Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Chiarimenti sui concetti base dell' amp. operazionale

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente

3
voti

[31] Re: Chiarimenti sui concetti base dell' amp. operazionale

Messaggioda Foto Utenteadmin » 18 nov 2013, 13:24

obiuan ha scritto:
PS: ma per mettere la firma ci vuole un tot di reputazione o sono io fesso che non lo trovo nelle impostazioni del profilo?


Pannello di Controllo utente/Profilo/Modifica firma (opzione colonna di sinistra)
Avatar utente
Foto Utenteadmin
182,7k 9 12 17
Manager
Manager
 
Messaggi: 11329
Iscritto il: 6 ago 2004, 13:14

1
voti

[32] Re: Chiarimenti sui concetti base dell' amp. operazionale

Messaggioda Foto Utenteobiuan » 18 nov 2013, 13:26

PietroBaima ha scritto:Il problema è che per te è necessario avere impedenza d'ingresso infinita, che la tensione differenziale sia nulla solo quando la reazione è negativa ecc... quando in realtà non è vero, per i motivi che ti ho già scritto.Sono ipotesi superflue. Foto UtenteDirtyDeeds stava dicendo solo questo.


Ho capito questo che diceva DirtyDeeds, E infatti proprio su quello non sono d'accordo. Ora, se secondo te un modello che non richiede una reazione negativa per avere tensione differenziale di ingresso nulla, è un modello ancora "valido che si avvicina alla realtà", allora su questo posso non essere d'accordo, non trovi?

PietroBaima ha scritto:Ti ricordo che ci sta seguendo Foto Utentenyky93 che di opinioni ne ha parecchie, in attesa di certezze.


appunto...se ti sembra che parlare di matrici 2x2 e amplificatori che mantengono gli ingressi alla stessa tensione senza reazione possa aiutare un novizio...

PietroBaima ha scritto:PS: per editare la tua firma puoi cliccare qui. La trovi nel pannello di controllo utente. Non è richiesto alcun minimo di reputazione.


oh grazie, ora vedo :)
_______________________________________________________
Gli oscillatori non oscillano mai, gli amplificatori invece sempre

Io HO i poteri della supermucca, e ne vado fiero!
Avatar utente
Foto Utenteobiuan
5.824 2 10 12
Master
Master
 
Messaggi: 930
Iscritto il: 23 set 2013, 23:45

2
voti

[33] Re: Chiarimenti sui concetti base dell' amp. operazionale

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 18 nov 2013, 13:34

obiuan ha scritto:Ho capito questo che diceva DirtyDeeds, E infatti proprio su quello non sono d'accordo. Ora, se secondo te un modello che non richiede una reazione negativa per avere tensione differenziale di ingresso nulla, è un modello ancora "valido che si avvicina alla realtà", allora su questo posso non essere d'accordo, non trovi?

Invece non puoi non essere d'accordo. perché fai una ipotesi errata.
Tu ipotizzi che esista un amplificatore a guadagno infinito e ipotizzi che non si avvicini alla realtà perché non richiede una reazione negativa.
L'errore è sulla base: è l'amplificatore a guadagno infinito che non esiste.
Se esistesse davvero, per quanto possa sembrare strano, non ci sarebbe bisogno di distinguere tra reazione positiva e negativa. E' strano solo perché non abbiamo mai avuto davvero per le mani A infinita.

obiuan ha scritto:appunto...se ti sembra che parlare di matrici 2x2 e amplificatori che mantengono gli ingressi alla stessa tensione senza reazione possa aiutare un novizio...

Di matrici 2x2 ne stavo parlando a te, per farti ragionare sui tuoi errori, in modo da farteli ammettere e poter spiegare insieme, al nuovo utente, come stiano le cose.
Se ami la verità devi ammetterlo. Questo farà solo salire la stima altrui per te. Null'altro.

Ciao,
Pietro.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
78,9k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9800
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[34] Re: Chiarimenti sui concetti base dell' amp. operazionale

Messaggioda Foto Utenteobiuan » 18 nov 2013, 14:42

Ho parlato a un collega di questa discussione....mi ha risposto "tanto vale che parliate dei motori a curvatura".

E mi sa che ha ragione.

In ogni caso, finché il tuo approccio sarà "farmi capire i miei errori" la discussione non ha senso. E comunque, un amplificazione da 1000000 è molto vicina all'infinito, un componente senza massa è semplicemente ridicolo....il motore a curvatura è più realistico.

E qui chiudo davvero
Ciao obi
_______________________________________________________
Gli oscillatori non oscillano mai, gli amplificatori invece sempre

Io HO i poteri della supermucca, e ne vado fiero!
Avatar utente
Foto Utenteobiuan
5.824 2 10 12
Master
Master
 
Messaggi: 930
Iscritto il: 23 set 2013, 23:45

1
voti

[35] Re: Chiarimenti sui concetti base dell' amp. operazionale

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 18 nov 2013, 14:49

obiuan ha scritto:In ogni caso, finché il tuo approccio sarà "farmi capire i miei errori" la discussione non ha senso.

Purtroppo comincio a pensarlo anche io, purtroppo.

Ciao,
Pietro.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
78,9k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9800
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

1
voti

[36] Re: Chiarimenti sui concetti base dell' amp. operazionale

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 18 nov 2013, 16:40

Discussione, inerente la firma, separata da questo thread e portata qui.

Ciao,
Pietro.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
78,9k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9800
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

Precedente

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Majestic-12 [Bot], MSN [Bot] e 90 ospiti