Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Spia sempre accesa

Circuiti, campi elettromagnetici e teoria delle linee di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteEdmondDantes

0
voti

[11] Re: Spia sempre accesa

Messaggioda Foto Utentemir » 27 gen 2014, 20:36

MARCO VARONE ha scritto:finecorsa al portone del box che mi segnali attraverso una spia,... se il portellone è aperto o chiuso....il fenomeno si manifesta anche in questo caso: quando l'interruttore è aperto, la spia è lievemente accesa, quando l'interruttore è chiuso, ovviamente la luce è molto più forte.

se il tipo di lampadina utilizzata è del tipo al gas (neon) direi che è normale,si dovrebbe utilizzare una spia di indicazione per tensione di rete,o fare attenzione nell'interrompere la fase con il finecorsa e non il neutro.
MARCO VARONE ha scritto:nel caso del relè che in questo caso...

bisognerebbe aver chiaro come siano state realizzate le connessioni,ed il tipo di lampadine/pulsanti utilizzate,
MARCO VARONE ha scritto: l'assorbimento della lampadina ed era circa 2uA.

potrei sbagliare, ma credo sia molto piccolo l'ordine di grandezza (\mu A) citato per essere apprezzato, con quale strumento hai rilevato la misura ?
MARCO VARONE ha scritto:La resistenza in parallelo alla lampada è una soluzione...

può essere, se il valore del resistore è tale da offrire un percorso migliore alla piccola ed "ipotetica" intensità di corrente in gioco,a questo punto bisognerebbe chiedersi quale sia il valore corretto ...
-----
lampada spia 230 V 50 Hz
Avatar utente
Foto Utentemir
64,0k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 21308
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[12] Re: Spia sempre accesa

Messaggioda Foto UtenteMARCO VARONE » 3 feb 2014, 18:37

Ho interrotto la fase e non il neutro, proprio per paura che ne fosse la causa...

Lo strumento che ho utilizzato è un tester analogico ICE

Stavo pensando eventualmente un autotrasformatore o un trasformatore toroidale piccolino in cui passano i fili, potrebbe essere una soluzione alternativa alla resistenza?

Grazie
Avatar utente
Foto UtenteMARCO VARONE
10 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 51
Iscritto il: 2 ago 2007, 9:10

0
voti

[13] Re: Spia sempre accesa

Messaggioda Foto Utentemir » 3 feb 2014, 22:08

MARCO VARONE ha scritto:Lo strumento che ho utilizzato è un tester analogico ICE

apprezzare 2 \mu A su un fondo scala di 250 \mu A la vedo un po' dura, però...
MARCO VARONE ha scritto:Ho interrotto la fase e non il neutro, proprio per paura che ne fosse la causa...

allora non vedo come possa accendersi la spia,
MARCO VARONE ha scritto:Stavo pensando eventualmente un autotrasformatore o un trasformatore toroidale ....

non credo siano realizzabili queste soluzioni, forse è il caso di rivedere attentamente tutta la parte di impianto interessata.
Avatar utente
Foto Utentemir
64,0k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 21308
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[14] Re: Spia sempre accesa

Messaggioda Foto UtentePepito » 3 feb 2014, 22:53

mir ha scritto:
MARCO VARONE ha scritto:Lo strumento che ho utilizzato è un tester analogico ICE

apprezzare 2 \mu A su un fondo scala di 250 \mu A la vedo un po' dura, però...


Però se è il 680R è sempre un gran tester... :D

ciao

PSQ
_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_

Pepito Sbazzeguti
"gratta il Pepito e troverai il Pepone"
Avatar utente
Foto UtentePepito
1.754 6 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 493
Iscritto il: 29 set 2012, 16:49

0
voti

[15] Re: Spia sempre accesa

Messaggioda Foto UtenteMARCO VARONE » 4 feb 2014, 22:04

Allora, ho fatto altre prove interessanti:
Ho preso una spia led e l'ho sostituita con quella al neon e fa la stessa cosa (rimane accesa).
Poi ho provato a scollegare anche il neutro oltre che la fase, e la lampadina non si accende più. Allora ho effettuato le seguenti misure:
Tra fase e neutro 222vcirca
Tra fase e terra circa 219vcirca
Tra neutro e terra circa 3v!!! Sono quei 3 volt che trovo sulla lampadina spia che rimane accesa a fase aperta....
Ora, c'entra qualcosa il fatto che il neutro non è a zero? Se è così perché solo queste lampadine spia si accendono flebilmente quando dovrebbero essere spente, e non accade con le altre lampadine che ho in casa?
In fine, da dove vengono questi 3v?
Grazie
Avatar utente
Foto UtenteMARCO VARONE
10 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 51
Iscritto il: 2 ago 2007, 9:10

1
voti

[16] Re: Spia sempre accesa

Messaggioda Foto UtentePepito » 4 feb 2014, 23:20

Ciao.
Dunque, i 3 V (con la maiuscola... :D ) arrivano dal fatto che la distribuzione in Italia è per la maggior parte TT. Questo significa che il neutro è distribuito e viene messo a terra solo in cabina di trasformazione (viene messo a terra il centro-stella del trasformatore). La terra non è un conduttore perfetto, quindi la caduta di potenziale dovuta alle correnti di neutro causa una piccola (a volte nemmeno troppo...) tensione tra il neutro che ti arriva a casa (e che fa un bel po' di metri prima di entrarti in casa) e la terra c'è in casa tua. In soldoni il neutro è messo a terra in un punto che è a centinaia di metri dal tuo dispersore di casa. Inoltre il tuo impianto di terra non è praticamente percorso da corrente, mentre i cavi di neutro si.
La domanda è piuttosto un'altra nel tuo caso: se da un lato della lampadina hai il neutro a 3 V rispetto a terra, permanentemente collegato, come si accoppia con la terra l'altro capo della lampadina?
ciao

PSQ
_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_

Pepito Sbazzeguti
"gratta il Pepito e troverai il Pepone"
Avatar utente
Foto UtentePepito
1.754 6 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 493
Iscritto il: 29 set 2012, 16:49

0
voti

[17] Re: Spia sempre accesa

Messaggioda Foto UtenteMARCO VARONE » 4 feb 2014, 23:29

Bella domanda!!!
E adesso? Secondo te cosa può essere?
Avatar utente
Foto UtenteMARCO VARONE
10 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 51
Iscritto il: 2 ago 2007, 9:10

0
voti

[18] Re: Spia sempre accesa

Messaggioda Foto UtentePepito » 4 feb 2014, 23:39

MARCO VARONE ha scritto:Bella domanda!!!
E adesso? Secondo te cosa può essere?


Se ti rispondo "bella domanda!!!" sono ripetitivo? :D

A parte gli scherzi, probabilmente (ma ti ripeto, è più divinazione che elettrotecnica ciò che dico...) hai una piccola dispersione verso terra. Talmente piccola che non è rilevata dal differenziale quando ci colleghi la fase. E' l'unica cosa che mi viene in mente.
Se ne hai la possibilità potresti provare a scollegare risalendo verso il micro per capire almeno se è una dispersione dovuta magari a qualche tratto malandato oppure se è un fenomeno distribuito lungo il collegamento.
ciao

PSQ
_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_-^-_

Pepito Sbazzeguti
"gratta il Pepito e troverai il Pepone"
Avatar utente
Foto UtentePepito
1.754 6 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 493
Iscritto il: 29 set 2012, 16:49

0
voti

[19] Re: Spia sempre accesa

Messaggioda Foto Utentemir » 5 feb 2014, 21:54

riepilogando (ammesso di non aver commesso errori di interpretazione dati)...il circuito in questione è il seguente:

ed il problema è la lampadina spia che rimane sempre accesa,seppur con lieve luminosità come giustificato anche dalle misure:

ora è evidente che il circuito N-Lamp-F debba chiudersi in qualche modo perché si abbia quella lieve luminosità, e se il micro elettromeccanico in serie ha i contatti aperti, ho c'è un difetto di isolamento su questi ultimi, o un accoppiamento capacitivo sui conduttori ..altre soluzioni non mi vengono in mente.
Avatar utente
Foto Utentemir
64,0k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 21308
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[20] Re: Spia sempre accesa

Messaggioda Foto UtenteMARCO VARONE » 5 feb 2014, 23:50

Ho fatto altre prove (tante prove) e sono arrivato alle seguenti conclusioni:
Il finecorsa si trova al piano seminterrato mentre la lampadina si trova a circa 20 metri di canaline nei muri, di distanza.
Ho provato a misurare la tensione ai capi della lampadina e ci sono quei circa 3V, poi ho staccato la fase al finecorsa (al piano di sotto), intendo dire proprio scollegato completamente il finecorsa (entrambi i fili) per scongiurare una dispersione: fatto questo la lampadina si accende ugualmente.
Poi ho staccato il neutro dal piano sotto (dove si trova il finecorsa e da dove partono sia la fase che il neutro), e ai capi della lampadina non c'è più tensione e ovviamente non si accende più.
Allora sono arrivato anche io ad una conclusione simile alla tua, ci deve essere una dispersione nelle canaline oppure il circuito si chiude attraverso una capacità parassita tra fili.
E secondo me la causa e proprio questa, perché ho anche provato a interrompere a metà circa il filo di fase, intercettandolo in una cassetta di derivazione e con questo filo lungo la metà, la lampadina si accende ma in maniera quasi impercettibile.
Sono quindi arrivato alla conclusione che il filo di fase si comporta come l'armatuta di una condensatore e riducendone la superficie il passaggio di cariche elettriche si riduce.

Vi sembra una giusta considerazione o è una cosa strampalata?
Scusate il poema ma non ci dormivo la notte....
Avatar utente
Foto UtenteMARCO VARONE
10 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 51
Iscritto il: 2 ago 2007, 9:10

PrecedenteProssimo

Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 21 ospiti