Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Vas altoparlante e cassa acustica

hi-fi, luci, suoni, effetti speciali, palcoscenici...

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtentePaolino

0
voti

[21] Re: Vas altoparlante e cassa acustica

Messaggioda Foto UtenteDR1 » 8 mag 2013, 13:44

Considerato, che ad un raddoppio di cassa , i decibel non fanno lo stesso, ma aumentano di un 5-10%, rispetto all'uso di un solo speaker e premesso che non sono un esperto; io farei cosi:
tieni un solo altoparlante e collegaci i terminali di entrambi i canali, in questo modo:
collega il canale destro con + e - invertiti al sinistro ( invertito di fase ) e collega il tutto alla cassa;
in questo modo otterrai 15W+15W, cioè 30W, dei 25W di cui ai bisogno. In questa configurazione, però, l'impendenza vista dall'ampli, potrebbe dimezzarsi, dunque, meglio farsi prima i calcoli ;-)
Avatar utente
Foto UtenteDR1
380 2 4 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 1031
Iscritto il: 16 ago 2012, 12:54

0
voti

[22] Re: Vas altoparlante e cassa acustica

Messaggioda Foto UtenteFedericoSibona » 8 mag 2013, 14:20

Perdonami, ma collegare le uscite stereo dell'amplificatore su di un unico altoparlante già non è di per se corretto, poi se le metti in controfase mi pare una pessima idea, ma spero di non aver capito bene.
Della configurazione a ponte (BTL) dell'integrato abbiamo già parlato. ma è comunque una cosa diversa (e più corretta).
Avatar utente
Foto UtenteFedericoSibona
5.022 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3953
Iscritto il: 19 mar 2013, 11:43

0
voti

[23] Re: Vas altoparlante e cassa acustica

Messaggioda Foto UtenteDR1 » 8 mag 2013, 16:09

Il collegamento che ho scritto, non sono sicuro che vada bene, però se si puo fare in un altro modo, non saprei, magari con un mix :roll: , una volta mixati i canali, assicurati che si sentano correttamente con delle traccie apposite ;-)
p.s. il mio consiglio del modo rimane, a causa dei W dell'ampli.
Avatar utente
Foto UtenteDR1
380 2 4 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 1031
Iscritto il: 16 ago 2012, 12:54

0
voti

[24] Re: Vas altoparlante e cassa acustica

Messaggioda Foto UtenteSte75 » 9 mag 2013, 16:26

Ciao a tutti e grazie per i commenti.

Sono stato assente un po' sul forum... ma intanto... ho realizzato la cassa :-).
Domani, se riesco, posto le foto (fin dove sono arrivato)
Ho usato un truciolato spessore 1 cm, ho messo la paratia interna, ho avvitato e incollato tutto con colla vinilica.
Gli altoparlanti li ho montati "all'interno".

Torno a ricordare la mia esigenza (magari serve ad altri).
Mi serve una cassettina acustica "efficiente", attiva e con già integrato un lettore MP3.
Per efficiente intendo, poco ingombro, portatile, massima potenza ottenibile, minor consumo per un eventuale alimentazione a batteria. In più facile utilizzo. La prendo, la sposto in locali diversi, la alimento e ho la musica. Nessun cavo in giro.
Ecco perché comunque non potevo tenere divisi altoparlante DX da SX.

La cassa dovrà quindi integrare anche l'amplificatore (classe D), l'alimentazione da rete (switching) e il lettore Mp3 con telecomando.

Queste le dimensioni della cassa che ho realizzato (non è segnata la paratia interna).


Progetto

Lettore MP3: ho usato il Vmusic 2, controllato da un PIC (16F) e con l'utilizzo di telecomando AUREL (RX e TX) per controllo brani.

Altoparlanti:
Ciare mod HX100 (cià citati in vecchio post).

Amplificatore Classe D:

Ho usato il TPA3122 ma non con questa demo ma una scheda prodotta dalla SURE ELECTRONIC (non riesco al volo a trovare link, presa in Cina per pochissimo....).
ATTENZIONE: su questa ho un po tribulato perché l'ampli andava in qualche strana protezione. Se vi serve vi racconto come ho risolto!

Alimentazione

Ho usato uno switching da me prodotto di 25W, uscita 24 V ma che ho "tarato" a 28V.

Accendendo tutto a banco con solo gli altoparlanti montati su cassa... direi che sono più che soddisfatto!!!! Mi sembra che "suoni bene" per quello che posso capire io :-)

Adesso devo pensare ai fissaggi delle due schede (ampli e SMPS) che metteò DENTRO la cassa.
Poi invece la scheda lettore MP3 + controllo la mettero solidale alla cassa, sopra.

Dietro un bel connettore per alimentazione da rete.

Mi rimane poi da misurare assorbimento sul 28V nel caso di massima potenza e capire se avrà senso prevedere l'alimentazione a batteria.

Cercherò nei prossimi giorni di postare qualche foto.

Ciao!
Stefano
"perché un uomo è grande, GRANDE davvero, quando ritorna bambino di nuovo". Zecchino d'oro '87
Avatar utente
Foto UtenteSte75
2.450 7 13
Master
Master
 
Messaggi: 214
Iscritto il: 7 dic 2007, 12:31
Località: Monza e Brianza

0
voti

[25] Re: Vas altoparlante e cassa acustica

Messaggioda Foto UtenteFedericoSibona » 9 mag 2013, 17:46

Ste75 ha scritto: Adesso devo pensare ai fissaggi delle due schede (ampli e SMPS) che metteò DENTRO la cassa.

Personalmente sconsiglerei di mettere all'interno l'elettronica per i seguenti motivi:
- in caso di intervento è scomodo dover aprire la cassa acustica, che dovrebbe essere sigillata.
- il calore dell'elettronica, potrebbe, dilatando l'aria interna, spostare la posizione di riposo dei coni degli altoparlanti mandandoli a lavorare in posizione diversa da quella di progetto (distorsione).
Metterei l'elettronica in una specie di gobba/scatola esterna posteriore in legno o in metallo con qualche piccola feritoia o foro per l'aerazione. Se pensi che i bimbi possano infilare qualcosa di metallico nei fori, fai una doppia parete con fori/feritoie sfalsati.
Avevamo detto che le misure dovevano essere diverse e invece, se vedo bene, l'altezza (con la paratia) e la profondità di ogni vano verranno praticamente uguali, vabbè non è Hi-Fi :-)
Avatar utente
Foto UtenteFedericoSibona
5.022 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3953
Iscritto il: 19 mar 2013, 11:43

0
voti

[26] Re: Vas altoparlante e cassa acustica

Messaggioda Foto UtenteFedericoSibona » 9 mag 2013, 20:07

Dimenticavo, l'alimentatore da 25W non mi pare sufficiente per un 15W+15W (che credo che, con quel chip e quella tensione di alimentazione, siano effettivi).
Avatar utente
Foto UtenteFedericoSibona
5.022 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3953
Iscritto il: 19 mar 2013, 11:43

0
voti

[27] Re: Vas altoparlante e cassa acustica

Messaggioda Foto Utentemarco438 » 9 mag 2013, 21:06

FedericoSibona ha scritto:Dimenticavo, l'alimentatore da 25W non mi pare sufficiente per un 15W+15W (che credo che, con quel chip e quella tensione di alimentazione, siano effettivi).

A me, questo alimentatore piacerebbe vederlo (naturalmente in schema).
marco
Avatar utente
Foto Utentemarco438
37,0k 7 11 13
-EY Legend-
-EY Legend-
 
Messaggi: 16328
Iscritto il: 24 mar 2010, 15:09
Località: Versilia

0
voti

[28] Re: Vas altoparlante e cassa acustica

Messaggioda Foto UtenteSte75 » 10 mag 2013, 9:40

FedericoSibona ha scritto:Dimenticavo, l'alimentatore da 25W non mi pare sufficiente per un 15W+15W (che credo che, con quel chip e quella tensione di alimentazione, siano effettivi).


Ciao Federico,
ho aumentato il valore della tensione di uscita per avere una minore distorsione.
Però l'idea sarà di NON superare una potenza massima di 10W per canale.
Da data sheet mi danno, con una distorsione del 1% a 24 V, 8W per canale. Mi aspetto che alimentato a 28V posso permettemi qualcosina in più (stando a quella distorsione).
Questo non perché mi interessi questo 1% di THD+N ma semplicemente perché quello è l'alimentatore che ho a disposizione.
In altri termini, cerco di ottenere il meglio sapendo che ho a disposizione quell'alimentatore (20W contunui, 25W di picco. :D

marco438 ha scritto:A me, questo alimentatore piacerebbe vederlo (naturalmente in schema).


Ciao Marco438, non "me la sento" di postare lo schema perché è un progetto di lavoro... ;-)
L'alimentatore è comunque un classico flyback, dimensionato per il range europeo come Vin.
Cin di bulk, 20uF (diviso in due da 10uF, 400V).
Fitro EMI.
La frequenza di switching (fissa) è 67kHz, duty variabile (non sto a fare nome del prodotto ma è uno degli standard... :-) )
Il magnetico è dimensionato su un EF20. Secondario avvolto con TEX-E.

Potrebbe sembrare un "po pochino" un EF20 per un 20-25W ma termicamente se non saliamo sopra Tamb 40°C e se la potenza erogata non è costante (come potrebbe essere un carico LED sempre accesi) ma temporanea (nel mio caso al max va per una oretta continua), le temperature misurate sono tutte accettabili.
Ovviamente ho il vantaggio delle minori dimensioni.

- Diodo di uscita, fast da 2A.
- Cond uscita 2x 470uF.
- Poi c'è Opto + 431 per feedback qualche protezione sulla rete.
- R sense per limitazione in potenza (settato a circa 30W per evitare intervento Snubber su primario con RC
- Protezione all'accensione - ho notato che all'accensione ho un picco di assorbimento dall'ampli classe D)

Nulla di più.

A blocchi è questo (non c'è lo snubber ma uno zener e manca retroazione):


Come promesso allego qualche foto (scusate la qualità ma ho fatto di fretta :-| ):

uno.JPG
uno.JPG (62.82 KiB) Osservato 2891 volte


due.JPG
due.JPG (55.8 KiB) Osservato 2891 volte


Innazitutto vedete che il pannello posteriore lo "avvito e svito" alla cassa con 5 viti, questo per poterla aprire facimente. Incollerò sulla cornice un gommino per far maggiore tenuta sulla chiusura.

I fili li farò passare tra sopra e sotto facedo dei piccoli spazi sulla paratia.

L'alimentazione (230Vac) verrà fornita da connettore a pannello in modo da non avere fili volanti collegati fissi.

I cavi verso USB e scheda controllo (alimentazione 28V e segnale audio) li farò passare tramite un foro sul pannello superiore, dove poi fuori metterò queste altre schede.

Nelle foto vedete anche l'alimentatore (che poi avrà il suo contenitore) e la schedina di controllo per Vmusic2.

Per quanto riguarda il montaggio dell'elettronica... "rischio" a lasciarla dentro :( . Non posso aumentare l'ingombro totale della cassa.
Considerando che che le potenze non sono poi cosi eccessive e che appunto il funzionamento non è continuo, provo cosi.
Se dovessi accorgermi di qualche cosa, vedrò che fare...

Ciao e grazie per supporto!
Stefano O_/
"perché un uomo è grande, GRANDE davvero, quando ritorna bambino di nuovo". Zecchino d'oro '87
Avatar utente
Foto UtenteSte75
2.450 7 13
Master
Master
 
Messaggi: 214
Iscritto il: 7 dic 2007, 12:31
Località: Monza e Brianza

0
voti

[29] Re: Vas altoparlante e cassa acustica

Messaggioda Foto UtenteFedericoSibona » 10 mag 2013, 10:36

Resto dell'idea che un alimentatore da 1A (anche meno) per quell'amplificatore sia troppo poco.
E' inutile aumentare la tensione se poi non gli dai corrente, anzi aumentando la tensione aumenta anche la richiesta di corrente.

Comunque se ti accontenterai di tenere il volume basso.....
Avatar utente
Foto UtenteFedericoSibona
5.022 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3953
Iscritto il: 19 mar 2013, 11:43

0
voti

[30] Re: Vas altoparlante e cassa acustica

Messaggioda Foto UtenteSte75 » 10 mag 2013, 11:16

FedericoSibona ha scritto:... anzi aumentando la tensione aumenta anche la richiesta di corrente.


Attenzione che il classe D lavora "in switching"... non in lineare.

Uno dei vantaggi dello switching (in questo caso l'amplificatore) è che "lavora a potenza costante" (cosi come un alimentatore switching).
Cioè avviene una "conversione di energia" salvo le perdite.
Quindi a parte le perdite che ne determinano il rendimento (e che potrebbero si essere funzione della potenza erogata, ma leggermente) possiamo scrivere:

Pin = Pout/\eta

Con
\eta =rendimento.

Poi

Pin = Vin*Iin
quindi

Iin = \frac{{Pin}}{{Vin}}

cioè aumentando la Vin la corrente scende

Da questa curva del data sheet dell'integrato

rendim.PNG
rendim.PNG (15.31 KiB) Osservato 2883 volte


vedi che praticamente siamo intorno al 90% anche al variare della potenza erogata (considera la curva a 24 V). Le tre curve dimostrano che passando da 12V a 24 V di alimentazione il redimento è bene o male lo stesso quindi appunto, al variare della alimentazione potenza richiesta è sempre la stessa.

Esempio:
Voglio Pout= 10+10W = 20W
Pin sarà circa 23W (20/0.9)
Aggiungo un altro Watt assorbito dalla parte di controllo musica, 24W,

L'alimentatore è comunque da 25W.

Con Vin=28V ho una corrente richiesta di 0.72 A.

La cosa NON varrebbe se l'amplificatore fosse lineare...

FedericoSibona ha scritto:Comunque se ti accontenterai di tenere il volume basso.....


Infatti ho comunque misurato la corrente sul 28V ad un livello sonoro che per me è decisamente abbastanza: Ero intorno al mezzo ampere, quindi sono tranquillo.

Comunque dai, provo a finire il tutto e poi dico come "è andata" !
Ciao ciao!
Stefano
"perché un uomo è grande, GRANDE davvero, quando ritorna bambino di nuovo". Zecchino d'oro '87
Avatar utente
Foto UtenteSte75
2.450 7 13
Master
Master
 
Messaggi: 214
Iscritto il: 7 dic 2007, 12:31
Località: Monza e Brianza

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica e spettacolo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti