Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Delucidazioni su casse e stereo Sony, problema di casse o?

hi-fi, luci, suoni, effetti speciali, palcoscenici...

Moderatore: Foto UtenteIsidoroKZ

0
voti

[61] Re: Delucidazioni su casse e stereo Sony, problema di casse

Messaggioda Foto Utentefarohp » 29 ago 2013, 21:40

Intanto inizio il post con una grande notizia ,, ho riparato lo stereo :ok:
C'erano due saldature a freddo sul canale di entrata L& R ora è perfetto!

Un unica cosa : prima che sistemassi lo stereo avevo fatto questa prova:
Ho scollegato uno dei due RCA(ho scollegato L e ho lasciato collegato R) ma ho notato che in cuffia si sentiva da entrambi gli altoparlanti e non solo da una. perché? ovviamente collegando anche L si sentiva meglio. :roll:

1.Iniziamo a parlare della mia camera , perché prima di tutto , prima ancora di capire se passare ad uno stereo nuovo bisogna vedere la disposizione .
La disposizione che ho ora è abbastanza buona per l'ascolto della tv ma non per la radio:
Ho le due casse su una mensola (ipotizziamo i 4 lati della stanza) lato 2.
Sotto la mensola(che è in alto quasi sul soffitto) c'è la tv e di fronte alla tv ho il letto quindi avendo le casse praticamente davanti (se pur non altezza orecchio si sente davvero bene).
Invece il PC è spostato tutto a destra del lato 2 così:

Immagine

Come potrei posizionare le casse per sentirci meglio?( il problema è che per mancanza di posto le casse non potranno mai essere posizionate ad altezza orecchio ma solo in alto quasi sul soffitto).

2.Ho visto che dietro al mio stereo c'è un connettore con scritto surround, collegandoci un basso potrei ottenre netti miglioramenti nel suono soprattuto nella visione dei film avendo quindi un sistema 2.1 ?
In questo caso avendo 24W rms(12x2) collegando anche il surround si abbasserebbero ulteriormente(questo per capire il discorso di RMS E watt fatto prcedentemente).

4.8ohm in ambito ohm , quello che volevo chiedere è perché ci sono impedenze così varie? cosa succede se mischio componenti(ampli da 4) casse da 8 o altro ? anche qui per capire la differenza fra le varie impedenze(anche perché leggevo che spesso i watt rms sono diversi a seconda delle impedenze...).

2B. In definitiva:
Ho capito perfettamente quanto mi hai scritto , non è possibile classificare un buon impianto in base agli RMS dichiarati in quanto ci sono altri valori , come ad esempio la distorsione da tenere in considerazione.
Vorrei quindi fare un riassutno per avere un quadro generale"guida acquisti" per i neofiti:
I watt di picco non ci interessano minimamente.
I watt rms sono importanti ma :
-bisogna una volta dichiarati vedere il valore di THD(sarebbe la distorsione) a quanto è : es. abbiamo un amplificatore che dichiara 40W rms, andiamo quindi a vedere i canali(uscita delle casse) che sono ammettiamo 4, avrò quindi 10W rms SU OGNI CASSA.(ma effettivamente sapere quanti watt rms ha ogni cassa ci importa solamente per non collegare casse da pochi watt ->farle scoppiare).

Dunque su 40W rms con thd pari al 8% avremmo circa un totale di 32W rms a disposizione.
Quando questi valori sono dichiarati ok quando non lo sono dobbiamo invece affidarci alla potenza assorbita tenendo presente che in genere:
Micro hifi: da 5 a 15 W
Mini hifi: da 10 a 40 W
Home Theatre: da 15 a 60-80 W


Quindi :
L'assorbimento a piena potenza è di 50 W, essendo un classe AB, ha un rendimento massimo teorico del 78%, quindi sono quasi 40 W disponibili. Togline 4-5 w per l'elettronica (es: lettore cd, ecc..), alla fine saranno sì e no 15-18 W per canale.

Qui non ho capito come hai fatto a calcolare la potenza(è scritta sempre sia per casse che per ampli?) la classe A ,AB ,A++ dove ci sono le varie scale di rendimento massimo?



Detto questo il mio stereo dunque verrebbe venduto come un 24W RMS (12W rms per canale quindi).

Ora cercando di migliorare spendendo il meno possibile cosa consigliereste di fare?
Prima di tutto vediamo la disposizione delle casse
Poi pensiamo , visto che è utilizzato anche per film (quindi forse un 2.1 sarebbe meglio) se potenziare le casse senza cambiare ampli o se comprare un subwoofer da collegare all'ingresso surround.
Mi piacerebbe cambiare ampli per il semplice fatto che purtroppo il sony in questione ha moduli non staccabili, cassette e giradischi non mi servono e sono solo un ingombro.
Potrei modificarmelo tagliandolo e facendomi un "case" in alluminio, ma non so quanto valga la candela #-o




2.
Avatar utente
Foto Utentefarohp
10 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 124
Iscritto il: 4 mar 2013, 23:44

2
voti

[62] Re: Delucidazioni su casse e stereo Sony, problema di casse

Messaggioda Foto Utenteclavicordo » 30 ago 2013, 0:25

Le spiegazioni di Foto UtenteSystemHD sono buone, ma il discorso sulla potenza acustica è abbastanza complesso e, per le casse acustiche, è legato, come lui dice, anche alla sensibilità degli altoparlanti in gioco. La sensibilità è strettamente connessa all'efficienza, è un altro modo di esprimerla.
Cosa è l'efficienza? In una macchina è il rapporto tra energia restituita e energia assorbita, in genere espressa in percentuale. L'altoparlante è un motore che trasforma l'energia elettrica in ingresso in energia acustica (cioè meccanica) in uscita. La sua efficienza, se è di buona qualità, è intorno a 1% (in ogni caso non supera il 2%). L'efficienza si può esprimere come "sensibilità" in dB/watt/metro tramite l'apposita formula: 112 -10LOG (efficienza%).

Se è 1% (corrisponde alla sensibilità di 92 dB/W/m) significa che per ottenere 1 watt acustico devo fornire 100 watt elettrici. Teniamo conto però che l'efficienza varia con la frequenza ed è strettamente legata all'impedenza, che varia anch'essa con la frequenza, e non di poco, in modulo e fase. I valori che forniscono i costruttori a quale o quali fequenze sono riferiti? a 1 kHz? Non si sa.

Ma 1 watt acustico quanto "suona forte?" Per rispondere, sappiamo che la potenza acustica è costituita in generale da onde sferiche e quindi si distribuisce su una superficie sferica. Per capire quanta ne arriva all'orecchio si considera allora la Intensità = potenza/superficie. Per comodità, però, si usa l'Intensità "I" che, espressa in dB, cioè relativa a quella minima, (che è 10^(-12) watt/m2 e che costituisce la soglia di udibilità e quindi lo 0 dB) si chiama IL (Intensity Level). Allora si ha una sorta di scala di IL in dB: 10^(-6) watt/m2 sono 60 dB ed è l'IL di una conversazione normale in una stanza media, 1 watt/m2 sono 120 dB ed è l'IL di un concerto rock a 1 metro dalle casse, intensità che corrisponde alla soglia del dolore. Più che l'IL in genere si usa lo SPL (Sound Pressure Level), che però numericamente è uguale allo IL.

Per tornare alla nostra domanda, calcoliamo l'intensità per 1 watt acustico a 1 metro di distanza. La superficie della sfera è 4*3,14.r^2 e cioè in questo caso 12,56. Quindi IL = 10LOG (1/12,56/10^(-12)) = 10LOG (0,079) - 10LOG (10^(-12)) = -10,989 + 120 = 109 dB. Quindi 1 watt acustico a 1 metro genera un IL di ben 109 dB, un suono molto forte! Se invece che a 1 metro ci poniamo a 10 metri, l'IL scende a 89 dB : la differenza di 20 dB corrisponde infatti a 100 volte, come dice la legge dell'inverso del quadrato della distanza.

Abbiamo ipotizzato la superficie sferica per semplificare, ma nella pratica bisogna considerare una semisfera o, se si è in una stanza, uno "spicchio di sfera" (1/8 ...), con le riflessioni delle pareti che complicano non poco...
Comunque fin qui siamo nel campo della fisica; ma la sensazione sonora ha le leggi della psicoacustica. Molto grossolanamente, mentre +3 dB corrispondono al doppio della potenza, per avere un raddoppio del volume sonoro come sensazione occorrono +10 dB di potenza!
Come si vede l'argomento non è dei più semplici. La conseguenza è che spesso nella pratica si va a spanne ed "esperienza".
"Ogni cosa va resa il più possibile semplice, ma non ANCORA più semplice" (A. Einstein)
Avatar utente
Foto Utenteclavicordo
18,2k 6 11 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1129
Iscritto il: 4 mar 2011, 14:10
Località: Siena

0
voti

[63] Re: Delucidazioni su casse e stereo Sony, problema di casse

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 30 ago 2013, 0:38

:-) Grande Foto Utenteclavicordo iOi iOi iOi ! ... Ora però manca solo di affermare e comprovare che i watt RMS non esistono, come peraltro già fatto da Foto UtenteIsidoroKZ
in qualche vecchio thread e il povero OP sarà... cotto a puntino e con le idee più confuse che all'inizio :mrgreen:,; diamogli un po' di tempo per metabolizzare le informazioni e vediamo che ne conclude ;-) O_/
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
16,5k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 11536
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[64] Re: Delucidazioni su casse e stereo Sony, problema di casse

Messaggioda Foto UtenteFedericoSibona » 30 ago 2013, 8:58

D'accordo che la notazione P_{\mathrm{rms}} può indurre in errore e scritta così non ha significato fisico, ma ormai è una notazione convenzionale ed un significato ce l'ha ed è P_{\mathrm{avg}} = V_{\mathrm{rms}} I_{\mathrm{rms}} \cdot \cos{\varphi} in cui il cos{\varphi} è unitario perché, per convenzione normativa, si valuta la potenza su carico puramente resistivo.
Avatar utente
Foto UtenteFedericoSibona
5.022 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3953
Iscritto il: 19 mar 2013, 11:43

0
voti

[65] Re: Delucidazioni su casse e stereo Sony, problema di casse

Messaggioda Foto UtenteSystemHD » 30 ago 2013, 12:48

Ciao, farohp, vedo che hai ancora le idee parecchio confuse, vediamo di tornarne a capo.

Come ti ho già detto, in ambito home si usano impedenze che vanno dai 4 ai 16 ohm, il motivo per cui non si usa un'impedenza standard non te lo so dire, ma poco importa. L'unica cosa che devi sapere, è come abbinare i vari sistemi. Ogni amplificatore dichiara l'impedenza minima di carico, che al 90% è sempre di 4 ohm. Nulla vieta di scendere sotto questa impedenza, ma così facendo, porti il finale in condizioni critiche, chiedendo di erogare maggiore corrente e rischiando di fondere i transistor di potenza. Ora se tu sai applicare la prima legge di Ohm: I = V/R, ti accorgerai che a parità di tensione generata dall'amplificatore, la corrente che circolerà negli altoparlanti sarà inversamente proporzionale alla loro impedenza. Quindi maggiore impedenza = minore corrente = minore potenza (P = V x I). Al contrario, minore impedenza = maggiore corrente = maggiore potenza a parità di volume.

Ecco dunque l'importanza dell'impedenza minima, ti ricordo che 0 Ohm corrispondono al corto circuito. :D

Parliamo di impedenza quando abbiamo a che fare con correnti alternate, (l'amplificatore è un generatore di tensione alternata). Si parla di resistenza quando abbiamo a che fare con correnti continue, (batteria).

L'impedenza dell'altoparlante NON è una costante, ma varia con la frequenza. Ecco perché nei parametri T/S viene riportata l'impedenza minima della bobina. Questa diventa massima con la FS (frequenza di risonanza dell'altoparlante in aria libera), che sarà FC in un cassa chiusa (sospensione pneumatica), e FB in una cassa accordata (bass reflex).


La classe A++ lasciamogliela agli elettrodomestici, non c'entra nulla con gli amplificatori. :D
Leggi qui --> http://it.wikipedia.org/wiki/Amplificatore_(elettronica)


farohp ha scritto:Dunque su 40W rms con thd pari al 8% avremmo circa un totale di 32W rms a disposizione.


No! Questo non è un calcolo che puoi fare tu, tra l'altro anche sbagliato. :shock:
La THD si misura, punto e basta. Ci sono sei grafici che la mostrano.

Questo è un esempio:

Immagine

Come puoi vedere la THD non è una costante, ma varia in base al carico e alla frequenza. Da questo grafico si può vedere che hai circa 30 w scon una THD dello 0,5% su un carico di 8 ohm





farohp ha scritto:Detto questo il mio stereo dunque verrebbe venduto come un 24W RMS.


Il tuo stereo non è monocanale, te l'ho già detto! #-o

Mini hifi da 5 a 15 w, è la potenza per canale, quindi significa da 2x5w a 2x15w. Il tuo stereo è un 2x12w, capito ora?

Per l'home theatre invece, il discorso dei canali è un po' diverso, perché la maggior potenza la richiede il subwoofer.

Ti stai confondendo con l'esempio dove ti ho fatto vedere l'assorbimento di tutto il sistema, che dichiarava 2x100w, quando in realtà montava un trasformatore da 50-60 w.
Ultima modifica di Foto UtenteSystemHD il 30 ago 2013, 12:54, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Foto UtenteSystemHD
38 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 128
Iscritto il: 30 lug 2012, 22:22

1
voti

[66] Re: Delucidazioni su casse e stereo Sony, problema di casse

Messaggioda Foto UtenteSystemHD » 30 ago 2013, 18:06

farohp ha scritto:Poi pensiamo , visto che è utilizzato anche per film (quindi forse un 2.1 sarebbe meglio) se potenziare le casse senza cambiare ampli o se comprare un subwoofer da collegare all'ingresso surround.


Eh? Da collegare dove? :shock:

farohp ha scritto:Potrei modificarmelo tagliandolo e facendomi un "case" in alluminio, ma non so quanto valga la candela #-o


Lascia perdere, tienilo com'è, rimane sempre un bel pezzo d'epoca, e sarebbe una pazzia smontarlo per guadagnare qualche cm cubo di spazio :D




2.
Avatar utente
Foto UtenteSystemHD
38 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 128
Iscritto il: 30 lug 2012, 22:22

0
voti

[67] Re: Delucidazioni su casse e stereo Sony, problema di casse

Messaggioda Foto Utentealfa1947 » 7 gen 2021, 13:45

Gentili signori, ho letto con molto interesse quanto espresso (NEL FORUM) circa il collegamento di più altoparlanti. Il mio problema è avere qualche info/certezza sul mio desiderio.
Possideo un DENON RCD M41 DAB con uscita per altoparlante destro (L/R) per impedenza di 4 ohm ed altra uscita per altoparlante sinistro (L/R) per altro altoparlante con impedenza di 4 ohm. Volendo aggiungere altri 2 altoparlanti in parallelo per ogniuna delle 2 uscite (coe montano già AP da 4 ohm ognuna) potrei per ogni uscita mettere una cassa da 16 ohm ?
dai miei calcoli dovrei avere in ognuna delle 2 uscite una impedenza complessiva di 3,2 ohm e quindi ciò non credo metterebbe in “crisi” i finali dell’amplificatore.
Poi altro dubbio sarebbe quello di mettere casse “passive” oppure “attive” ???
In sostanza ognuno degli AP originali avrebbe in parallelo un AP di 16 ohm (per complessivi 3,2 ohm…se non mi sbaglio).
I miei ragionamenti e calcoli sono corretti ?? NON ho trovato infatti alcun prodotto (collegabile in parallelo alle uscite originali) che mi consenta di aggiungere altri 2 AP via wi fi ! Tutto per Home theater purtroppo !
Beh non so se riuscirà a rispondermi considerando che forse abuso della sua pazienza. Ringrazio comunque per l’attenzione ed invio i miei cordiali saluti…..alfredo (Bolzano)

Mie email:alsulas@alice.it e sulasal@tim.it
Avatar utente
Foto Utentealfa1947
5 1
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 7 gen 2021, 0:41

0
voti

[68] Re: Delucidazioni su casse e stereo Sony, problema di casse

Messaggioda Foto Utenteabusivo » 7 gen 2021, 13:59

Benarrivato sul forum!
alfa1947 ha scritto:...potrei per ogni uscita mettere una cassa da 16 ohm ?...

Anche tenendo conto che l'impedenza totale scenderebbe a 3,2 Ohm c'è da considerare il fatto che i diffusori da 16 Ohm "suonerebbero" meno rispetto a quelli da 4 Ohm.
alfa1947 ha scritto:...Poi altro dubbio sarebbe quello di mettere casse “passive” oppure “attive” ???...

Non ho approfondito il sistema ma sempre se è prevista un uscita dedicata apposita Post Volume.
Non è consigliabile prelevare un segnale amplificato per poter pilotare diffusori attivi.
Se quello che funziona basta non lo tocca' sennò te lassa!
Avatar utente
Foto Utenteabusivo
12,6k 4 7 10
Master
Master
 
Messaggi: 6733
Iscritto il: 16 ott 2012, 18:43
Località: L'Aquila

0
voti

[69] Re: Delucidazioni su casse e stereo Sony, problema di casse

Messaggioda Foto Utentealfa1947 » 9 gen 2021, 1:12

Gentili signori, grazie per le risposte ! Sono d'accordo che le casse aggiuntive a 16 ohm "suonerebbero" un po meno...ma avere alle spalle queste casse ...anche con suono leggermente inferiore, forse rilasserebbe meglio...senza incidere sulla qualità del suono. Mah...forse mie illusioni ...farò qualche esperimento se trovo gli strumenti 1 avevo postato uno scritto..in altro post, tentando di rispondere a quanto i frequentatori stavano discutendo in merito di altoparlanti...ma a quanto pare ho sbagliato perché qualcuno mi ha scritto che avrei fatto meglio ad aprire "un nuovo argomento" (E NON SO NEPPURE COME FARE). Vedo che "me la cavo male" sul forum e non voglio disturbare ! Mi limiterò leggere..credo!...Grazie comunque...cordiali saluti..alfredo.
Avatar utente
Foto Utentealfa1947
5 1
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 7 gen 2021, 0:41

0
voti

[70] Re: Delucidazioni su casse e stereo Sony, problema di casse

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 9 gen 2021, 1:26

Foto Utentealfa1947, il nuovo thread lo ha aperto qualche moderatore al tuo posto (dividendo il thread a cui ti eri accodato) ed è questo (clicca sulla scritta azzurra sottolineata); quindi volendo la discussione può continuare lì.

Ad ogni modo per aprire un nuovo thread si va in una delle sezioni del forum (possibilmente la più attinente all'argomento che si vuole trattare) e si clicca sul pulsante virtuale "nuovo argomento".

P.s. Blocco questo vecchio thread in quanto è inutile lasciarlo aperto.
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
16,5k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 11536
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

Precedente

Torna a Elettronica e spettacolo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti