Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

info differenziali tarabili

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[1] info differenziali tarabili

Messaggioda Foto Utentecontino » 27 feb 2015, 12:17

Buongiorno,
vorrei chiedervi quale criterio si usa per tarare la corrente differenziale dei tarabili nei sistemi TT,
so che deve essere sempre rispettata la regola che Idn*Re<=50v e quindi il differenziale va tarato in base alla misura di terra ma se ad esempio ho una Re di 1,6 ohm la relazione risulterebbe corretta sia impostando Idn a 30A che qualsiasi valore sotto ai 30 quindi come si ci comporta?
Altra cosa dalle tabelle riportanti gli effetti della corrente sul corpo umano risulta che oltre i 30 mA non si dovrebbe andare?
scusate la confusione
grazie
Avatar utente
Foto Utentecontino
0 2
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 27 feb 2015, 10:53

1
voti

[2] Re: info differenziali tarabili

Messaggioda Foto Utentesankagiuliano » 28 feb 2015, 13:59

scusate la confusione

tieni presente la tensione di contatto , luoghi ordinari 50v .
luoghi a maggior rischio 25V.
per la protezione dai contatti INDIRETTI , non devi superare una tenione di contatto di 50 V (luoghi ordinari ).
Per avere una tensione non superiore di 50 V devi :
Se decidi di installare un differenziale da 0,3A , fai il raporto 50V / 0,3A = 166 Ohm .
La resistenza di terra per , sodisfare la tensione di terra , non deve essere maggiore di 166 Ohm , per limitare la tensione di contatto a 50 V .
Fin a qui trattasi di protezione dai contatti indiretti .

Nel caso di contatti diretti , la corrente differenziale deve essere minore di 0,03A. In questo caso entra in giocco anche ra resistenza del corpo umano somatta alla resistenza di terra e le resistenze di contatto .
La tensione di contatto è quella fase -terra.
Avatar utente
Foto Utentesankagiuliano
89 2
New entry
New entry
 
Messaggi: 89
Iscritto il: 20 feb 2012, 20:23

1
voti

[3] Re: info differenziali tarabili

Messaggioda Foto UtenteRomeo » 28 feb 2015, 14:20

Nei sistemi TT la corrente differenziale massima ammessa è di 1A.
L'esperienza Insegna.
http://www.genioincompreso.com
Avatar utente
Foto UtenteRomeo
2.860 1 6 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 407
Iscritto il: 6 feb 2007, 21:11
Località: Roma

0
voti

[4] Re: info differenziali tarabili

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 1 mar 2015, 10:02

Romeo ha scritto:Nei sistemi TT la corrente differenziale massima ammessa è di 1A.

In base a quale considerazione elettrotecnica o imposizione normativa?
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.302 3 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2039
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

1
voti

[5] Re: info differenziali tarabili

Messaggioda Foto UtenteDarioDT » 1 mar 2015, 10:34

ƎlectroYou e non smetti mai di imparare!
Avatar utente
Foto UtenteDarioDT
4.575 3 8 13
Master
Master
 
Messaggi: 1145
Iscritto il: 16 apr 2012, 20:13
Località: Bari

2
voti

[6] Re: info differenziali tarabili

Messaggioda Foto UtenteRomeo » 1 mar 2015, 14:53

Goofy ha scritto:In base a quale considerazione elettrotecnica o imposizione normativa?

Deriva dall'applicazione de CEI 0-21 punto 5.1.2 che recita:
"la messa a terra del neutro da parte del Distributore abbia un valore di Rn inferiore a 180 ohm.
In più se applichi la legge di ohm su una alimentazione di 230 V ed una tensione di guasto verso terra di 50 V troverai il valore massimo della protezione verso terra.
L'esperienza Insegna.
http://www.genioincompreso.com
Avatar utente
Foto UtenteRomeo
2.860 1 6 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 407
Iscritto il: 6 feb 2007, 21:11
Località: Roma

0
voti

[7] Re: info differenziali tarabili

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 1 mar 2015, 16:05

Romeo ha scritto:
Deriva dall'applicazione de CEI 0-21 punto 5.1.2 che recita:
"la messa a terra del neutro da parte del Distributore abbia un valore di Rn inferiore a 180 ohm.

Grazie Romeo.
Nella maggior parte dei casi Rn è molto minore di 180 ohm e non è esclusa la possibilità di usare Idn > 1A se dovesse essere necessario.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.302 3 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2039
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[8] Re: info differenziali tarabili

Messaggioda Foto UtenteRomeo » 1 mar 2015, 16:11

Ribadisco che il massimo valore della protezione differenziale nei sistemi TT è di 1 A.
Aggiungo inoltre che il tempo di intervento non deve essere superiore ad 1 secondo.
Spero di essere stato chiaro.
Ultima modifica di Foto Utenteadmin il 2 mar 2015, 19:41, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: eliminato la totale citazione inutile del messaggio che precede.
L'esperienza Insegna.
http://www.genioincompreso.com
Avatar utente
Foto UtenteRomeo
2.860 1 6 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 407
Iscritto il: 6 feb 2007, 21:11
Località: Roma

1
voti

[9] Re: info differenziali tarabili

Messaggioda Foto Utentepaolo a m » 1 mar 2015, 19:13

Romeo ha scritto:Ribadisco che il massimo valore della protezione differenziale nei sistemi TT è di 1 A.

Sicuro? Dove sta scritto?
Non è che confondi il limite prescritto per le condutture di tipo c in ambienti a maggior rischio in caso di incendio? Dove ai sensi del capo 751.04.2.7 per quelle condutture è richiesta (in sistemi TN e TT) una protezione con interruttore differenziale con corrente di intervento non superiore a 300 mA, con la possibilità, per i circuiti di distribuzione, di utilizzo di un dispositivo con corrente differenziale fino a 1A.
Romeo ha scritto:Aggiungo inoltre che il tempo di intervento non deve essere superiore ad 1 secondo

Questa affermazione è corretta e deriva da una precisa indicazione del capo 413.1.4 della CEI 64-8.
Avatar utente
Foto Utentepaolo a m
4.573 1 2 4
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1565
Iscritto il: 23 apr 2008, 8:55

0
voti

[10] Re: info differenziali tarabili

Messaggioda Foto UtenteRomeo » 1 mar 2015, 19:39

paolo a m ha scritto:Sicuro? Dove sta scritto?

Nelle norme CEI 0 - 21.
Nel momento in cui la resistenza del neutro può essere di 180 ohm e la tensione sulle masse di 50 V
Se la tensione di alimentazione di un sistema TT è di 230V=(180+50) V ne consegue che la protezione verso terra deve essere al massimo di 1 A. I = V/R
Spero di essere stato chiarissimo.
L'esperienza Insegna.
http://www.genioincompreso.com
Avatar utente
Foto UtenteRomeo
2.860 1 6 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 407
Iscritto il: 6 feb 2007, 21:11
Località: Roma

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 16 ospiti