientato dalla tua brutta grafica e mi sono poco soffermato sui contenuti.

Sistemi simili al tuo ne ho visti quando ero giovane. Shunt calibrati esistono, ma l'elettronica di misura è parecchio complessa. Foto UtenteIsidoroKZ potrà linciarmi alla prima occasione, ma a modo mio ti dico: l'operazione va scelto con molta cautela. Rispetto ai due valori di riferimento, 0 V e +V i terminali di ingresso devono lavorare a valori di tensione graditi a questo. Non puoi pensare di mettere il terminale inverternte a 0V e pensare che il terminale non invertente lavori con soglie di pochi millivolt. Ci sono di mezzo tutta una serie di offset che rendono l'uso dell'operazionale reale abbastanza complesso. Anche Foto Utentecarloc o Foto UtenteDirtyDeeds potrebbero dire qualcosa... loro li chiamano "piccolo segnale", mi sembra d'aver capito. Io preferisco dire: stare lontano dalle alimentazioni. Per questa ragione avevo messo un partitore per portare il terminale invertente ad una tensione nota: quale? dipende dall'operazionale e dal progetto. Rispetto a 0V partirei col ragionare in termini di 500 mV, poi si può sempre cambiare.
R4 come trigger, certo. Stai progettando un sistema con uscita ON/OFF. Appena sul terminale positivo si raggiunge la soglia d'intervento, per evitare che l'uscita sfarfalli, è meglio se in qualche modo si modificano lievemente le condizioni: le soglie d'intervento. Con R4 si crea un piccolo partitore che altera il riferimento sul terminale, creando due soglie diverse di ON/OFF. Tutto andrà dimensionato in funzione dell'operazionale, delle tensioni e correnti in gioco.

In ogni caso, se puoi, pensa di raffreddare un poco lo shunt ma aumentarne leggermente la resistenza. un milliohm è pochissimo e lavorare su variazioni di millivolt è difficilissimo. Occorrono esperienze di una vita intera... Evita.
Avatar utente
Foto UtenteCandy
32,4k 7 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 10132
Iscritto il: 14 giu 2010, 22:54

0
voti

[14] Re: Misura di corrente con AO

Messaggioda Foto Utentenollo » 19 gen 2013, 12:41

Grazie, è stata un'ottima riposta :ok:
Avatar utente
Foto Utentenollo
1.116 1 7 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 423
Iscritto il: 4 feb 2011, 13:44

1
voti

[15] Re: Misura di corrente con AO

Messaggioda Foto Utentenollo » 22 gen 2013, 19:51

Ho ripensato a quanto mi aveva suggerito Foto Utentesimo85 circa la generazione di una tensione di riferimento e, riguardando una AN della ST, ho trovato questo circuito con un componente che fa da generatore di tensione di riferimento.




Sembra interessante, ma non sono riuscito a capire bene come funziona il componente.
Sull'AN riporta i seguenti valori delle resistenze:
R_1=3.3 k\Omega
R_2=10 k\Omega
R_3=2.5 k\Omega

e con un'alimentazione Vcc=3.3 V mi dice che, tramite le resistenze R1 ed R2, la Vref è pari a 1.65 V.
Facendo però i calcoli (si tratta di un semplice partitore no?) non ottengo quel valore e non riesco a capire dove sbaglio.
Il datasheet non mi dà un esempio circuitale e non riesco a capire bene come funziona il componente...
Mi dareste una mano?

Ancora grazie
Avatar utente
Foto Utentenollo
1.116 1 7 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 423
Iscritto il: 4 feb 2011, 13:44

0
voti

[16] Re: Misura di corrente con AO

Messaggioda Foto Utentesimo85 » 22 gen 2013, 21:10

Foto Utentenollo, ti sei dimenticato di come si fanno gli schemi con Fidocad?

nollo ha scritto:Sull'AN riporta i seguenti valori delle resistenze

Quale AN? Link? Io ho trovato solo il Datasheet.
Avatar utente
Foto Utentesimo85
30,8k 7 12 13
Disattivato su sua richiesta
 
Messaggi: 9930
Iscritto il: 30 ago 2010, 4:59

0
voti

[17] Re: Misura di corrente con AO

Messaggioda Foto UtenteCandy » 22 gen 2013, 21:28

E' indubbiamente un cugino del TL431, uno zener programmabile, di precisione, molto stabile. Sicuramente più stabile e meno soggetto a deriva termica di uno zener tradizionale, perché agli effetti è un regolatore di tensione.

Attenzione Foto Utentesimo85 in [16], il partitore del reference deve essere derivato dal "catodo", altrimenti è finito lo scopo.
Avatar utente
Foto UtenteCandy
32,4k 7 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 10132
Iscritto il: 14 giu 2010, 22:54

0
voti

[18] Re: Misura di corrente con AO

Messaggioda Foto Utentesimo85 » 22 gen 2013, 21:38

Infatti l'unica formula e schema l'ho osservato nel datasheet, e ti ringrazio per la rassicurazione. :ok:

Non ho specificato che lo schema proposto da me voleva essere era una riproduzione dello schema di Foto Utentenollo.

EDIT: visto che ci sono capitato al laptop un momento, posto il circuito corretto:
Ultima modifica di Foto Utentesimo85 il 23 gen 2013, 0:28, modificato 3 volte in totale.
Motivazione: Vedi EDIT
Avatar utente
Foto Utentesimo85
30,8k 7 12 13
Disattivato su sua richiesta
 
Messaggi: 9930
Iscritto il: 30 ago 2010, 4:59

0
voti

[19] Re: Misura di corrente con AO

Messaggioda Foto Utentenollo » 23 gen 2013, 10:32

Foto Utentesimo85 chiedo venia :oops:
sto lavorando alla tesi e studiando per gli esami: non sono molto concentrato ultimamente... ?%

Ecco il link dell'application note:
http://www.st.com/internet/analog/product/80312.jsp#APPLICATION_NOTES

E' un progettino proposto dalla ST che usa il componente...
Avatar utente
Foto Utentenollo
1.116 1 7 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 423
Iscritto il: 4 feb 2011, 13:44

0
voti

[20] Re: Misura di corrente con AO

Messaggioda Foto Utentebelva87 » 18 giu 2013, 21:34

Seppure in ritardo, sorry, segnalo questo.
O_/ , Luca.
Avatar utente
Foto Utentebelva87
2.292 2 6 12
free expert
 
Messaggi: 1323
Iscritto il: 9 mag 2011, 15:01

Precedente

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 35 ospiti