Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Qualcosa più professionale di ARDUINO

Tipologie, strumenti di sviluppo, hardware e progetti

Moderatore: Foto UtentePaolino

1
voti

[11] Re: Qualcosa più professionale di ARDUINO

Messaggioda Foto UtenteDarwinNE » 10 mar 2015, 21:16

WALTERmwp ha scritto:volevo rendermi conto di cosa esattamente necessitasse, a livello software, ed eventualmente anche hardware, per un uso finalizzato allo studio di questi microcontrollori.


A livello hardware, la schedina di valutazione che ho citato non richiede molto altro che un semplice cavo USB.
A livello software, come ho detto non ho avuto occasione di provarla ancora, però mi pare che ci sia bisogno di STLink e suite di sviluppo come Keil. STmicro mi pare abbia anche un software utilizzabile come configuratore. Sono sicuro che Foto UtenteTardoFreak e Foto Utentesimo85 possono essere molto più precisi di me su queste cose.

Da quello che ho capito sentendo quanto mi hanno detto diversi colleghi, sono bestie molto potenti (soprattutto le schede con i micro più avanzati), ma l'ambiente di sviluppo software non è unitario, la documentazione è di difficile consultazione alle volte, c'è una transizione in corso tra diverse librerie scritte con filosofie un po' diverse. Insomma, cose software.

Schede tipo STM32L053 o STM Nucleo sono a quanto pare facilmente reperibili:

http://it.farnell.com/stmicroelectronic ... 0000005178

Io ho ricevuto la mia da alcuni rappresentanti di ST, ho scelto questa perché volevo provare prima o poi a vedere come funzionasse uno schermo e-paper. Ho avuto per le mani altre schede, Nucleo ed una con micro molto più potente e display LCD a colori touch.

Per il momento, cerco anch'io di racimolare opinioni in giro attendendo di aver il tempo di provare qualcosa.
Follow FidoCadJ development on Twitter: https://twitter.com/davbucci
Avatar utente
Foto UtenteDarwinNE
25,3k 5 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3534
Iscritto il: 18 apr 2010, 9:32
Località: Grenoble - France

2
voti

[12] Re: Qualcosa più professionale di ARDUINO

Messaggioda Foto Utentesimo85 » 10 mar 2015, 21:41

DarwinNE ha scritto:però mi pare che ci sia bisogno di STLink e suite di sviluppo come Keil.

La scheda linkata, cosi come la STM32F4 discovery etc montano tutte il circuito programmatore ST-LINK/V2-1.

Controllare sempre bene nelle caratteristiche.

Come software di interfacciamento ho sempre usato il programmino della ST, configurando il Keil per eseguirlo, come descritto qui: http://www.electroyou.it/simo85/wiki/stm32f4xx-tutorial
Avatar utente
Foto Utentesimo85
30,8k 7 12 13
Disattivato su sua richiesta
 
Messaggi: 9930
Iscritto il: 30 ago 2010, 4:59

1
voti

[13] Re: Qualcosa più professionale di ARDUINO

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 10 mar 2015, 22:59

Grazie mille Foto UtenteDarwinNE.
Dopo avere inserito il Post [10] ho fatto una ricerca scoprendo che @simo85 aveva già inserito un prezioso articolo; in precedenza mi era sfuggito.
Gli ho dato un'occhiata per rendermi conto del contenuto e merita una più che attenta lettura.
Lo ha richiamato anche qui, adesso: grazie davvero Foto Utentesimo85.
Cercherò di farmi un'idea un po più definita per tornare magari con domande più specifiche.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
22,1k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6364
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

1
voti

[14] Re: Qualcosa più professionale di ARDUINO

Messaggioda Foto UtenteDarioDT » 11 mar 2015, 0:04

Segnalo anche le schede di Texas Instruments basate su ARM ovvero TIVA launch pad a circa 13$:
http://www.ti.com/tool/ek-tm4c123gxl
e TIVA connected launch pad a circa 20$ (ha un processore più potente e presa RJ45):
http://www.ti.com/tool/ek-tm4c1294xl

Il vantaggio è che l'IDE è gratis su questa serie di schede e non ha limitazioni sulla quantità di codice compilabile.
L'IDE si chiama Code Composer Studio e si basa su Eclipse.
Altrimenti si potrebbe usare Keil o IAR con limitazioni.
Di documentazione c'è ne tantissima sia cartacea che sotto forma di video tutorial.
Ciao,
Dario
ƎlectroYou e non smetti mai di imparare!
Avatar utente
Foto UtenteDarioDT
4.575 3 8 13
Master
Master
 
Messaggi: 1145
Iscritto il: 16 apr 2012, 20:13
Località: Bari

0
voti

[15] Re: Qualcosa più professionale di ARDUINO

Messaggioda Foto Utentesimo85 » 11 mar 2015, 0:54

dadituri ha scritto:Il vantaggio è che l'IDE è gratis su questa serie di schede


Se si ha tanta pazienza e si riesce a compilare ed usare tranquillamente arm-none-eabi-gcc e di conseguenza tutto il toolchain ARM con Linux, assieme alle librerie messe a disposizione dalla ST si ha un sistema completamente free. Editore di testi, terminale, compilatore e debugger.

Avevo riscontrato problemi tempo fa perché la ST non mette a disposizione un driver stabile per Linux, ma me la ero cavata con qualche scervellamento. :D

Ne avevo parlato qui: viewtopic.php?f=16&t=46375&#p426153

Poi per comodità ho continuato con il Keil che uso ancora adesso ogni tanto.

O_/
Avatar utente
Foto Utentesimo85
30,8k 7 12 13
Disattivato su sua richiesta
 
Messaggi: 9930
Iscritto il: 30 ago 2010, 4:59

5
voti

[16] Re: Qualcosa più professionale di ARDUINO

Messaggioda Foto Utenteultrasound91 » 11 mar 2015, 2:13

Per fare qualcosa di più professionale di Arduino devi fare due passi avanti.
1) Togli l'atmega328 dalla scheda e inizia a lavorare in versione standalone; imparerai a decidere se usare o meno il clock esterno, ad alimentarlo e programmarlo a modo tuo, e anche a creare circuiti di protezione.
2) Abbandona le librerie di arduino che non servono a nulla, sono piene di bug, ne ho segnalati a decine;
inizia invece a programmare il firmware in C.
Il datasheet dell'atmega328 è lungo 660 pagine. L'integrato è pieno di circuiti interni, registri, timer, ci vorrebbe qualche anno di studio per conoscerlo a tempo pieno. E le potenzialità sono enormi.
Il microcontrollore per definizione deve controllare altri circuiti, non alimentarli.
Quello che vorresti è un micro con all'interno un limitatore di tensione e transistor/mosfet per poter alimentare un carico esterno, ma non ha assolutamente senso.
Con pochi mA puoi controllare milioni di A.
Avatar utente
Foto Utenteultrasound91
313 2 4 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 700
Iscritto il: 26 ago 2014, 21:02

0
voti

[17] Re: Qualcosa più professionale di ARDUINO

Messaggioda Foto UtentePVeng » 11 mar 2015, 9:49

dadituri ha scritto:Segnalo anche le schede di Texas Instruments basate su ARM ovvero TIVA launch pad a circa 13$:
http://www.ti.com/tool/ek-tm4c123gxl
e TIVA connected launch pad a circa 20$ (ha un processore più potente e presa RJ45):
http://www.ti.com/tool/ek-tm4c1294xl

Il vantaggio è che l'IDE è gratis su questa serie di schede e non ha limitazioni sulla quantità di codice compilabile.
L'IDE si chiama Code Composer Studio e si basa su Eclipse.
Altrimenti si potrebbe usare Keil o IAR con limitazioni.
Di documentazione c'è ne tantissima sia cartacea che sotto forma di video tutorial.
Ciao,
Dario

Ho trovato questo da un sito italiano compreso di guida.
http://www.digikey.it/product-highlights/it/it/texas-instruments-tools/1136
Mi sembra un buon prodotto.
Avatar utente
Foto UtentePVeng
640 1 3 12
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 279
Iscritto il: 10 mag 2013, 21:35

1
voti

[18] Re: Qualcosa più professionale di ARDUINO

Messaggioda Foto UtenteDarioDT » 11 mar 2015, 19:11

PVeng ha scritto:Ho trovato questo da un sito italiano compreso di guida.
http://www.digikey.it/product-highlights/it/it/texas-instruments-tools/1136
Mi sembra un buon prodotto.

Nel link che hai postato c'è l'elenco di tutte le schede di sviluppo di TI, ovviamente fai riferimento sempre al sito madre.
Sono tutti ottimi prodotti.
Per quanto riguarda ARM fai riferimento, come già detto, alle TIVA launch pad.
Le schede di sviluppo puoi ordinarle direttamente da TI o tramite un distributore di elettronica tipo RS, Digikey ecc...
Sul sito di TI troverai tantissima documentazione e video tutorial.

simo85 ha scritto: Se si ha tanta pazienza e si riesce a compilare ed usare tranquillamente.........

Ehmmm.....lo so.......ma non tutti vogliono smanettare con il software, almeno quello per sviluppare.... :lol:
Io a poche ore dell'apertura della scatola della scheda già salutavo il mondo! :D ed ho incominciato a smanettare con l'altro tipo di software sul quale è giusto perdere la testa.....
Segnalo che esistono anche tre libri di Jonathan Valvano che si basano su processore ARM e sulla scheda TI TIVA launch pad di cui sopra ovvero volume 1:
Introduction to Arm® Cortex(TM)-M Microcontrollers (Volume 1)

volume 2:
Real-Time Interfacing to Arm® Cortex(TM)-M Microcontrollers

volume 3:
Real-Time Operating Systems for Arm Cortex M Microcontrollers

Io ho comprato i primi due che in realtà hanno molti capitoli simili o trattati nello stesso modo ma nel primo volume sfruttando linguaggio assembler mentre nel secondo il C.
Il secondo spiega molto bene l'utilizzo dei registri e ti da le basi per capire cosa c'è dietro le librerie fornite da TI e delle quali bisogna fare largo uso.

Di seguito il link al sito dell'Università del prof. Valvano dove trovare altro materiale:
http://users.ece.utexas.edu/~valvano/

Ciao,
Dario
ƎlectroYou e non smetti mai di imparare!
Avatar utente
Foto UtenteDarioDT
4.575 3 8 13
Master
Master
 
Messaggi: 1145
Iscritto il: 16 apr 2012, 20:13
Località: Bari

0
voti

[19] Re: Qualcosa più professionale di ARDUINO

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 12 mar 2015, 15:23

[user]dadituri[/user], quello che proponi è alquanto "accattivante" dal mio punto di vista e non per l'hardware ma sostanzialmente per il fatto che l'ambiente di sviluppo (IDE) fornisca un punto di riferimento certo e definito.
Se una scelta la si vuole fare con criterio, non è cosa proprio così semplice.
Sarei "prevenuto" favorevolmente nei confronti dei prodotti ST per più di un motivo ma, come avevo scritto, intendo rimandare a seguito di un approfondimento, ulteriori chiarimenti.
Comunque hai alimentato un "sano" dubbio.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
22,1k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6364
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

Precedente

Torna a Realizzazioni, interfacciamento e nozioni generali.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti