Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Scelta indirizzo di studi

Aggiornamenti, orientamento, lavoro, attività professionali, riviste, libri, strumenti EY, Tips and tricks, consigli e pareri generici

Moderatore: Foto Utenteadmin

0
voti

[1] Scelta indirizzo di studi

Messaggioda Foto UtenteFabio992 » 31 gen 2013, 19:26

Salve a tutti. Volevo chiedervi una semplice opinione. Come reputate la laurea in ingegneria elettrica nel mondo del lavoro? Gli ingegneri elettrici sono ricercati? Se vostro figlio vi dicesse " papà a me piace sia l'indirizzo elettrico che quello meccanico tu cosa mi consigli?" voi cosa gli direste?
Vi ringrazio in anticipo per le risposte
Avatar utente
Foto UtenteFabio992
593 1 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 497
Iscritto il: 26 gen 2013, 20:07

0
voti

[2] Re: Scelte

Messaggioda Foto Utenteluka » 1 feb 2013, 0:19

Forse sarò banale ma se ne hai le possibilità continua gli studi, è un bellissimo mondo l'università ,certo fatto di sacrifici e come diceva il mio vecchio professore di analisi lo studio è sangue e sudore ma poi ti ripaga.. Io ho dovuto abbandonare, ma se potessi riprenderei.. detto questo una facoltà come ingegneria ti permette vari sbocchi professionali,maggiormente nel campo della progettazione ma non solo, cerca se vuoi un domani affacciarti al mondo(geografico) di studiare qualche lingua straniera indispensabile, per il resto aspetta consigli da chi lo fa di professione. O_/
Avatar utente
Foto Utenteluka
177 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 8 gen 2013, 22:38

0
voti

[3] Re: Scelte

Messaggioda Foto UtenteFabio992 » 1 feb 2013, 0:30

Grazie della risposta Foto Utenteluka, ma comunque non ho la minima intenzione di abbandonare gli studi :)
Avatar utente
Foto UtenteFabio992
593 1 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 497
Iscritto il: 26 gen 2013, 20:07

1
voti

[4] Re: Scelte

Messaggioda Foto UtenteGuerra » 2 feb 2013, 13:50

Una scelta come quella è sempre difficile da fare; un consiglio ancora di più.
Chiedere cosa succede nel mercato del lavoro è utile, capire cosa sta succedendo, ma imboccare una strada piuttosto che un'altra in base a cosa sta succedendo ora, dev'essere sempre fatto con senno.
Una laurea impegna per qualche anno, quindi le cose evolvono.
Cerca di capire cosa a te "piace", perché sarai tu a dover sgobbare sui libri. Studiare è faticoso; spesso la materia che si studia per un esame seppur meravigliosa alla lunga nausea comunque. In ogni caso è sempre meglio di una che sin da subito non interessa.
Come han già detto ingegneria offre ancora molteplici opportunità, nonostante una specializzazione.
Valuta tu il campo (meccanica, elettrica); cosa a te personalmente affascia o piace, perché una scelta deve essere prima di tutto sentita propria.
"Le domande non sono mai indiscrete. Le risposte lo sono a volte"
Per qualche dollaro in più
Avatar utente
Foto UtenteGuerra
34,7k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4744
Iscritto il: 14 apr 2010, 16:38

0
voti

[5] Re: Scelte

Messaggioda Foto UtenteF0112358 » 2 feb 2013, 14:05

ciao Foto UtenteFabio992,
concordo pienamente con Foto UtenteGuerra e mi permetto di aggiungere un'altra cosa: considera bene anche l'università che frequenterai (magari alcune università hanno una migliore tradizione in campo elettrotecnico e altre ce l'hanno in campo meccanico).
Avatar utente
Foto UtenteF0112358
182 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 351
Iscritto il: 9 mag 2010, 14:13

0
voti

[6] Re: Scelte

Messaggioda Foto UtenteFabio992 » 2 feb 2013, 14:24

Foto UtenteGuerra e Foto UtenteF0112358 vi ringrazio per le risposte ;) Voi come avete cominciato a lavorare? Siete laureati? Foto UtenteGuerra tu si l'ho visto dal tuo profilo e sarei molto curioso di sapere in cosa consiste il tuo lavoro ( sempre se è lecito chiedere :) )
Avatar utente
Foto UtenteFabio992
593 1 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 497
Iscritto il: 26 gen 2013, 20:07

0
voti

[7] Re: Scelte

Messaggioda Foto Utentemazekika » 2 feb 2013, 14:39

Solo a puro titolo indicativo, senza volerti indirizzare verso una specializzazione particolare.
Ultimamente vedo che ingegneri meccanici e progettisti meccanici , sono molto ricercati, nel mio settore (macchine e manufatturiero) , più che ingegneri elettrotecnici.
Invece che ingegneri, sono molto ricercati periti elettrotecnici bravi.
Avatar utente
Foto Utentemazekika
420 2 7
No Rank
 
Messaggi: 131
Iscritto il: 30 dic 2012, 14:49

0
voti

[8] Re: Scelte

Messaggioda Foto UtenteFabio992 » 2 feb 2013, 14:47

Foto Utentemazekika grazie anche della tua risposta. Comunque è proprio questo il punto in cui volevo arrivare. Cosa spienge un'azienda a prendere un ingegnere piuttosto che un perito?
Avatar utente
Foto UtenteFabio992
593 1 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 497
Iscritto il: 26 gen 2013, 20:07

0
voti

[9] Re: Scelte

Messaggioda Foto Utentemazekika » 2 feb 2013, 15:09

Fondamentalmente la mansione che dovrà ricoprire.
Adesso ti riporto quanto vedo quasi quotidianamente, poi chiaramente tutto ciò è frutto della mia esperienza, lascio poi ad altri fornire le loro esperienze dirette.
Parliamo ad esempio di una azienda medio piccola del settore metalmeccanico, che sono quelle, maggiormente attive nel settore manufatturiero, e quelle con cui collaboro.
Sono alla ricerca pricipalmente di progettisti meccanici e tecnici generici.
I progettisti meccanici, dovranno fare calcoli di dimensionamento, analisi strutturali e dei materiali quindi disegnare, progettare "il macchinario" insomma , il prodotto principale dell'azienda, sia esso una pressa, una taglierina, un manipolatore, una imbottigliatrice automatica.
Questa mansione ben si presta ad un ingegnere meccanico, un perito meccanico di solito non è ricercato per fare ciò forse perché non ha l'autorevolezza ed il bagaglio tecnico o l'esperienza che per contro non ha nemmeno l'ingegnere, ma parte avvantaggiato con il suo bagaglio culturale.
Il progettista elettrico dovrà progettare e disegnare schemi, fare distinte di materiale elettrico, questa mansione anche se plausibilmente adatta per un ingegnere elettrico, spesso la si lascia fare ad un perito, la figura dell'ingegnere elettrotecnico, la usano maggiormente grandi aziende per coordinare attività di progetto e ricerca , o aziende specifiche del settore impianti elettrici come responsabile tecnico.
Ad esempio un gruppo di dieci aziende che costruiscono macchine, fanno la progettazione meccanica interna e demandano l'automazione e l'impiantisitica elettrica ad una sola azienda che colabora con tutte loro dieci , ed impiega un ingegnere elettrotecnico o elettronico come "responsabile tecnico" e magari un altro come sviluppatore di sistemi, demandano a periti elettrotecnici o elettronici le altre attività di disegno degli schemi, distinte e acquisto materiali assemblaggio e assitenza clienti.

I periti elettrotecnici sono molto ricercati, come tencici di motaggio collaudo e service, perché come tencici sono molto più versatili dei periti meccanici.
Avatar utente
Foto Utentemazekika
420 2 7
No Rank
 
Messaggi: 131
Iscritto il: 30 dic 2012, 14:49

1
voti

[10] Re: Scelte

Messaggioda Foto UtenteGuerra » 2 feb 2013, 15:18

Dipende dalla figura professionale e dalle mansioni che servono all'interno dell'azienda. Dipende dall'azienda, dal suo campo, dalla sua grandezza, da varie cose insomma.
Perito ed ingegnere possono svolgere mansioni simili, ma anche molto diverse tra loro.
Poi nel lavoro contano molto anche altri aspetti: impegno, caparbietà, buone maniere (con i clienti e colleghi, è importatne creare una "squadra" che funzioni), voglia di imparare, umiltà, diplomazia, essere socievoli, etc... ma questo è un altro discorso.

La mia specializzazione, come hai visto dal mio profilo, non ha ulla a che vedere con il lavoro che svolgo. Questo per dire che quanto imparerai non è detto tu lo applicherai tutto. Non sai però a priori cosa ti servirà, perciò impara più che puoi. Sempre. Non si finisce mai di imparare. Questo è un plus ovviamente.
Mi occupo di progettazione, ma non solo. Mi occupo di qualità, sicurezza, normative.
Cerco sempre di acquisire maggiori conoscenze su quanto mi serve nell'immediato, ma anche su quello che apparentemente al momento non ha una applicazione immediata. Non si sa mai. Essere informato sulla legislazione, normazione nazionale ed a livello europeo è sempre utile; soprattutto nelle aziende medio piccole saper per tempo cosa prevede la legislazione è molto utile. Fa sì inoltre di essere molto utile all'interno dell'azienda.

Sono parole ora; un domani cosa più importante queste saranno esperienze per te.
Buona volontà innanzitutto. Caparbietà davanti agli ostacoli, mai perdersi d'animo. L'università, lo studio, la fatica ti forgieranno anche caratterialmente. Lo studente che sei, domani ti sarà utile per il lavoratore che sarai.
Chiaramente questo è solo uno dei modi non l'unico, per essere un buon lavoratore.
Poi dipende molto da te.
"Le domande non sono mai indiscrete. Le risposte lo sono a volte"
Per qualche dollaro in più
Avatar utente
Foto UtenteGuerra
34,7k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4744
Iscritto il: 14 apr 2010, 16:38

Prossimo

Torna a Informazioni varie più o meno utili

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti