Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Alimentatore

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[1] Alimentatore

Messaggioda Foto Utentetempesta » 25 lug 2014, 17:35

Ciao a tutti!!!
allora nuovamente ho un problemino che proprio non riesco a farmene una ragione.

più di 2 anni fa ' ho smesso di fumare grazie alla sigaretta elettronica. fino a qui ok
sempre 2 anni fa dato che fumavo la sigaretta elettronica dalla mattina alla sera la batteria carica mi durava si e no circa 2h di intenso fumo....quindi dato che lavoravo da PC mi sono detto prendo un alimentatore da max 5V ""quello dell'iphone""ci attacco la USB la taglio prendo positivo e negativo ci metto un interruttore in mezzo e alla fine ci attacco un atomizzatore per svapare.. funziono subito!! cosi non avevo più il problema della batteria che si scaricava.
nel passare del tempo l'ho modificato l'ho fatto più carino da vedere ecc... solo che pochi giorni fa il megaproblema...cliccavo il pulsante e non svapava più...cioe'la corrente tensione arrivava sempre 4,8vV ma al momento di arrivare a bruciare il liquido ho un calo di da 4,8vV a 0,2 max 1,2v V che non sono sufficienti per bruciare....mi sono detto amen si e' rotto l'alimetatore... lo sostituisco.... sostituito l'alimentatore con un altro simile ho lo stesso problema la corrente arriva senza assorbimento fino alla fine ma quando metto la resistenza c'e' il calo ho provato le porte USB del PC e anche con quelle nisba non funziona.
ho sostituito svariati vaporizzatori niente non funziona + con l'alimentazione diretta...pero se lo rimonto sulla batteria funziona tutto tranquillamente..avete qualche consiglio ?
grazie come al solito
Avatar utente
Foto Utentetempesta
3 2
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 12 giu 2010, 20:36

0
voti

[2] Re: Alimentatore

Messaggioda Foto UtenteFedericoSibona » 25 lug 2014, 17:42

Che batteria c'era originariamente (quella che durava due ore) e che assorbimento di corrente ha il marchingegno?
Avatar utente
Foto UtenteFedericoSibona
5.022 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3953
Iscritto il: 19 mar 2013, 11:43

0
voti

[3] Re: Alimentatore

Messaggioda Foto Utentetempesta » 25 lug 2014, 18:00

la batteria originale e' una PE 13450 e se non vado errato dovrebbe tirar fuori 3,6vV
Avatar utente
Foto Utentetempesta
3 2
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 12 giu 2010, 20:36

0
voti

[4] Re: Alimentatore

Messaggioda Foto UtenteFedericoSibona » 25 lug 2014, 18:13

Sì, la 13450 (13mm di diametro e 45mm di lunghezza) è una batteria al litio-ioni. In genere hanno capacità di 600/650mAh. Una durata di 2h potrebbe far pensare ad un assorbimento di corrente del marchingegno nell'intorno dei 200mA.

4,8V, 3,7V ecc. sono tensioni non correnti, le correnti si misurano in ampere (A) ;-)

PS: collegare un apparecchio malfunzionante al PC potrebbe essere causa di avarie al PC stesso, io non lo farei ;-)
Avatar utente
Foto UtenteFedericoSibona
5.022 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3953
Iscritto il: 19 mar 2013, 11:43

0
voti

[5] Re: Alimentatore

Messaggioda Foto Utentetempesta » 25 lug 2014, 18:22

si di fatti non lho mai utilizzato sul PC
la stessa batteria a mio padrefunzionava quasi quasi una giornata ero io che ero sproporzionato nell'usarla...
essendo un funzionamento in corto ecco il perché di un alimentatore esterno.

ma ora che non funziona cioe' perché ora non funziona più...
grazie per le risposte
Avatar utente
Foto Utentetempesta
3 2
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 12 giu 2010, 20:36

0
voti

[6] Re: Alimentatore

Messaggioda Foto Utentemaxx » 25 lug 2014, 19:35

L'atomizzatore della sigaretta elettronica ha un a resistenza di 1,5-2,5 ohm (secondo il tipo) e assorbe circa 1,5-2A alla tensione della batteria che se non stabilizzata parte da 4,2 V fino a 3,3V a batteria scarica, per una potenza dissipata di circa 6-7W, il fatto che la batteria duri 2 ore non significa che per due ore aspira continuamente perché sarebbe già morto, è come la sigaretta...
Non capisco come faceva a funzionare all'inizio ma è normale che l'alimentatore dell'iphone si siede
Ci sono in vendita cavi USB con tensione in uscita regolabile 3,5-5vV da utilizzare al posto della batteria ma è sconsigliato collegarli alla USB del PC e tantomeno a quegli adattatori 220v-5vV dc da 500mA per cui sono praticamente inutili a meno che non li si colleghi direttamente all'uscita 5vV dell'alimentatore atx
Avatar utente
Foto Utentemaxx
261 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 137
Iscritto il: 15 apr 2012, 20:28

0
voti

[7] Re: Alimentatore

Messaggioda Foto Utentetempesta » 25 lug 2014, 20:54

GRAZIE per la risposta...
Erano veramente 2 anni e 3 mesi che feci il primo ""prototipo"" di sigaretta elettrica da filo.
con sempre l'alimentatore dell'iphone 5v 1A se non erro!!
i calcoli che hai fatto sono esatti pero' a me funzionava con l'alimentatore dell'iphone e funzionava anche molto bene...
le batterie originali che montano queste sigarette sono da 3,6 /3,7vV 650 mahmAh /900 mahmAh adesso sono arrivate anche a 11oomah quelli che dici tu sono i passthrough USB ne ho 2 in casa e non riescono achessi a funzionare ne con le porte USB del PC ne con i vari alimentatori di iphone che ho in casa..
Ps: il mio vaporizzatore lavora con 3oHm ohm e' un vecchio T2 e le wich le faccio io

OT:
la mia ignioranza nel campo e' infita questo e' un dato di fatto!
Domanda
mettiamo per ipotesi un alimentatore 12v 1A/ un classico alimentatore..
taglio i fili + e - e li collego assieme..
cosa succede dopo 10 minuti che stanno attaccati ??
cosa si scalda nell'alimentatore ?
cosa si rompe nell'alimentatore ?
grazie infinite delle risposte
Ultima modifica di Foto Utentemir il 26 lug 2014, 18:09, modificato 2 volte in totale.
Motivazione: eliminato quoting inutile - leggi le regole del forum
Avatar utente
Foto Utentetempesta
3 2
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 12 giu 2010, 20:36

0
voti

[8] Re: Alimentatore

Messaggioda Foto Utentemaxx » 25 lug 2014, 22:27

Adesso ho capito, usi una resistenza elevata per cui va bene direttamente a 5V per cui ti assorbe 1,67 A dissipando 8,3W. Come calore sarebbe ottimale ma la corrente è oltre la capacità dell'alimentatore, probabilmente ci si avvicina non essendo un uso continuo ma in questo modo stressi l'alimentatore e alla fine l'hai cotto. Ti serve un alimentatore da almeno 2A come QUESTO, sempre che le specifiche siano veritiere, oppure se la usi davanti al PC la colleghi ai 5v dell'alimentatore interno al PC fra i fili rosso e nero

Io ho smesso di usare quelle Ego, uso quella della foto e mi porto dietro una scatolina con 4 batterie 18350 cariche oppure a casa uso la 18650. Potendo impostare la potenza si calcola da sola il tensione ed è piu pratica, poi rimane stabile fino alla fine della carica

Immagine Immagine

p.s. l'alimentatore 12v in corto o si brucia in pochi secondi o va in protezione, secondo come è il circuito
Avatar utente
Foto Utentemaxx
261 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 137
Iscritto il: 15 apr 2012, 20:28

0
voti

[9] Re: Alimentatore

Messaggioda Foto Utentetempesta » 26 lug 2014, 14:23

grazie per la delucidazione!!!

Continuo pero a non capire....
alimentatore "" DEL' iPhone "" eroga 5v 1A ok
una batteria eroga 3,7vV 650 mhamAh
la batteria va a esaurirsi l'alimentatore NO
e fino a qui e' un dato di fatto....

il mio erogatore T2 e' da 3 ohm circa e sta funzionando con la batteria originale da 3,7v 650mha e funziona egreggiamente mezza giornata tranquilla tranquilla...

ritorniamo all'alimentatore 5vV 1A perché non riesce a scaldare più la resistenza del vaporizzatore ?
eppure e' più potente della batteria originale...
mi dite alimentatore ROTTO il telefono continua a caricarlo ma comunque l'ho sostituito con un altro sempre originale iphone.
grazie.
Avatar utente
Foto Utentetempesta
3 2
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 12 giu 2010, 20:36

0
voti

[10] Re: Alimentatore

Messaggioda Foto Utentemir » 26 lug 2014, 15:40

tempesta ha scritto: un classico alimentatore..taglio i fili + e - e li collego assieme..cosa succede dopo 10 minuti che stanno attaccati ??

molto prima dei dieci minuti, ovvero questione di secondi le possibilità sono due:
a-interviene se c'è una protezione da cortocircuito nell'alimentatore e questi si disalimenta nel punto di corto
b-non ci sono protezioni,e nella migliore delle ipotesi l'alimentatore fa "fumo"
nb-mettere insieme due conduttori di alimentazione,realizza un cortocircuito franco, e la cosa oltre che non consigliabile è anche soggetta a seri rischi per l'operatore, pertanto è da ritenersi una manovra "insensata e rischiosa" ;-)
tempesta ha scritto:Continuo pero a non capire....alimentatore "" DEL' iPhone "" eroga 5 V 1A ok ..perché non riesce a scaldare più la resistenza del vaporizzatore ?eppure e' più potente della batteria originale...

perché non è un "alimentatore" ma un "caricabatterie", questi dispositivi sentono in maniera differente il "carico",in questro caso la resistenza ad essi collegata. ;-)
Avatar utente
Foto Utentemir
59,8k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20149
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Feedfetcher e 22 ospiti