Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Dimensionamento diodo di sicurezza.

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

1
voti

[11] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto Utentegeppou » 12 apr 2014, 18:33

di niente :ok:
ciao O_/
Avatar utente
Foto Utentegeppou
110 3
 
Messaggi: 45
Iscritto il: 2 apr 2014, 12:45

0
voti

[12] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto UtenteIho » 1 mag 2014, 13:36

ritorno alla questione perché in questi giorni abbiamo avuto dei problemi su alcune macchine.
Come vi dicevo in precedenti post, quando consegniamo delle macchine i cui componenti funzionano a 24 DC, è il cliente stesso che spesso porta la sua 24 DC ai morsetti di ingresso al quadro.
Da questi morsetti poi si "dirama" l'alimentazione alle varie utenze.
Le varie utenze sono molte volte sensori e componenti elettronici piuttosto delicati.
Il problema è che il cliente è spesso "distratto" e abbiamo riscontrato che:
A) distrattamente inverte la polarità della +24 DC
B) distrattamente (cosa ancor più grave) mette la 230 AC al posto della 24 DC (caso raro ma è capitato)
C)ha una 24 "ballerina".

Per vostra esperienza volevo chiedervi se esiste qualche componente molto semplice e poco costoso, già pronto all'uso, che mi permetta di proteggere il circuito nel caso avvengano le "distrazioni" su citate.
Io avevo pensato inizialmente ad un ponte raddrizzatore semplice tipo questo:
Immagine
ma riuscirei solo a bypassare il problema dell'inversione di polarità ma in caso di sovratensione il problema sussisterebbe.
Avatar utente
Foto UtenteIho
206 1 3 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 589
Iscritto il: 8 ott 2008, 11:15
Località: Pulsano

1
voti

[13] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto Utentegammaci » 1 mag 2014, 14:19

Buona soluzione, puoi aggiungere un componente Transzorb fatto appositamente per sistemi a 24
Vedi il datasheet http://www.sensitron.com/data_sheets/SCP-5282-3.pdf
E' un componente ad alta energia (100 kW di potenza di picco) fatto apposta per questi usi, non credo che le serie "normali" dei tz possano dare una protezione efficace. Un fusibile prima di tutti gli utilizzatori (meglio se integrato nella spina), magari a semiconduttore, completa il tutto in maniera ottimale.
La 24 ballerina non ci puoi far niente o quasi O_/
Avatar utente
Foto Utentegammaci
3.768 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1046
Iscritto il: 27 feb 2014, 12:20

0
voti

[14] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto UtenteIho » 1 mag 2014, 18:35

perdona la mia ignoranza, ma il componente che mi hai linkato non ho ben capito cosa fa, protegge dalle sovratensioni e dall'inversione di polarità?
Il fatto che il datasheet indichi 28 VDC quindi 4 volt "piu capiente", non può creare una porta pericolosa?
Altra cosa:
non esiste un interruttore automatico sensibile quanto un fusibille FF ultrarapido?
Avatar utente
Foto UtenteIho
206 1 3 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 589
Iscritto il: 8 ott 2008, 11:15
Località: Pulsano

3
voti

[15] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto Utenteivano » 1 mag 2014, 19:03

inserire un diodo o un ponte in serie all'alimentazione non fa' altro che assorbire potenza inutile.
se vuoi una protezione sicura che non dissipa hai duev strade:
un diodo in contropallalelo all'alimentazione: in caso di inversione della polarita' entra in conduzione facendo intervenire le protezioni a monte.
oppure monti come gia' detto un tranzorb che protegge anche da tensioni elevate e sovratensioni.
Avatar utente
Foto Utenteivano
706 3 4
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 971
Iscritto il: 7 set 2004, 22:27
Località: appiano gentile

1
voti

[16] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto Utentegammaci » 1 mag 2014, 19:04

Si Foto Utenteivano :ok:
Foto UtenteIho, per capire cosa fa ti metto un link alla pagina di wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Transil

In pratica lo puoi visualizzare (non lo è) come due zener in antiparallelo, lui clampa la tensione ad un ben determinato valore.
Se il sistema è a 24 V non puoi pretendere di clippare a 24 V ma devi stabilire una tensione alla quale lui stabilmente conduce e conduce con "forza". La tensione non si alza più di quello :!: Magari diventa rovente tutto, lui compreso, ma la tensione resta quella.
Il datasheet elenca gli impulsi e i valori di tensione e le norme applicabili, es
SAE J1113-11 under following conditions:
174V, 2-ohm up to 150msec
174V, 5-ohm up to 350mses

Quello li clippa a 55 V, e le apparecchiature alimentate dovranno poter resistere a quei 55 V per un determinato tempo. Ovvio che ne puoi trovare uno a 24.0000001 V ma se la 24 e ballerina perché tenersi vicini ad un margine che sai già potrebbe cambiare.
Se mi dai una qualche notizia in piu sulle apparecchiature alimentate e a quali standard relativi all'alimentazione siano state omologate ti posso consigliare sul valore di tensione migliore.
Più vicino sei alla Vcc nominale e maggiore è la probabilità di innesco non voluto della protezione.

Usare un TZ non è l'unico sistema :!: Ad esempio potresti utilizzare un tuo "filtro", visualizzalo come un alimentatore a bassa caduta che però è in grado di aprire la linea di alimentazione a 24 in un tempo tale da "non far passare" l'impulso alle macchine alimentate. Sto teorizzando naturalmente.
Nel mondo delle certificazioni agli standard di qualità si eseguono delle prove normate a livello internazionale. Le case costruttrici producono i componenti adatti e a basso costo che "adeguano" il circuito agli standard. Quelli nel datasheet appunto
Avatar utente
Foto Utentegammaci
3.768 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1046
Iscritto il: 27 feb 2014, 12:20

-1
voti

[17] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto UtenteIho » 1 mag 2014, 19:15

gammaci ha scritto:Se mi dai una qualche notizia in piu sulle apparecchiature alimentate e a quali standard relativi all'alimentazione siano state omologate ti posso consigliare sul valore di tensione migliore.
Più vicino sei alla Vcc nominale e maggiore è la probabilità di innesco non voluto della protezione.


grazie mille.
Diciamo che i componenti a 24 Dc che usiamo noi possono e devono funzionare tra i 19.2 e 27 volt (nel datasheet trovo scritto +/- 10% Vn=24DC ma come limite inferiore, fino a 19.2 ancora funzionano)


comunque se ho capito bene, dovrei fare una cosa del genere:
in ingresso un transil, poi in serie sul positivo un fusibile FF ultrarapido per le sovracorrenti e infine in controparallelo diodo con V inversa 24 DC e I = In del circuito.
Così andrebbe bene?

Esiste un dispositivo che contempla in se tutte queste cose?
Avatar utente
Foto UtenteIho
206 1 3 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 589
Iscritto il: 8 ott 2008, 11:15
Località: Pulsano

0
voti

[18] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto Utenteivano » 1 mag 2014, 22:24

solitamente i circuiti a 24 V usano un alimentatore stabilizzato .
nel caso di circu7ito non stabilizzato generalmente il valore minimo e' 22V quello massimo e' 27 28 v.
comunque dove ci sono componenti elettronici e' bene alimentare il tutto con tensione stabilizzata.
Avatar utente
Foto Utenteivano
706 3 4
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 971
Iscritto il: 7 set 2004, 22:27
Località: appiano gentile

0
voti

[19] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto UtenteIho » 1 mag 2014, 23:06

il discorso è che a volte capita che è il cliente stesso a fornire la 24 DC e quindi parte delle connessioni a 24 DC le deve fare lui stesso con il rischio che faccia errori.
Avatar utente
Foto UtenteIho
206 1 3 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 589
Iscritto il: 8 ott 2008, 11:15
Località: Pulsano

0
voti

[20] Re: Dimensionamento diodo di sicurezza.

Messaggioda Foto UtenteCandy » 1 mag 2014, 23:20

Se sei o siete produttori di dispositivi da alimentare a 24 V in c.c. anche da parte di terzi ed avete il problema della protezione dell'alimentazione contro l'inversione di polarità, allora meno favole rateizzate. Schema e poi si vede che contributo offrire. Altrimenti fine.
Avatar utente
Foto UtenteCandy
32,4k 7 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 10138
Iscritto il: 14 giu 2010, 22:54

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 49 ospiti