Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

c.a. e c.c. Ma fino a che punto?

Circuiti e campi elettromagnetici

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteEdmondDantes

0
voti

[1] c.a. e c.c. Ma fino a che punto?

Messaggioda Foto UtenteCandy » 22 gen 2015, 0:12

Siamo abituati e convinti di sapetre sempre se un circuito è esercito in c.a. od in c.c., ma, poi, fino a che punto ne siamo convinti?
Se analizziamo un circuito prendendo in esame un periodo di tempo di molti ordini di grandezza inferiore al periodo della c.a. fondamentale, osserviamo il comportamento di un circuito in c.a. oppure in c.c.?
Avatar utente
Foto UtenteCandy
32,4k 7 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 10138
Iscritto il: 14 giu 2010, 22:54

4
voti

[2] Re: c.a. e c.c. Ma fino a che punto?

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 22 gen 2015, 0:24

E` facile: la c.c. non esiste. Dovrebbe essere iniziata prima del big bang e finire dopo il big crunch (o la morte entropica dell'universo). Tutto quello che chiamiamo c.c. e` cominciato con un gradino o qualcosa del genere.

Spesso la cosa non da` problemi, ma in alcuni casi dimenticare questo gradino vuol dire far esplodere qualche circuito :-)
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
102,4k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18243
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

3
voti

[3] Re: c.a. e c.c. Ma fino a che punto?

Messaggioda Foto Utentedukeuniver » 22 gen 2015, 0:26

Candy ha scritto:ma, poi, fino a che punto ne siamo convinti?

A me più che teoria mi sembra filosofia dei circuiti.
Avatar utente
Foto Utentedukeuniver
135 1
 
Messaggi: 33
Iscritto il: 28 ott 2014, 9:53

0
voti

[4] Re: c.a. e c.c. Ma fino a che punto?

Messaggioda Foto UtenteCandy » 22 gen 2015, 0:27

Sicuramente non cosa assumi tu.

Dai tuoi interventi che si riassumo praticamente con un lampidario: "è così e basta", poi, non si conclude nulla.

Mi piacerebbe invece analizzare il contesto in modo diverso: come descriveremmo un circuito in c.c., oppure in c.a., senza usare mai il tempo?
Avatar utente
Foto UtenteCandy
32,4k 7 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 10138
Iscritto il: 14 giu 2010, 22:54

0
voti

[5] Re: c.a. e c.c. Ma fino a che punto?

Messaggioda Foto UtenteCandy » 22 gen 2015, 0:28

IsidoroKZ ha scritto:E` facile: la c.c. non esiste.

Ecco, appunto. Nel mio io immaginavo una cosa simile.
Avatar utente
Foto UtenteCandy
32,4k 7 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 10138
Iscritto il: 14 giu 2010, 22:54

0
voti

[6] Re: c.a. e c.c. Ma fino a che punto?

Messaggioda Foto UtenteCandy » 22 gen 2015, 0:34

Se non ho inteso male, la scienza si fonda sulla filosofia.

Non nasce da libri, ma dalla ragione.
Avatar utente
Foto UtenteCandy
32,4k 7 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 10138
Iscritto il: 14 giu 2010, 22:54

12
voti

[7] Re: c.a. e c.c. Ma fino a che punto?

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 22 gen 2015, 0:39

Comincio a dar retta a un filosofo se prima sa scrivere e risolvere l'equazione di Schroedinger, altrimenti e` puro tempo perso. Di solito non sanno di cosa parlano, non capiscono quello che dicono, anche perche' spesso non ha nessun senso, ma parlano lo stesso. La cosa piu` ragionevole e` lasciarli perdere (con rarissime eccezioni).
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
102,4k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18243
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[8] Re: c.a. e c.c. Ma fino a che punto?

Messaggioda Foto Utentesimo85 » 22 gen 2015, 0:43

.
Ultima modifica di Foto Utentesimo85 il 22 gen 2015, 1:01, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
Foto Utentesimo85
30,8k 6 12 13
Disattivato su sua richiesta
 
Messaggi: 9930
Iscritto il: 30 ago 2010, 4:59

1
voti

[9] Re: c.a. e c.c. Ma fino a che punto?

Messaggioda Foto UtenteCandy » 22 gen 2015, 0:52

IsidoroKZ ha scritto:Comincio a dar retta a un filosofo se prima sa scrivere e risolvere l'equazione di Schroedinger, altrimenti e` puro tempo perso. Di solito non sanno di cosa parlano, non capiscono quello che dicono, anche perche' spesso non ha nessun senso, ma parlano lo stesso. La cosa piu` ragionevole e` lasciarli perdere (con rarissime eccezioni).


Uhm... Non sono in grado di ribattere, ma non mi persuado, almeno per ora.
Avatar utente
Foto UtenteCandy
32,4k 7 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 10138
Iscritto il: 14 giu 2010, 22:54

1
voti

[10] Re: c.a. e c.c. Ma fino a che punto?

Messaggioda Foto Utentewoodcat » 22 gen 2015, 0:54

Visto che l'argomento è stato buttato in filosofia, e premesso che probabilmente sbaglio, dico:

Immaginiamo un'onda sinusoidale simmetrica rispetto allo 0, con ampiezza pari a x V; questa mi hanno insegnato che sia corrente alternata.
Immaginiamo di mandare l'onda di cui sopra dentro un ponte di Graetz; in uscita avremo (grossomodo) le semionde di valore negativo "ribaltate": avranno, quindi, lo stesso segno di quelle che avevano valore positivo prima del ponte. Questa mi hanno insegnato che si chiama "corrente continua pulsante".

Tornando all'onda del primo esempio, senza ponte, se riusciamo a dargli un offset maggiore del suo valore di picco (magari mettendogli in serie un po' di batterie dell'automobile, o barando vilmente coi comandi dell'oscilloscopio), la spariamo sopra allo zero e diventa cosa? Corrente continua altalenante? Corrente alternata continuata? Se decidiamo che il discriminante tra c.a. e c.c. sia l'inversione periodica del segno (o verso) allora questo ultimo caso rientrerebbe nella continua ma io non credo di capire e mi sono limitato a darvi noia con una mia inutile riflessione.
Tanto, male che vada, ci metti un condensatore e la c.c. non passa.
Ciao.
Avatar utente
Foto Utentewoodcat
2.899 5 11
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 413
Iscritto il: 14 feb 2012, 20:19

Prossimo

Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti