Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[101] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utentecore » 11 mag 2015, 22:01

ero rimasto che sul primario non volessi mettere nulla e lasciare quello da 20A, ma forse mi sono perso.
Avatar utente
Foto Utentecore
718 3 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 664
Iscritto il: 15 nov 2013, 16:07

0
voti

[102] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utentealexcagliari » 11 mag 2015, 22:06

Quindi lascio il primario collegato direttamente alla presa di casa protetta dal magnetotermico C20 del quadro mentre nel secondario inserisco un interruttore magnetotermico bipolare che abbia corrente nominale di 10/13 A in curva C, corretto?
Avatar utente
Foto Utentealexcagliari
10 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 5 mar 2015, 23:19
Località: Cagliari

0
voti

[103] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utentecore » 11 mag 2015, 22:23

:ok:
Avatar utente
Foto Utentecore
718 3 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 664
Iscritto il: 15 nov 2013, 16:07

0
voti

[104] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utentealexcagliari » 11 mag 2015, 22:33

L'unica cosa che per ora non mi è chiara, che mi causa pensieri e che è il fulcro di questo thread è questa:
Qualche pagina fa chiesi quale beneficio traessi utilizzando un trafo di isolamento collegato a terra (perdendo quindi la possibilità di un tn-s) e il buon Foto Utenteattilio rispose:
quello che so, più per esperienza sul campo che non per teoria (anche se da qualche mese ho iniziato a ripassare) è che tra le varie caratteristiche del trasformatore (fatta eccezione per l'ATR che è costruttivamente diverso) c'è quella di separare (isolare) elettricamente quello che sta a monte da quello che sta a valle di esso,
questa separazione consente di gestire la rete connessa al secondario come fosse una rete autonoma, come un gruppo elettrogeno funzionante in isola

questo oltre ai benefici evidenti in un caso come il tuo, comporta la necessità di rivedere il sistema di protezione dai contatti indiretti (guasti a massa) oltre ovviamente a quello contro le sovracorrenti

in quest'ottica devi vedere la messa a terra di un polo secondario del trasformatore BT/BT (non di isolamento),
con questa azione imponi una via di richiusura a bassa impedenza per la corrente di primo guasto a massa, che come già detto diventa quindi un cortocircuito bipolare, in sostanza il tuo diventa un piccolo TN


Da qui, perdonatemi, ma mi sorge spontanea l'osservazione:
Se la terra che sto utilizzando (mettendo il secondario del trafo a terra) è la stessa della casa - ovvero la stessa collegata al differenziale da 0,03A che stacca non appena accendo la cnc - mi spiegate che senso ha utilizzare il trafo?
Così facendo non ho affatto un sistema TN in quanto la terra deriva dalla presa..
Aveva senso in un sistema tn-s in cui non usavo la terra di casa ma sfruttassi la caratteristica del trafo d'isolamento, appurato poi che questo sistema non va bene con le cnc in quanto necessitano di un buon impianto di terra.
Ultima modifica di Foto Utentealexcagliari il 11 mag 2015, 22:36, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Foto Utentealexcagliari
10 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 5 mar 2015, 23:19
Località: Cagliari

1
voti

[105] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utentecore » 11 mag 2015, 22:35

\_O_/
Avatar utente
Foto Utentecore
718 3 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 664
Iscritto il: 15 nov 2013, 16:07

1
voti

[106] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utenteattilio » 12 mag 2015, 0:32

alexcagliari ha scritto:Così facendo non ho affatto un sistema TN in quanto la terra deriva dalla presa..

hai mai visto un TN? hai presente come funziona? ti è chiara la definizione che si nasconde dietro questo acronimo? domanda che bisognerebbe girare anche al verificatore

in effetti nel tuo caso, parlare di TN è accademicamente inesatto, ma ai fini del comportamento per i guasti a massa il comportamento è praticamente identico (per cui, mi permetto di abusare di questo termine!)

la terra è derivata dalla presa (a monte del trasformatore) e allora?



guarda come e dove si richiudono le correnti di guasto a massa (Ig) quella rossa sul lato TT e quella verde sul lato TN

alexcagliari ha scritto:Aveva senso in un sistema tn-s in cui non usavo la terra di casa ma sfruttassi la caratteristica del trafo d'isolamento

se usi un trasformatore di isolamento per quello che è, non colleghi una beata massa mazza a terra (le masse le colleghi in equipotenziale tra di loro) e non hai per niente un TN-S, hai solo una protezione per separazione garantita, che facendo una similitudine al massimo somiglia più a un IT

alexcagliari ha scritto:Se la terra che sto utilizzando (mettendo il secondario del trafo a terra) è la stessa della casa - ovvero la stessa collegata al differenziale da 0,03A che stacca non appena accendo la cnc - mi spiegate che senso ha utilizzare il trafo?

penso di avertelo spiegato per la dodicesima volta, a cui vanno aggiunte quelle degli altri



e questo perché avevo detto che non sarei più intervenuto!
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
58,0k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8501
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[107] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto UtenteMike » 12 mag 2015, 9:12

alexcagliari ha scritto:Ministero dello Sviluppo Economico, non norma e vigila anche nel settore elettrico Attilio?


:shock: #-o

Comunque, se è un verificatore "autorizzato" dal Ministero, vai tranquillo... :^o

Ma stiamo ancora discutendo di cosa? Non ho mica ancora capito cosa ti serve... Vuoi mettere il differenziale da 300 mA a monte e lasciare tutto così? Era una delle soluzioni proposte, il trasformatore l'hai proposto tu e su quello si è intavolato il discorso di come proteggerlo e collegarlo. Vuoi fare un sistema a separazione elettrica? Usa un trasformatore di isolamento e collega le masse allo stesso. Vuoi collegare il polo a terra, realizzi un TN e il guasto si chiude nel PE fino al trafo.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14212
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[108] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utentealexcagliari » 15 mag 2015, 12:10

Ecco cosa ho fatto oggi seguendo i vostri consigli.
Ora lo provo Foto Utenteattilio :D

Immagine

Ingresso linea va al primario del trafo, le due uscite e la terra vanno al magnetotermico e poi al carico..
Avatar utente
Foto Utentealexcagliari
10 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 5 mar 2015, 23:19
Località: Cagliari

2
voti

[109] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utenteattilio » 14 giu 2015, 22:02

è passato un mese e mi sono ricordato dei molti MP ricevuti e dei continui tag a questa discussione,
non che mi fossi aspettato niente, però magari dopo 113 messaggi, degnarsi di passare un attimo tanto per dire

a) grazie dei consigli ragazzi, funziona tutto alla perfezione!

b) annate affanculo non ho risolto nulla!

(la b l'ho messa solo per scrupolo)

prendi i soldi e scappa, ricordi Foto Utentemario_maggi? :?
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
58,0k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8501
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

2
voti

[110] Re: Dubbio su trasformatore di isolamento e norme Cei

Messaggioda Foto Utentemario_maggi » 15 giu 2015, 7:59

Caro Attilio,
prendi i soldi e scappa, ricordi ?

sembra che tutto sia dovuto e che la parola "grazie" sia stata cancellata dal dizionario. Io mi sto smontando, perche' perdere tempo a trasferire conoscenze a qualcuno che non le merita?
Buona settimana,
Mario
Mario Maggi
https://www.evlist.it per la mobilità elettrica e filiera relativa
https://www.axu.it , inverter speciali, soluzioni originali, cobot
Innovazioni: https://www.axu.it/mm4
Avatar utente
Foto Utentemario_maggi
15,4k 3 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3376
Iscritto il: 21 dic 2006, 9:59
Località: Milano

Precedente

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti