Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Chiarezza esercizio Mosfet

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[21] Re: Chiarezza esercizio Mosfet

Messaggioda Foto Utenterusty » 10 dic 2013, 23:23

IsidoroKZ ha scritto:Invece dal punto di vista del piccolo segnale dimezza il guadagno del soure comune, rispetto al caso di source collegato direttamente al potenziale di riferimento.


Foto UtenteIsidoroKZ, perché allora quando tolgo M2, e collego direttamente il source di M1 a riferimento, ho una forte attenuazione del segnale iniettato in gate(M1), mentre lasciando il circuito cosi' com'è e iniettando una sinusoide da 100mV peak-to-peak, come precedentemente schematizzato, ho invece un forte guadagno?

Mi sfuggono un bel po' di cose, o il simulatore fa errori grossolani da doverlo disinstallare ;-)

Scusa per la lunghezza della sentence :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utenterusty
4.077 2 9 11
Utente disattivato per decisione dell'amministrazione proprietaria del sito
 
Messaggi: 1578
Iscritto il: 25 gen 2009, 13:10

3
voti

[22] Re: Chiarezza esercizio Mosfet

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 10 dic 2013, 23:27

Se togli solo il MOS sul source cambi completamente la polarizzazione e il MOS rimasto va in zona triodo. Dopo che hai tolto il MOS di sotto devi ridurre la tensione di gate in modo da mantenere la stessa correte di drain. Da quanto detto prima devi dimezzare la tensione di gate.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
103,8k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18457
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[23] Re: Chiarezza esercizio Mosfet

Messaggioda Foto Utenterusty » 10 dic 2013, 23:32

E' vero non ci avevo fatto caso, che idiota.
In fin dei conti, semplicemente polarizzando correttamente il primo MOS, who care about M2?
Voglio dire, a questo punto, qual è lo scopo di fare un circuito del genere, a cosa puo' servire un MOS messo a diodo in questo schema, in quella posizione?

Grazie O_/
Avatar utente
Foto Utenterusty
4.077 2 9 11
Utente disattivato per decisione dell'amministrazione proprietaria del sito
 
Messaggi: 1578
Iscritto il: 25 gen 2009, 13:10

0
voti

[24] Re: Chiarezza esercizio Mosfet

Messaggioda Foto Utentejordan20 » 11 dic 2013, 11:13

Ok recepito Foto UtenteIsidoroKZ :ok: Grazie
"Lo scienziato descrive ciò che esiste, l'ingegnere crea ciò che non era mai stato."
(T. von Kármán)
Avatar utente
Foto Utentejordan20
12,8k 4 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1530
Iscritto il: 13 lug 2011, 12:55
Località: Palermo

0
voti

[25] Re: Chiarezza esercizio Mosfet

Messaggioda Foto Utentemavesla » 11 dic 2013, 12:59

jordan20 ha scritto:perché a posto della resistenza di degenerazione, che è un carico (elemento) passivo,

Grazie!! :D Quindi in pratica sbaglio se associo la parola "carico" al nodo di uscita ? (Per quello prima non capivo bene.. :cry: )
Avatar utente
Foto Utentemavesla
175 2 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 72
Iscritto il: 19 ott 2013, 11:45

3
voti

[26] Re: Chiarezza esercizio Mosfet

Messaggioda Foto Utenteobiuan » 11 dic 2013, 17:37

mavesla ha scritto:
jordan20 ha scritto:perché a posto della resistenza di degenerazione, che è un carico (elemento) passivo,

Grazie!! :D Quindi in pratica sbaglio se associo la parola "carico" al nodo di uscita ? (Per quello prima non capivo bene.. :cry: )


beh non è che sbagli in generale...se si parla del carico di un amplificatore, si intende quello collegato all'uscita, come pensavi tu. Se però si parla del carico collegato all'emettitore, ovviamente si intende quanto collegato all'emettitore...quindi, ove non specificato è come pensavi tu, ma in generale con "carico" si può intendere l'impedenza verso massa (o verso l'alimentazione, per il segnale) di un qualsiasi punto del circuito.
_______________________________________________________
Gli oscillatori non oscillano mai, gli amplificatori invece sempre

Io HO i poteri della supermucca, e ne vado fiero!
Avatar utente
Foto Utenteobiuan
5.824 2 10 12
Master
Master
 
Messaggi: 930
Iscritto il: 23 set 2013, 23:45

0
voti

[27] Re: Chiarezza esercizio Mosfet

Messaggioda Foto Utentemavesla » 11 dic 2013, 22:48

obiuan ha scritto:
mavesla ha scritto:
jordan20 ha scritto:perché a posto della resistenza di degenerazione, che è un carico (elemento) passivo,

Grazie!! :D Quindi in pratica sbaglio se associo la parola "carico" al nodo di uscita ? (Per quello prima non capivo bene.. :cry: )


beh non è che sbagli in generale...se si parla del carico di un amplificatore, si intende quello collegato all'uscita, come pensavi tu. Se però si parla del carico collegato all'emettitore, ovviamente si intende quanto collegato all'emettitore...quindi, ove non specificato è come pensavi tu, ma in generale con "carico" si può intendere l'impedenza verso massa (o verso l'alimentazione, per il segnale) di un qualsiasi punto del circuito.

:ok: :D
Avatar utente
Foto Utentemavesla
175 2 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 72
Iscritto il: 19 ott 2013, 11:45

Precedente

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 41 ospiti