Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

alimentazione di back up in strutture sanitarie

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

1
voti

[11] Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto Utenteivano » 21 mar 2015, 19:27

Non dimentichiamoci una cosa : stiamo parlando di una struttura sanitaria , dove anche se si effettuano interventi all'apparenza leggeri sono pur sempre interventi chirurgici.
basta vedere nelle cronache quante morti sono avvenute in sala operatoria per disguidi elettrici durante
interventi di routine che sembrano banali , ma che in realta' non lo sono.
per cui almeno in ambienti simili ben venga il rigore piu' assoluto di chi effettua controlli.
Avatar utente
Foto Utenteivano
731 3 4
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 979
Iscritto il: 7 set 2004, 22:27
Località: appiano gentile

1
voti

[12] Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto UtenteMike » 22 mar 2015, 3:22

ma che sia chiaro quale e' l'argomento dibattuto


E' proprio questo il problema, non ti è chiaro l'argomento, ed è una perdita di tempo fartelo capire.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,7k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14226
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[13] Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto Utentemarco76 » 23 mar 2015, 10:22

Dubito che il decreto si riferisca all'affidabilità del GE rispetto all'UPS, si baseranno sulla configurazione UPS per pochi minuti e poi GE. Con il doppio dell'autonomia puoi stare tranquillo, cerca di farlo capire al tizio. Se non riesci lascia l'UPS così com'è e metti il GE in più O_/

Cerca di farti spiegare il motivo tecnico, altrimenti ad essere fiscali va bene anche quanto suggeritoti:
Goofy ha scritto:Magari per accontentarlo ed ottenere l'accredito basta installare questo http://waa.ai/v4HS ...
Avatar utente
Foto Utentemarco76
1.253 2 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 954
Iscritto il: 26 lug 2012, 12:34

1
voti

[14] Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto UtenteMike » 23 mar 2015, 10:39

Infatti, il problema è sempre quello! Fanno leggi e regolamenti prescrittivi invece che prestazionali lasciando la scelta al progettista e alle norme tecniche in virtù della regola dell'arte.
Bastava che avessero scritto: bisogna garantire la continuità assoluta e l'autonomia di 6 ore. Non ci sarebbero discussioni su una "e", ma questo implica che l'ispettore sia un tecnico competente in grado di valutare se la prestazione è garantita, ma siccome sono essenzialmente di passacarte hanno bisogno della legge che prescrive tutto per filo e per segno così possono facilmente verificare spuntando sulle caselle.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,7k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14226
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[15] Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto Utentestudiocampo » 23 mar 2015, 11:53

esatto Mike, :ok:
io mio problema e' questo.
Ora, per garantire un tempo di 0,5sec, l'UPS funziona in By-pass alimentato direttamente dalla Linea Enel.
Se devo alimentare l'UPS con GE, devo prendere un GE da 20kva che si attivi in caso di mancanza di rete, pensavo di metetre un quadro di scambio all'ingresso dell'UPS, se c'e' rete l'UPS e' alimentato dalla rete, altrimenti si attiva il GE.
Ma oltre l'aspetto economico non saprei dove farlo mettere
:evil:
Avatar utente
Foto Utentestudiocampo
20 1 2 5
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 358
Iscritto il: 4 dic 2006, 15:22

1
voti

[16] Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto UtenteDarioDT » 23 mar 2015, 14:28

Significa non sostituire tutto il pacco batterie originale ma solo quelle per 30' di autonomia.
Ciao,
Dario
ƎlectroYou e non smetti mai di imparare!
Avatar utente
Foto UtenteDarioDT
4.580 3 8 13
Master
Master
 
Messaggi: 1145
Iscritto il: 16 apr 2012, 20:13
Località: Bari

1
voti

[17] Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto UtenteDarioDT » 23 mar 2015, 14:32

La potenza rimane quella iniziale.
In ogni caso per la mia esperienza ho visto centri FIVET privati con GE ridotti a pezzi di ruggine giusto messi per l'accreditamento . Idem UPS.
In questo caso l'affidabilità di uno vale quella dell'altro......
Ciao,
Dario
ƎlectroYou e non smetti mai di imparare!
Avatar utente
Foto UtenteDarioDT
4.580 3 8 13
Master
Master
 
Messaggi: 1145
Iscritto il: 16 apr 2012, 20:13
Località: Bari

0
voti

[18] Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto Utentestudiocampo » 23 mar 2015, 14:55

grazie,
quindi potrei inserire 4 kvar kVA? di batterie ed alimentare con un piccolo GE sempre da 4kvarkVA?.
pero' che spreco!
il tutto per un rigo in un decreto assessoriale! [-X
Ultima modifica di Foto UtenteMike il 23 mar 2015, 16:58, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Corretto unità di misura palesemente errata con analoga presunta corretta
Avatar utente
Foto Utentestudiocampo
20 1 2 5
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 358
Iscritto il: 4 dic 2006, 15:22

1
voti

[19] Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 23 mar 2015, 15:17

studiocampo ha scritto:4 kvar di batterie ed alimentare con un piccolo GE sempre da 4kvar


C'è qualcosa che non quadra nelle unità di misura... non deve cambiare la potenza ma l'autonomia
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.472 3 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2125
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

2
voti

[20] Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto Utenteblusol » 23 mar 2015, 18:42

Io sono rimasto un po' indietro con la normativa ma la 64-8/7 del 2004 prevedeva per impianti ad uso medicale di gruppo 1 e 2 le seguenti prescrizioni:

- richiesta fonte di sicurezza entro 0,5sec per 3 ore
- richiesto passaggio entro 15s su di una fonte che permetta di alimentare i carichi privegiati per almeno 24 ore

Il primo lo fai con l'UPS e secondo con gruppo.
L'UPS può essere ridotto ad un autonomia di un'ora quando l'alimentazione di sicurezza può essere commutata su un'altra alimentazione di sicurezza (ge).

Secondo me non ci scappi del generatore
Avatar utente
Foto Utenteblusol
425 1 4
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 394
Iscritto il: 21 lug 2005, 17:02

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 30 ospiti