Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Dimensionamento diodo di sicurezza.

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[1] Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto UtenteIho » 11 apr 2014, 21:12

Ho un componente a 24 VDC che assorbe, facciamo 25 A, e vorrei mettere sul negativo un diodo in modo tale che, nel caso in cui il cablatore sbagli e inverta la polarità dell'alimentazione, non bruci tutte cose.
Come andrebbe dimensionato questo diodo?

PS:
non mi funziona la funzione cerca, non so perché.
Scusate se il topic è un clone di un altro.
Avatar utente
Foto UtenteIho
206 1 3 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 589
Iscritto il: 8 ott 2008, 11:15
Località: Pulsano

2
voti

[2] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto Utentegeppou » 11 apr 2014, 22:04

Ciao Iho
devi tenere conto di tre considerazioni :
  • quando la tensioni del tuo circuito viene invertita il diodo deve entrare in interdizione così far scorrere nel circuito una corrente quasi nulla(ininfluente per il circuito) e poter resistere ad una tensione inversa di almeno 24 V
  • quando il tuo circuito viene invece alimentato correttamente,il diodo verrà attraversato da tutta la corrente necessaria al circuito, nel tuo caso 25A chiamata I_d, e dovrà essere in grado di sopportarla inoltre per accendersi ha bisogno di una piccola tensione chiamata V_f pari a poche centinaia di mV o qualche V,dipende da quanta corrente lo attraversa, che verrà sottratta al circuito che dovrai alimentare, per cui il tuo circuito non riceverà più 24 V ma 24 V - V_f
  • l'ultima considerazione riguarda la potenza che il diodo deve dissipare: quando il diodo si trova in stato di interdizione(prima considerazione) la potenza dissipata dal diodo e' trascurabile, quando invece e' acceso(seconda considerazione) non deve essere trascurata e vale V_f * I_d pertanto il tuo diodo deve essere in grado di dissipare questa potenza
Spero di essere stato chiaro
ciao O_/
Avatar utente
Foto Utentegeppou
110 3
 
Messaggi: 45
Iscritto il: 2 apr 2014, 12:45

1
voti

[3] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto UtentePioz » 11 apr 2014, 22:07

Ciao. Forse è meglio se specifichi di che "componente" si tratta e le sue caratteristiche.
Inoltre il diodo di solito è meglio metterlo sul positivo dell'alimentazione, perché sul negativo perdi il riferimento rispetto al negativo dell'alimentazione.
Avatar utente
Foto UtentePioz
395 4 8
Expert
Expert
 
Messaggi: 508
Iscritto il: 11 ago 2011, 21:56

0
voti

[4] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto UtenteIho » 11 apr 2014, 22:24

geppou ha scritto:Ciao Iho
devi tenere conto di tre considerazioni
Spero di essere stato chiaro


chiarissimo, grazie mille.
Per la 24 V - V_f non mi preoccupo perché parliamo di componenti di automazione industriale che non hanno chissà quale sensibilità 24 V o 26 vanno lo stesso.
Il mio collega metteva ai tempi dei morsetti, mi pare Legrand, con integrato già un diodo al suo interno ma non so se lo abbia mai scelto con una logica di dimensionamento.
Adesso lo vorrei fare io.

Pioz ha scritto:Inoltre il diodo di solito è meglio metterlo sul positivo dell'alimentazione, perché sul negativo perdi il riferimento rispetto al negativo dell'alimentazione.


mmmm,
non ho capito.
io lo avrei posizionato così come nella foto in cui ho ipotizzato l'errore di cablaggio e il diodo a bloccare l'inversione nella polarità di alimentazione.
Gli schemi si fanno in FidoCadJ
Avatar utente
Foto UtenteIho
206 1 3 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 589
Iscritto il: 8 ott 2008, 11:15
Località: Pulsano

1
voti

[5] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto Utentegeppou » 11 apr 2014, 22:45

Pioz ha scritto:Inoltre il diodo di solito è meglio metterlo sul positivo dell'alimentazione, perché sul negativo perdi il riferimento rispetto al negativo dell'alimentazione.


Quoto :ok:

lo schema corretto e' questo:

Avatar utente
Foto Utentegeppou
110 3
 
Messaggi: 45
Iscritto il: 2 apr 2014, 12:45

5
voti

[6] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto UtenteCandy » 11 apr 2014, 23:11

Mah, mi sembra tutta un forzatura, una inutile inutilità. Quando si costruisce un automatismo, ci di deve preoccupare della sua efficienza nel tempo, prima ancora che dei probabili errori di montaggio; peraltro presenti e da evitare.
Non è con un diodone, inutile, che si evitano errori di montaggio. Un simile diodo, d'altro canto, dissiperebbe sempre i suoi 25 W per tutta la vita del dispositivo, in modo inutile.

Mi sembra tutto inutile.
Avatar utente
Foto UtenteCandy
32,4k 7 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 10138
Iscritto il: 14 giu 2010, 22:54

2
voti

[7] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto Utentegeppou » 11 apr 2014, 23:46

Candy ha scritto:Non è con un diodone, inutile, che si evitano errori di montaggio. Un simile diodo, d'altro canto, dissiperebbe sempre i suoi 25 W per tutta la vita del dispositivo, in modo inutile.

Mi sembra tutto inutile.


Concordo con te al 100%, molto meglio una protezione meccanica in questo caso (classico connettore con innesto non invertibile),ma la domanda chiedeva appunto come va dimensionato un diodo, tra l'altro quei 25A mi sembrano buttati la, non c'è nulla di preciso
Avatar utente
Foto Utentegeppou
110 3
 
Messaggi: 45
Iscritto il: 2 apr 2014, 12:45

0
voti

[8] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto UtenteIho » 12 apr 2014, 14:20

Candy ha scritto:Mah, mi sembra tutta un forzatura, una inutile inutilità. Quando si costruisce un automatismo, ci di deve preoccupare della sua efficienza nel tempo, prima ancora che dei probabili errori di montaggio; peraltro presenti e da evitare.
Non è con un diodone, inutile, che si evitano errori di montaggio. Un simile diodo, d'altro canto, dissiperebbe sempre i suoi 25 W per tutta la vita del dispositivo, in modo inutile.
Mi sembra tutto inutile.


vero ma quando le cose sono fatte di corsa e male, meglio 25 W che 500 e passa euro di scheda.
MA il rapporto disipazione in W del diodo / corrente è 1:1?

molto meglio una protezione meccanica in questo caso (classico connettore con innesto non invertibile)


non lo posso fare perché il cliente entra a monte con due fili che attacca a due morsetti da 4mm2.
Posso mettere i connettori all'ingresso della scheda ma se il cliente inverte la 24 DC a monte non posso farci nulla.


Inoltre il diodo di solito è meglio metterlo sul positivo dell'alimentazione, perché sul negativo perdi il riferimento rispetto al negativo dell'alimentazione.


come funziona questa cosa?
me la potreste spiegare?
Avatar utente
Foto UtenteIho
206 1 3 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 589
Iscritto il: 8 ott 2008, 11:15
Località: Pulsano

2
voti

[9] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto Utentegeppou » 12 apr 2014, 14:44

il diodo subito dopo il positivo dell'alimentazione permette di mantenere il riferimento a 0 volt (GND) per il carico,


il diodo con invece il catodo a massa sposta il riferimento di tutto il carico (in questo caso la tua scheda elettronica) alla tensione di accensione del diodo V_f che può essere per esempio 1V



Di norma si preferisce sempre avere come riferimento GND,la tensione che comunque alimenta il carico e' sempre 24-V_f
Avatar utente
Foto Utentegeppou
110 3
 
Messaggi: 45
Iscritto il: 2 apr 2014, 12:45

0
voti

[10] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto UtenteIho » 12 apr 2014, 18:26

ho capito,
grazie mille.
Avatar utente
Foto UtenteIho
206 1 3 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 589
Iscritto il: 8 ott 2008, 11:15
Località: Pulsano

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 32 ospiti