Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Relè fasometrici

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

0
voti

[1] Relè fasometrici

Messaggioda Foto UtenteSapgnaboy85 » 18 feb 2014, 21:17

Salve a tutti. Volevo porvi un quesito relativo ad alcuni miei dubbi sui relè fasometrici o regolatori automatici del fattore di potenza.
1 Che differenza c'è tra un relè fasometrico di tipo MATEMATICO ed uno GEOMETRICO.
2 Che cosa è il rapposto C/K

Grazie anticipatamente.
Avatar utente
Foto UtenteSapgnaboy85
35 1 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 72
Iscritto il: 28 mag 2010, 9:41

0
voti

[2] Re: Relè fasometrici

Messaggioda Foto Utentemagoxax » 18 feb 2014, 23:21

2 Che cosa è il rapporto C/K

E' il rapporto tra il valore espresso in kvar della prima batteria (C) ed il rapporto del TA (K).

Per quanto riguarda la domanda 1... non mai sentito i termini "tipo matematico" e "tipo geometrico".

P.S.
Attenzione con la terminologia; per "relè fasometrico" si intendono i relè che misurano il cosphi e non le centraline di rifasamento.
Avatar utente
Foto Utentemagoxax
2.589 2 3 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1156
Iscritto il: 18 mar 2009, 14:56

0
voti

[3] Re: Relè fasometrici

Messaggioda Foto Utenteeliop » 19 feb 2014, 6:50

I regolatori di cos-fi possono lavorare in modo lineare ,in cui i gradini vengono in progressione da sinistra a destra
secondo il numero di step e disinseriti in modo inverso partendo dall'ultimo.
Oppure in modo standard in cui il regolatore calcola e sceglie liberamente il gradino da inserire seguendo una logica interna,credo che con i termini "Matematico e geometrico" si riferisse a questi due modi di funzionamento.
Avatar utente
Foto Utenteeliop
340 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 115
Iscritto il: 12 dic 2011, 23:16

2
voti

[4] Re: Relè fasometrici

Messaggioda Foto UtenteMASSIMO-G » 19 feb 2014, 9:00

Matematico dovrebbe significare che le singole frazioni (cariche) inserite sono uguali tra loro e geometrico che la potenza delle cariche inserite segua la proporzione geometrica 1,2,4,8, 16 ect.
Nelle centraline moderne il parametro C/K è sparito , si inserisce il valore del TA, il valore della batteria piu piccola e il coefficiente di ogni step, ovvero di ogni gradino, in rapporto a questa ultima. Se la prima carica è da dieci kvar e la seconda da venti per il secondo gradino si imposta due ad esempio. Poi per i modi di funzionamento ci sono tantissime possibilità, volendo le moderne centraline di rifasamento hanno una quarantina di parametri da impostare, anche se per un normale funzionamento standart quelli da considerare possono essere molti meno.
Avatar utente
Foto UtenteMASSIMO-G
13,1k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2678
Iscritto il: 20 set 2004, 8:31
Località: PIACENZA


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 49 ospiti