Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Soluzioni per gestire lunghi ritardi con precisione

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[1] Soluzioni per gestire lunghi ritardi con precisione

Messaggioda Foto UtenteTricka90 » 10 set 2014, 13:58

Ciao a tutti, oggi vi vorrei porre un quesito: se dovessi costruire un sistema analogico che ogni giorno deve accendere un LED alle 6 precise e spegnerlo alle 18 precise quale soluzione potrei adottare?
L'orario di accensione/spegnimento non deve spostarsi di più di 10 minuti al mese.
Inoltre non vorrei appoggiare il sistema a qualsiasi cosa che possa in qualche modo fornirgli l'orario, ad esempio un orologio digitale o analogico od una connessione internet; vorrei un sistema autonomo in tal senso.
Usando un PIC tarabile, ovviamente, non ci sarebbe gusto :mrgreen:
Esiste qualche soluzione analogica a questo problema e magari qualche integrato che potrebbe venirmi in aiuto?
Ho pensato di utilizzare il classico 555 in configurazione Astabile, ma mi serve un ritardo di 12 ore e ho già calcolato che dovrei usare condensatore e resistenze di valori spropositati.
Che ne pensate?
Avatar utente
Foto UtenteTricka90
662 1 6 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 627
Iscritto il: 1 lug 2013, 15:53

0
voti

[2] Re: Soluzioni per gestire lunghi ritardi con precisione

Messaggioda Foto Utentejordan20 » 10 set 2014, 14:04

Prova con un 4060 (CD4060 o HEF4060)... http://www.doctronics.co.uk/pdf_files/HEF4060B.pdf

_________
EDIT1: qui sul forum ho trovato una discussione simile di qualche tempo fa:
http://www.electroyou.it/forum/viewtopic.php?f=1&t=48324
"Lo scienziato descrive ciò che esiste, l'ingegnere crea ciò che non era mai stato."
(T. von Kármán)
Avatar utente
Foto Utentejordan20
12,8k 4 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1531
Iscritto il: 13 lug 2011, 12:55
Località: Palermo

1
voti

[3] Re: Soluzioni per gestire lunghi ritardi con precisione

Messaggioda Foto Utenteboiler » 10 set 2014, 14:48

Tricka90 ha scritto:Ho pensato di utilizzare il classico 555 in configurazione Astabile, ma mi serve un ritardo di 12 ore e ho già calcolato che dovrei usare condensatore e resistenze di valori spropositati.


Se è un esercizio di stile, leggi sotto. Se non lo è, non ha senso provare una cosa simile ;-)

Puoi usare il 555 ma
- devi caricare il condensatore molto lentamente. Io sostituirei Ra con una sorgente di corrente attiva dalle parti delle 10 nA
- condensatore da 100 uF che va scelto per avere lui stesso un leakage sufficientemente basso
- devi isolare l'entrata threshold del 555 con un operazionale adatto, come potrebbe esserlo l'LMP7721
- devi evitare il leakage nell'ingresso "discharge" del 555 usandolo come controllo per un transistor a bassissimo leakage (vedi per esempio SST4117)

E se non hai mai lavorato con correnti in questo ordine di grandezza, sappi che è una sofferenza :evil:

un altro approccio potrebbe essere di caricare C attraverso una resistenza ma partendo da una tensione piú alta e poi scalarla in modo che questa tensione sia pari a 2/3 della tensione di alimentazione del 555. Ovviamente anche qui con un opamp, altrimenti scarichi il condensatore.

Una curiosità... geocaching? :cool:

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
15,2k 4 7 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2565
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

2
voti

[4] Re: Soluzioni per gestire lunghi ritardi con precisione

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 10 set 2014, 14:55

Dieci minuti al mese significa una parte su più di quattromila parti: occorre quindi una precisione non raggiungibile con timer analogici.

Si ottiene facilmente con un oscillatore al quarzo e tanti divisori (CD4060 o simili)
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
32,3k 7 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6243
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

2
voti

[5] Re: Soluzioni per gestire lunghi ritardi con precisione

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 10 set 2014, 16:32

personalmente ritengo quasi impossibile ottenere un timing di 24 ore per via analogica, per le perdite intrinseche dei condensatori elettroitici innanzitutto, e poi anche resistenze e componenti attivi.

prova a pensare la corrente di fuga di un elettrolitico che tra l'altro varia con la tensione applicata e con la temperatura, vedi link http://www.microst.it/tutorial/cond_elettro_2.htm

poi fornire piccolissime correnti anche con op collegato a generatore di corrente costante vedi link paragrafo 7.2.4. Amplificatore di corrente: http://www.inftub.com/tecnica/elettronica/AMPLIFICATORI-OPERAZIONALI-Lam81724.php

la soluzione ottimale e più semplice è per via digitale, magari anche semplicemente CMOS 4060.

saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
2.196 3 7 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2514
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

1
voti

[6] Re: Soluzioni per gestire lunghi ritardi con precisione

Messaggioda Foto Utenteposta10100 » 10 set 2014, 19:00

Se è alimentato da rete suoi usare il segnale che esce dal trasformatore fatto passare attraverso un ponte di diodi.
La frequenza di rete è abbastanza stabile, dovresti stare entro la tolleranza richiesta senza troppi problemi.
Ovviamente da rete prelevi un segnale a 100 Hz, poi come ti è stato detto lo dividi con CD4060 o simili.

O_/
http://millefori.altervista.org
Tool gratuito per chi sviluppa su millefori.

Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa. (A. Einstein)
Se non c'e` un 555 non e` un buon progetto (IsidoroKZ)

Strumento per formule
Avatar utente
Foto Utenteposta10100
5.420 4 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 4786
Iscritto il: 5 nov 2006, 0:09

2
voti

[7] Re: Soluzioni per gestire lunghi ritardi con precisione

Messaggioda Foto Utenteedgar » 10 set 2014, 20:53

Tricka90 ha scritto:Che ne pensate?

Tutto il male possibile :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utenteedgar
5.347 3 3 8
Master
Master
 
Messaggi: 2561
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[8] Re: Soluzioni per gestire lunghi ritardi con precisione

Messaggioda Foto UtenteTricka90 » 10 set 2014, 22:18

Grazie infinite a tutti!
In particolare grazie a posta10100 e boiler che hanno tirato fuori due idee davvero ingegnose! Le proverò e vi farò sapere, grazie infinite ragazzi, che bellezza! :D
Avatar utente
Foto UtenteTricka90
662 1 6 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 627
Iscritto il: 1 lug 2013, 15:53


Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 20 ospiti