Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Resistenze equivalenti: dubbio

Circuiti, campi elettromagnetici e teoria delle linee di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteEdmondDantes

1
voti

[21] Re: Resistenze equivalenti: dubbio

Messaggioda Foto Utenterea » 13 mar 2013, 23:47

Certo ma per quel circuito non servono né stelle né triangoli

Si, difatti a guardarlo meglio si può tranquillamente risolvere col serie-parallelo. A me è venuto 0,126 (R CB)

Avatar utente
Foto Utenterea
690 1 2 7
 
Messaggi: 28
Iscritto il: 26 ago 2007, 12:41

0
voti

[22] Re: Resistenze equivalenti: dubbio

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 15 mar 2013, 4:17

rea ha scritto:Si, difatti a guardarlo meglio si può tranquillamente risolvere col serie-parallelo. A me è venuto 0,126 (R CB)


A me viene 0.1263158 :mrgreen: ... però non ho fatto i conti :mrgreen: O_/ P.s. Chiedo scusa ai misuristi...
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
16,8k 4 7 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 11762
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

1
voti

[23] Re: Resistenze equivalenti: dubbio

Messaggioda Foto UtenteGost91 » 15 mar 2013, 20:37

Mi permetto di aggiungere un'ultima cosa.

Foto Utenterea ha scritto:Se la differenza è poca è normale, specialmente quando i passaggi sono parecchi.
Anche i due esercizi nel pdf ho provato a simularli con microcap e i risultati cambiano di qualche decimale


In questa tipologia di esercizi in genere i conti da fare sono semplicissimi (solo somme e moltiplicazioni).
E' possibile dunque trovare con semplicità la soluzione esatta per cui non è molto conveniente fare i conti con la calcolatrice (soprattutto se si vuole essere certi di aver dato la risposta corretta) in quanto potrebbe restituire risultati approssimati (vedi 1/3=0.333...)

Quindi il mio consiglio è, soprattutto se si è alle prime armi, armarsi di pazienza e farsi tutti i conti con carta e penna alla mano in modo da trovare la risposta matematicamente esatta.
Una volta trovata la risposta esatta si può concludere con certezza se si è risolto (o non si è risolto) correttamente l'esercizio.

Ovviamente questo discorso ha valenza generale, nel senso che si estende anche a materie diverse dall'elettrotecnica.

Per la cronaca, io ho ottenuto:

R_{\text{eq}}=\frac{12}{95} \quad \Omega
In GOST we TRUST
Avatar utente
Foto UtenteGost91
1.680 1 3 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 159
Iscritto il: 12 nov 2012, 7:53

0
voti

[24] Re: Resistenze equivalenti: dubbio

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 15 mar 2013, 21:30

:-) Veramente io ho usato proprio carta e penna e per verificare il risultato che dal testo era 0.126 ohm ho fatto anche 12 diviso 95... per sola curiosità ho continuato dopo i tre decimali e mi è venuto il numero che ho postato. O_/ P.s. Poi ho notato dei punti equipotenziali e mi è venuto in mente l'esercizio aggiuntivo... a trabocchetto per far abituare il poster alla "ispezione a vista" (dato che aveva detto di aver "rigirato" il circuito senza però arrivare a risolverlo).
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
16,8k 4 7 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 11762
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[25] Re: Resistenze equivalenti: dubbio

Messaggioda Foto UtenteLondoneye » 20 mar 2013, 17:04

Chiedo scusa ragazzi,
a proposito sempre di resistenze equivalenti, ho incontrato un esercizio che mi chiede di utilizzare il partitore di tensione e dato il circuito, si parte con il semplificarlo ottenendo due resistenze in serie e applicando poi la formula del partitore.

Il circuito è il seguente:


L'esercizio continua in relazione al primo circuito, dicendo che R2 ed R3 sono in parallelo. Io credevo onestamente, fossero collegate in serie. Però per togliermi ogni dubbio ho ridisegnato il circuito completandolo di tensioni e correnti e ho utilizzato kirchhoff al nodo 2.
Ho calcolato le LKT e LKC.
Ho ragionato in questo modo: se da Kirchhof per le tensioni al nodo due, mi ritrovo con la stessa tensione allora, le resistenze sono in parallelo. Analogamente per le correnti: se scorre la stessa corrente, le resistenze in questione risultano in serie.
Io mi son trovata così:

LKC
-I_2 -I_3 = 0 ----> I_2= - I_3

LKT
-v_2 + v_3 = 0 -----> v_2=v_3

le resistenze R_2 ed R_3 sono in parallelo.

ps= ho scelto il verso antiorario per la maglia dove ho calcolato le tensioni

E' giusto il mio ragionamento o sbaglio qualcosa?

Grazie infinite
Avatar utente
Foto UtenteLondoneye
120 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 108
Iscritto il: 8 ago 2012, 13:32

0
voti

[26] Re: Resistenze equivalenti: dubbio

Messaggioda Foto Utentelillo » 20 mar 2013, 19:27

R2 ed R3 sono in parallelo, ma onestamente non ho capito il perché di tutto quel ragionamento per vederlo :D
Avatar utente
Foto Utentelillo
19,1k 7 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3830
Iscritto il: 25 nov 2010, 11:30
Località: Nuovo Mondo

1
voti

[27] Re: Resistenze equivalenti: dubbio

Messaggioda Foto Utentemapi » 20 mar 2013, 19:59

Foto UtenteLondoneye sinceramente anch'io non ho capito il tuo ragionamento, ma direi che hai sbagliato la legge d Kirchhoff nel nodo 2 e che hai segnato una corrente di troppo.
Il punto 1 non è un nodo, non c'è nessuna diramazione e la corrente che esce dal generatore deve passare per forza nella resistenza R1. Io inizierei a porre

I_{0}=-I_{1}

Se applichi il primo principio di Kirchhoff al nodo 2 hai tre correnti: I1 che entra nel nodo, I2 e I3 che escono dal nodo, quindi

I_{1}=I_{2}+ I_{3}

Londoneye ha scritto:Ho ragionato in questo modo: se da Kirchhof per le tensioni al nodo due, mi ritrovo con la stessa tensione allora, le resistenze sono in parallelo.


Il secondo principio di Kirchhoff, quello delle tensioni, non si applica a un nodo, ma a una maglia, comunque la conclusione che

V_{2}=V_{3}

è corretta
Avatar utente
Foto Utentemapi
90 1 2
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 2 mar 2009, 0:22

1
voti

[28] Re: Resistenze equivalenti: dubbio

Messaggioda Foto Utentenunziato » 20 mar 2013, 21:15

Foto UtenteLondoneye la vita è già complicata di per se non c'è bisogno di altri interventi per complicarla ulteriormente. Cercando di utilizzare parole semplici, possiamo dire, per questo circuito, che:
    a) Due resistenze sono in parallelo se sottoposte alla stessa Differenza Di Potenziale;
    b) In una rete possiamo trovare una d.d.p. fra due punti non collegati da un cortocircuito.

Nel tuo circuito gli unici punti non collegati da cortocircuiti sono i punti A, B e C pertanto le d.d.p. presenti sono quelle tra: i punti A e C (chiamiamola Vac), i punti B e C (chiamiamola Vbc) ed infine tra i punti A e B (chiamiamola Vab).
Ora Vac=E , Vab è la tensione (o ddp) ai capi di R1, Vbc è la tensione (o ddp) a cui sono sottoposte le due resistenze collegate proprio fra i punti B e C, cioè R2 e R3. Allora R2 e R3 sono sottoposte alla stessa ddp quindi sono i parallelo per quello che si diceva sopra.
Come giustamente dice
lillo ha scritto:R2 ed R3 sono in parallelo, ma onestamente non ho capito il perché di tutto quel ragionamento per vederlo :D

non c'è bisogno di ragionamenti astrusi per dimostrare il parallelo.
Ed inoltre corri meno rischi di incappare in errori:
mapi ha scritto:Foto UtenteLondoneye sinceramente anch'io non ho capito il tuo ragionamento, ma direi che hai sbagliato la legge d Kirchhoff nel nodo 2 e che hai segnato una corrente di troppo.


Sperando ad essere io a non aver sbagliato ...
Avatar utente
Foto Utentenunziato
4.181 3 9 12
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 514
Iscritto il: 14 dic 2012, 23:14
Località: Acri (CS) - Polistena (RC)

0
voti

[29] Re: Resistenze equivalenti: dubbio

Messaggioda Foto UtenteLondoneye » 21 mar 2013, 21:14

lillo ha scritto:R2 ed R3 sono in parallelo, ma onestamente non ho capito il perché di tutto quel ragionamento per vederlo :D


Proprio perché trovo difficoltà nel vederlo, per cui cerco di applicare la regola.
Hai un metodo più veloce ed efficace che mi semplifichi le cose? :D
Avatar utente
Foto UtenteLondoneye
120 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 108
Iscritto il: 8 ago 2012, 13:32

0
voti

[30] Re: Resistenze equivalenti: dubbio

Messaggioda Foto UtenteLondoneye » 21 mar 2013, 21:16

Comunque non so che dirvi, sembrava una cosa semplice, ma io onestamente non riesco a capire.
Pare così complicato. Sono avvilita :cry:
Avatar utente
Foto UtenteLondoneye
120 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 108
Iscritto il: 8 ago 2012, 13:32

PrecedenteProssimo

Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti