Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Edifici diversi e sgancio di emergenza comune?

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

0
voti

[1] Edifici diversi e sgancio di emergenza comune?

Messaggioda Foto UtenteGiuliano58 » 7 ago 2014, 9:49

Buongiorno a tutti,
ho una situazione un po' ingarbugliata e ve le sottopongo un passo per volta :mrgreen:
Partiamo dall'inizio:
gli edifici di una ditta di autotrasporti sono:
- due magazzini di 5000 metri quadro soggetti a prevenzione incendi
- un magazzino di 3000 metri quadri, soggetto a prevenzione incendi e adiacente palazzina uffici di due piani
- i tre edifici sono fisicamente separati da strade interne
- la fornitura avviene in MT con trasformatore di proprietà e Power Center in cabina
- i tre edifici hanno il loro sottoquadri di zona
- lo sgancio di emergenza (più di uno) agisce sull'interruttore generale sul quadro BT in cabina e toglie alimentazione a tutti e tre gli edifici, come richiesto dal VVFF

Ora: uno dei magazzini viene ceduto ad un'altra attività, la fornitura vine fatta da un punto di consegna ENEL in BT, con contatore posto all'interno della cabina di trasformazione esistente.
Il cavo di alimentazione viene "girato" dal Power Center al nuovo interruttore generale di protezione con bobina di sgancio.
Domanda: è corretto che vi siano due sistemi di sgancio di emergenza per le due attività, oppure è ancora necessario togliere alimentazione a TUTTI gli edifici contemporaneamente?
Avatar utente
Foto UtenteGiuliano58
374 1 4 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 548
Iscritto il: 14 ott 2009, 10:06

1
voti

[2] Re: Edifici diversi e sgancio di emergenza comune?

Messaggioda Foto UtenteMike » 7 ago 2014, 10:37

Se le due attività sono separate o compartimentate possono avere due sganci separati, altrimenti lo sgancio deve essere unico per tutti, il pulsante di sgancio di un'attività sgancia anche l'altra e viceversa.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,3k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14141
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[3] Re: Edifici diversi e sgancio di emergenza comune?

Messaggioda Foto UtenteGiuliano58 » 7 ago 2014, 16:49

Mike ha scritto:Se le due attività sono separate o compartimentate possono avere due sganci separati, altrimenti lo sgancio deve essere unico per tutti, il pulsante di sgancio di un'attività sgancia anche l'altra e viceversa.


Si, le due attività sono separate da almeno 20 metri di cortile, e ognuna è un compartimento a sè stante.
Ora in comune hanno solo la cabina di trasformazione ed i cavidotti delle linee di alimentazione.
Oltre ovviamente all'impianto di dispersione
Avatar utente
Foto UtenteGiuliano58
374 1 4 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 548
Iscritto il: 14 ott 2009, 10:06

0
voti

[4] Re: Edifici diversi e sgancio di emergenza comune?

Messaggioda Foto Utentebicio8591 » 7 ago 2014, 21:02

Mi sembra corretto e logico che essendo 2 attività separate, diverse proprietà, capannoni divisi addirittura da strade interne che lo sgancio avvenga separatamente. Se ho capito bene la proprietà di nuova gestione viene alimentata da una fornitura ENEL in BT, quindi nulla a che fare con il trasformatore di proprietà della ditta di autotrasporti. In comune ci sarà suppongo il locale misure e basta.Non ha senso che per un mio problema tecnico, di manutenzione o di un guato, quindi non solo di emergenza che potrebbe starci, vada a interferire e fermare l'attività produttiva di un altro.
Se ci sono normative a riguardo, a favore o contro questa mia decrizione sarò lieto di conoscerle...

Saluti Bicio
Avatar utente
Foto Utentebicio8591
50 1 2 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 243
Iscritto il: 30 gen 2011, 21:41
Località: Craui' (UD)

0
voti

[5] Re: Edifici diversi e sgancio di emergenza comune?

Messaggioda Foto Utenteetec83 » 8 ago 2014, 12:56

Credo che la risposta più corretta sia quelle di Mike.
Arriva al sodo subito è sintetica e non ci sarebbe molto altro da aggiungere.

Però siccome mi sembra di leggere tra le righe dei vari post "se sono attività diverse allora devono avere pulsanti di sgancio differente", non vorrei che passi l'idea che questa sia convenzione.

A parte il fatto che ci sarebbe da approfondire sulla frase:

Giuliano58 ha scritto:- lo sgancio di emergenza (più di uno) agisce sull'interruttore generale sul quadro BT in cabina e toglie alimentazione a tutti e tre gli edifici, come richiesto dal VVFF


Era un qualcosa richiesto dai VVF?
Perché se così fosse, non cambia il fatto che ora l'alimentazione di un capannone sia separata con una sua fornitura.
Avatar utente
Foto Utenteetec83
237 1 2 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 364
Iscritto il: 17 mar 2007, 10:19

0
voti

[6] Re: Edifici diversi e sgancio di emergenza comune?

Messaggioda Foto UtenteGiuliano58 » 9 ago 2014, 14:13

Era un qualcosa richiesto dai VVF?
Perché se così fosse, non cambia il fatto che ora l'alimentazione di un capannone sia separata con una sua fornitura.



Quando gli edifici erano di unica proprietà, alimentati tutti da cabina MT/BT e da unico quadro BT, i VVFF avevano chiesto l'installazione di 4-5 pulsanti di sgancio in posizioni opportune (vie di accesso)
Ogni pulsante di sgancio agiva sull'interruttore generale BT, togliendo energia a tutto il complesso di edifici.
Avatar utente
Foto UtenteGiuliano58
374 1 4 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 548
Iscritto il: 14 ott 2009, 10:06


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 12 ospiti