Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Arduino e multiplexing

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[1] Arduino e multiplexing

Messaggioda Foto Utentegddvll6 » 9 gen 2015, 23:06

Ciao a tutti.
I professori mi hanno dato da fare un circuito "scritto" con i seguenti componenti:
un pulsante, Arduino Uno, 3 display a 7 segmenti.

Devo anche fare uno sketch che, ad ogni pressione del tasto il display si accende e mostra un numero generato casualmente tra 0 e 999. Dopo 2 secondi il display si spegne.

Mi hanno dato un suggerimento: documentarsi sul multiplexing.
Avete qualche idea per la soluzione? Attendo vostre risposte, grazie :?
Avatar utente
Foto Utentegddvll6
52 1 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 246
Iscritto il: 22 nov 2012, 18:25

0
voti

[2] Re: Arduino e multiplexing

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 9 gen 2015, 23:10

gddvll6 ha scritto:Avete qualche idea per la soluzione?

Sì, certo.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
77,2k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9414
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[3] Re: Arduino e multiplexing

Messaggioda Foto UtenteCandy » 9 gen 2015, 23:19

Il multiplexing sarebbe il problema minore. Proprio il meno del meno.
Spenderei prima di tutto il 75% del tempo per studiare il modo di generare il numero casuale ed arrivarci con le righe di programma adeguate. Triggerare lo start e generare il numero, valutare la distribuzione percentuale del risultato, studiando i vari algoritmi consolidati allo scopo.
Una volta che il numero sarà generato e sarà disponibile su tre byte, metterlo su display è solo più da fare. Nel senso che, si gira il byte alla matrice per il controllo dei segmenti e si multiplexa l'uscita. Trascorso il timeout spegni tutto.

I 2 secondi sono pochi. 5 secondi è meglio: rischi di riuscire a leggere il numero e verifiche che il multiplexer funzioni bene senza sfarfallare.
Avatar utente
Foto UtenteCandy
32,4k 7 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 10132
Iscritto il: 14 giu 2010, 22:54

1
voti

[4] Re: Arduino e multiplexing

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 9 gen 2015, 23:24

Se vuoi qualche info sul multiplexing leggi questo articolozzo del nostro beneamato Foto UtenteTardoFreak
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
77,2k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9414
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[5] Re: Arduino e multiplexing

Messaggioda Foto UtenteDarioDT » 9 gen 2015, 23:31

Se vuoi leggere un bel tutorial sulla tecnica del multiplex:
Pilotare i display a led a 7 segmenti in modalità multiplex

Ciao,
Dario
Avatar utente
Foto UtenteDarioDT
4.585 3 8 13
Master
Master
 
Messaggi: 1147
Iscritto il: 16 apr 2012, 20:13
Località: Bari

0
voti

[6] Re: Arduino e multiplexing

Messaggioda Foto Utenteposta10100 » 10 gen 2015, 0:16

E se proprio le linee di IO non bastano... c'è anche questo!

O_/
http://millefori.altervista.org
Tool gratuito per chi sviluppa su millefori.

Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa. (A. Einstein)
Se non c'e` un 555 non e` un buon progetto (IsidoroKZ)

Strumento per formule
Avatar utente
Foto Utenteposta10100
5.420 4 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 4786
Iscritto il: 5 nov 2006, 0:09

0
voti

[7] Re: Arduino e multiplexing

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 10 gen 2015, 0:59

Ciao Foto Utentegddvll6, ma ...
gddvll6 ha scritto:I professori mi hanno dato da fare un circuito "scritto"
... che caratteristiche ha un circuito "scritto" ?
Significa che lo devi "realizzare" solo sulla carta ?

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
22,2k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6444
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

2
voti

[8] Re: Arduino e multiplexing

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 10 gen 2015, 1:22

Candy ha scritto:generare il numero casuale ed arrivarci con le righe di programma adeguate.

Beh, un evento asincrono casuale ce l'ha. Basta catturarlo con un contatore.
Però di più non dico, dovendo essere lui l'artefice della soluzione...

Ciao,
Pietro.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
77,2k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9414
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[9] Re: Arduino e multiplexing

Messaggioda Foto Utentesimo85 » 10 gen 2015, 1:46

Foto Utentegddvll6 per il numero casuale vedi qui: http://arduino.cc/en/pmwiki.php?n=Reference/Random
Molto probabilmente è la soluzione prevista dal professore (?) ..
Avatar utente
Foto Utentesimo85
30,8k 7 12 13
Disattivato su sua richiesta
 
Messaggi: 9930
Iscritto il: 30 ago 2010, 4:59

3
voti

[10] Re: Arduino e multiplexing

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 10 gen 2015, 1:50

urca, che sofisticazione, una sequenza pseudo random.
E pensare che io volevo fare un contatore che contasse da 0 a 999 per suo conto e ciclicamente, il cui valore veniva memorizzato in una variabile quando l'utente premeva il tasto! :D
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
77,2k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9414
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 22 ospiti