Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Adeguamento vano scale condominiale

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[1] Adeguamento vano scale condominiale

Messaggioda Foto Utentegjkfriend » 16 mar 2015, 12:46

Buongiorno, ho visto un progetto recente di adeguamento di un impianto elettrico di un vano scale condominiale. Il progettista ha previsto un interruttore magn. differenziale 1P+N 25A 0,03 A alla base del montante, subito a valle del contatore.

Anche non sapendo come è lo schema elettrico del quadro all'interno degli appartamenti, la soluzione proposta dal progettista, a mio avviso non è corretta giusto?

Dovrebbe contrastare con la sezione 37 ambienti residenziali che prevede di suddividere su due interruttori differenziali i circuiti all'interno degli degli appartamenti.

Grazie e saluti
Avatar utente
Foto Utentegjkfriend
136 1 3 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 693
Iscritto il: 25 ott 2010, 22:25

1
voti

[2] Re: Adeguamento vano scale condominiale

Messaggioda Foto UtenteDanielex » 16 mar 2015, 12:53

Il cap. 37 non si applica ai servizi condominiali
Avatar utente
Foto UtenteDanielex
2.930 3 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2428
Iscritto il: 21 feb 2008, 18:18

1
voti

[3] Re: Adeguamento vano scale condominiale

Messaggioda Foto Utenteiosolo35 » 16 mar 2015, 13:27

il progettista ha previsto un MTD 25A 0,03A alla base del montante appartamenti, ora si deve vedere se si applica o meno il cap.37, lo applichiamo se l'appartamento è nuovo o è totalmente rifatto annesso anche quindi ad interventi edili altrimenti possiamo anche non applicarlo, se lo si applica non è obbligatorio l'installazione del differenziale a protezione della linea montante almeno che non sia rispettato il doppio isolamento fino al primo differenziale se lo volessimo/dovessimo installare questo differenziale deve essere selettivo rispetto a quelli installati nel centralino appartamento es.cl.A o cl.S.....
non ci sono problemi, ma solo soluzioni
Avatar utente
Foto Utenteiosolo35
41,7k 7 11 12
Master
Master
 
Messaggi: 3377
Iscritto il: 15 mar 2012, 15:34
Località: Trento

0
voti

[4] Re: Adeguamento vano scale condominiale

Messaggioda Foto UtenteRomeo » 16 mar 2015, 14:06

Giusta la scenta del Professionista.Negli impianci condominiali c'è sempre una presa da proteggere.
La sua protezione è stabilita in 30 mA.
L'esperienza Insegna.
http://www.genioincompreso.com
Avatar utente
Foto UtenteRomeo
2.860 1 6 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 407
Iscritto il: 6 feb 2007, 21:11
Località: Roma

0
voti

[5] Re: Adeguamento vano scale condominiale

Messaggioda Foto Utenteiosolo35 » 16 mar 2015, 14:09

secondo me Foto Utentegjkfriend intende dire che il progettista ha previsto un MTD a valle del contatore privato per ogni appartamento
non ci sono problemi, ma solo soluzioni
Avatar utente
Foto Utenteiosolo35
41,7k 7 11 12
Master
Master
 
Messaggi: 3377
Iscritto il: 15 mar 2012, 15:34
Località: Trento

0
voti

[6] Re: Adeguamento vano scale condominiale

Messaggioda Foto UtenteRomeo » 16 mar 2015, 14:57

iosolo35 ha scritto:secondo me Foto Utentegjkfriend intende dire che il progettista ha previsto un MTD a valle del contatore privato per ogni appartamento

Anche se fosse ciò che hai detto, concordo con la scelta del progettista che con l'interposizione della protezione differenziale sui montanti di ogni singolo appartamento si cautela sul mancato funzionamento delle protezioni inserite nei quadri di alimentazione degli appartamenti impedendo ripercussioni dannose sulla terra generale.
L'esperienza Insegna.
http://www.genioincompreso.com
Avatar utente
Foto UtenteRomeo
2.860 1 6 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 407
Iscritto il: 6 feb 2007, 21:11
Località: Roma

0
voti

[7] Re: Adeguamento vano scale condominiale

Messaggioda Foto Utentegjkfriend » 16 mar 2015, 15:35

Inoltre il Professionista ha previsto l'interruttore alla base dei montanti di appartamento, avente P.I. = 4,5 kA....dovrebbe essere da 6 kA giusto ?
Avatar utente
Foto Utentegjkfriend
136 1 3 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 693
Iscritto il: 25 ott 2010, 22:25

0
voti

[8] Re: Adeguamento vano scale condominiale

Messaggioda Foto Utenteiosolo35 » 16 mar 2015, 15:37

sì quello deve essere da 6kA
non ci sono problemi, ma solo soluzioni
Avatar utente
Foto Utenteiosolo35
41,7k 7 11 12
Master
Master
 
Messaggi: 3377
Iscritto il: 15 mar 2012, 15:34
Località: Trento

1
voti

[9] Re: Adeguamento vano scale condominiale

Messaggioda Foto Utente6367 » 20 mar 2015, 22:38

Romeo ha scritto:Giusta la scenta del Professionista.


Per niente.
Le prese non vanno protette da 30 mA alla base del montante, che non offre selettività e continuità di servizio.
Bisogna aspettare che il CEI scriva un capitolo 38, o 39 o 40 per evitare queste installazioni.
Avatar utente
Foto Utente6367
18,6k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6033
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[10] Re: Adeguamento vano scale condominiale

Messaggioda Foto UtenteRomeo » 20 mar 2015, 23:45

6367 ha scritto:
Romeo ha scritto:Giusta la scenta del Professionista.


Per niente.
Le prese non vanno protette da 30 mA alla base del montante, che non offre selettività e continuità di servizio.
Bisogna aspettare che il CEI scriva un capitolo 38, o 39 o 40 per evitare queste installazioni.

Ribadisco la scelta corretta del progettista.Preciso che la motivazione è data dal fatto che non si ha certezza sulla conformazione del quadro di ogni singola unità immobiliare.
1) se il quadro è metallico da cosa sarebbe protetto?
2) se piu unità immobiliari presentassero delle dispersioni verso terra , queste si ripercuoterebbero sulla terra generale; a discapito di tutti.
L'esperienza Insegna.
http://www.genioincompreso.com
Avatar utente
Foto UtenteRomeo
2.860 1 6 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 407
Iscritto il: 6 feb 2007, 21:11
Località: Roma

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti