Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Analogica Luci psichedeliche

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[31] Re: Analogica Luci psichedeliche

Messaggioda Foto Utentepierinter » 22 apr 2013, 2:03

Ok,domani riduco l'amplificazione del primo stadio e provo ad inserire anche il secondo.
Come alimtazione voglio solo la 12V però,non diale.

Vorrei chiederti :
-perche non invertente? Che vantaggi ha rispetto all'invertente?
-perche 220nF il condensatore?piu grande è piu la freq di taglio è piccola,e meno altero il guadagno che vorrei.
- la resistenza d'ingresso ho un po' di difficolta a capire qual è e a calcolarla.domani vedo di capirci qualcosa.

Ma la cosa fondamentale,su cui baso il guadagno degli stadi è:
Alla fine di tutti gli amplificatori (prima del comparatore) ,il segnale quanto dovrà essere grande?
Il segnale di partenza è 2mV,sapendo a quanto devo arrivare (e perché), stabilisco quanto amplificare (suddividendo il guadagno tra i due stadi).

In fin dei conti quello che voglio non è farmi uno stupidissimo circuito per vedere delle luci che vanno a tempo di musica,ma è fare un tentativo di progetto,analizzando tutti gli aspetti,e capendo come funzionano le cose,perche una cosa va qui e non li ecc..
In sostanza : imparare qualcosa ;)

Per questo ho tutte queste domande;) grazie comunque per il tuo tempo
Avatar utente
Foto Utentepierinter
620 2 7 10
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1395
Iscritto il: 23 mar 2009, 0:05

0
voti

[32] Re: Analogica Luci psichedeliche

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 22 apr 2013, 16:04

:-) Premetto che per aiutarti nella progettazione ti serve... un vero elettronico e non certo un praticone ignorante come me :oops: comunque ti dico quello che so io: dato che la capsula eroga un segnale "piccolo" devi preamplificarlo con uno stadio che abbia una elevata sensibilità di ingresso e anche una resistenza di ingresso abbastanza elevata(non essendo propriamente bassa la resistenza di uscita della capsula stessa); un "limite" della configurazione invertente è che la resistenza di ingresso è praticamente pari alla resistenza in serie all'ingresso stesso (nel tuo caso la avevi messa da 10 k) e per alzarla mantenendo un elevato guadagno devi "spararle grosse" sulla resistenza di retroazione, invece nella configurazione non invertente la resistenza di ingresso è praticamente pari a quella di modo comune, quindi molto elevata (situazione tendente all'ideale infinito) quindi nel mio esempio con una resistenza tra ingresso non invertente e riferimento di 100 K dopo il cond da 220 nF ti ritrovi con una resistenza di ingresso di circa quel valore (da qui l'esigenza di alimentare dualmente per levarsi dalle scatole l'impedenza del partitore di polarizzazione :-) ) e al contempo il guadagno lo fissi sempre col rapporto tra resistenza di retroazione e resistenza tra ingresso invertente e riferimento (...+1 !); il cond da 220 nF serve in questo caso per non tagliare (facendo passa alto con la resistenza di ingresso) troppo in alto eliminando parte della banda audio. O_/
P.s. Se ho mio malgrado sparato qualche grossa (o anche media o piccola :mrgreen: ) corbelleria, prego come al solito che qualche esperto intervenga a correggerla, così imparo anche io...
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,7k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10174
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[33] Re: Analogica Luci psichedeliche

Messaggioda Foto Utentepierinter » 22 apr 2013, 17:46

Ok, buona ragione per utilizzare la configurazione non invertente, hai pienamente ragione.

Alcune domande :

- Di quanto sarà la resistenza di uscita della capsula ? all'incirca, per avere un'idea dell'ordine di grandezza..
- Poi, non ho capito bene dove vorresti mettere la resistenza da 100K, dopo il condensatore tra ingresso non invertente e riferimento? A che servirebbe ? Il condensatore non fa già un passa-alto con la resistenza d'ingresso dell'opamp (molto grande) ?

- LA tensione dev'essere di 12V, è l'unico requisito 'stretto' che ho. In che modo entra in gioco l'impedenza del partitore di polarizzazione in tutto questo ?
Avatar utente
Foto Utentepierinter
620 2 7 10
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1395
Iscritto il: 23 mar 2009, 0:05

0
voti

[34] Re: Analogica Luci psichedeliche

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 22 apr 2013, 23:46

La resistenza di uscita della capsula dovrebbe essere dell'ordine dei kohm; limitare la resistenza di ingresso dell'amplificatore serve ad aumentare l'immunità al rumore che altrimenti, con una altissima impedenza di ingresso sarebbe scarsissima e combinata con l'elevato guadagno dello stadio porterebbe praticamente alla quasi inutilità di qualsiasi schermatura; per quanto riguarda la polarizzazione... chiedo l'intervento di qualche elettronico poiché non ho le idee molto chiare al riguardo :oops: (ti ricordo che sono un praticone che sa pochissimo di teoria e nulla di matematica :-)) e quindi preferisco astenermi per non dire qualche castroneria ( e se interviene qualche esperto impariamo qualcosa tutti ;-) ). O_/ P.s. Scusami ma ti avevo avvisato dei miei limiti...
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,7k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10174
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[35] Re: Analogica Luci psichedeliche

Messaggioda Foto Utentepierinter » 23 apr 2013, 0:13

Ma figurati, ti pare che devi scusarti ?:) Anzi , sei già gentilissimo :ok:

Ho letto tutta la discussione che Foto Utentemarco438 ci ha indicato, e la trovo interessante.
Mi sono salvato il circuito che gentilmente marco ha ricopiato in fidocad in modo da darci un'occhiata e studiarlo.

Purtroppo però quello che volevo fare io è progettare qualcosa dal nulla, e prendere un circuito che è già stato fatto non mi permetterebbe di percorrere tutte le tappe e gli ostacoli che si incontrano in una progettazione dal niente.

Vero è che sarebbe anche interessante studiare e capire come quel circuito è fatto, analizzarlo e comprenderlo fino ai dettagli, non è una cosa per me semplice e potrebbe essere istruttivo.

Però in questo caso, mi servirebbe l'aiuto anche di Foto Utentemarco438 !;)
Avatar utente
Foto Utentepierinter
620 2 7 10
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1395
Iscritto il: 23 mar 2009, 0:05

1
voti

[36] Re: Analogica Luci psichedeliche

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 23 apr 2013, 0:26

:-) Orbene, a meno di essere dei geni, ritengo che per imparare a progettare non ci sia di meglio (certo, imparando prima per benino la teoria... ) che studiarsi gli esempi delle altrui progettazioni in modo da capire come siano state risolte le problematiche inerenti lo sviluppo dei circuiti ;-) O_/
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,7k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10174
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[37] Re: Analogica Luci psichedeliche

Messaggioda Foto Utentepierinter » 24 apr 2013, 22:06

Ci provo. Ma intanto voglio anche portare avanti le mie, e magari cercare di integrare!

Comunque, le resistenze di polarizzazione nella conf non invertente , dove le devo mettere ??
Avatar utente
Foto Utentepierinter
620 2 7 10
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1395
Iscritto il: 23 mar 2009, 0:05

Precedente

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: MSN [Bot] e 17 ospiti