Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzionale

PLC, servomotori, inverter...robot

Moderatori: Foto Utentecarlomariamanenti, Foto Utentedimaios

0
voti

[21] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utenteg.schgor » 27 mag 2015, 6:48

Bene per le equazioni, ma credo sia importante conoscere
le caratteristiche della valvola (costante di tempo e,
ancora meglio, i grafici dell'andamento della portata
in funzione dell'apertura, a varie condizioni di
differenza di pressione a monte e a valle della valvola).
Come dicevo, la regolazione di posizione può
comunque essere impostata partendo dai parametri
indicati.
Avatar utente
Foto Utenteg.schgor
52,9k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 16141
Iscritto il: 25 ott 2005, 9:58
Località: MILANO

1
voti

[22] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utenteadert » 27 mag 2015, 23:53

Non ho capito cosa vuoi far fare al rullo , quale è la funzione che deve volgere il rullo sul rotolo di carta in avvolgimento?
Scopo principale della nostra vita , è dare prosieguo alla vita , come tutti gli esseri viventi fanno.
Avatar utente
Foto Utenteadert
182 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 19 apr 2014, 16:57

0
voti

[23] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utenteadert » 29 mag 2015, 21:02

Dico questo perché nota la funzione fisica che deve svolgere il rullo pressore, è chiaro quale tipo di regolazione va applicata. Il rullo in questione sul rotolo viene chiamato in modi diversi , rullo pressore , rullo lisciatore , hold down roll , ironing roll.
Una applicazione simile è operante sui laminatoio di alluminio per nastro sottile , thin-stock , e lavora su un principio diverso di regolazione da quello descritto.
Questo rullo normalmente ha 2 funzioni , una a contatto sempre con il rotolo e una in inseguimento del diametro , ma mai in contatto.
La prima funzione serve con materiale molto sottile , spessore 0,09/0,4 mm e ha la funzione di spremere l'aria fuori dalla spira in avvolgimento per garantire attrito tra spira e rotolo , riducendo lo sbandamneto laterale del nastro in avvolgimento (rottura nasto) , riduce l'effetto aria planing , ed il controllo è in pressione , il rullo spinge sull'arco di variazione del diametro con una forza costante.L'effetto aria planing appare al disopra di una velocità di 700 m/1'.
La seconda funzione serve per spessori maggiori di 0,4mm e ha la funzione di tenere il rullo 50 mm sopra il diametro , inseguitore , per poterlo abbassare velocemente in caso di rottura nastro per contenere il materiale , il controllo è in posizione , non serve una cosa precisa.
O_/
Scopo principale della nostra vita , è dare prosieguo alla vita , come tutti gli esseri viventi fanno.
Avatar utente
Foto Utenteadert
182 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 19 apr 2014, 16:57

0
voti

[24] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utenteg.schgor » 30 mag 2015, 14:59

Foto Utentevitellocromato, avevi detto che eri interessato all'impostazione
della regolazione, in attesa dei dati sperimentali. Bene, in prima approssimazione
avevo suggerito di considerare il cilindro posizionatore come un integratore puro
con (costante Ti) e la valvola come una costante di tempo (Tp). Sai ricavare
il diagramma di Bode del "blocco pneumatico"?
Avatar utente
Foto Utenteg.schgor
52,9k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 16141
Iscritto il: 25 ott 2005, 9:58
Località: MILANO

0
voti

[25] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utentevitellocromato » 3 giu 2015, 8:20

adert ha scritto:Dico questo perché nota la funzione fisica che deve svolgere il rullo pressore, è chiaro quale tipo di regolazione va applicata. Il rullo in questione sul rotolo viene chiamato in modi diversi , rullo pressore , rullo lisciatore , hold down roll , ironing roll.
Una applicazione simile è operante sui laminatoio di alluminio per nastro sottile , thin-stock , e lavora su un principio diverso di regolazione da quello descritto.
Questo rullo normalmente ha 2 funzioni , una a contatto sempre con il rotolo e una in inseguimento del diametro , ma mai in contatto.
La prima funzione serve con materiale molto sottile , spessore 0,09/0,4 mm e ha la funzione di spremere l'aria fuori dalla spira in avvolgimento per garantire attrito tra spira e rotolo , riducendo lo sbandamneto laterale del nastro in avvolgimento (rottura nasto) , riduce l'effetto aria planing , ed il controllo è in pressione , il rullo spinge sull'arco di variazione del diametro con una forza costante.L'effetto aria planing appare al disopra di una velocità di 700 m/1'.
La seconda funzione serve per spessori maggiori di 0,4mm e ha la funzione di tenere il rullo 50 mm sopra il diametro , inseguitore , per poterlo abbassare velocemente in caso di rottura nastro per contenere il materiale , il controllo è in posizione , non serve una cosa precisa.
O_/


No, non mi pare che i due esempi di controllo alluminio siano attinenti al mio caso.
Nel mio caso abbiamo 2 rulli (R1 e R2) sui quali viene avvolto un rotolo di carta. Il terzo rullo (R3) (quello di cui voglio andare a controllare la posizione) ruota sopra il rotolo di carta. La posizione di R3 è importante, perché ( essendo fissa la posizione dei primi 2 rulli R1 e R2) va a determinare il diametro massimo che può avere il rotolo di carta . (Il diametro massimo del rotolo all'istante t sarà quello del rotolo che sarà tangente a tutti e tre i rulli all'istante t). Ipotizziamo che il rotolo in accrescimento sopra R1 e R2 (senza la presenza di R3) raggiunga un diametro D1 in un certo istante. Se a quell'istante avessimo anche il rullo R3 in un posizione che mi impone un diametro massimo D2 del rotolo, e se D2 è minore di D1, ottengo un rotolo del diametro di D2 (con una certa approssimazione dovuta alla deformabilità del rotolo di carta).
Avatar utente
Foto Utentevitellocromato
0 2
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 21 mag 2009, 17:48

0
voti

[26] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utentevitellocromato » 3 giu 2015, 8:32

g.schgor ha scritto:Foto Utentevitellocromato, avevi detto che eri interessato all'impostazione
della regolazione, in attesa dei dati sperimentali. Bene, in prima approssimazione
avevo suggerito di considerare il cilindro posizionatore come un integratore puro
con (costante Ti) e la valvola come una costante di tempo (Tp). Sai ricavare
il diagramma di Bode del "blocco pneumatico"?


Al momento no, non so che equazioni e parametri cercare.

L'unica cosa che mi potrebbe venire in mente (ma che al momento non posso fare perché non ho il sistema sottomano) potrebbe essere quella di eccitare l'elettrovalvola con una tensione sinusoidale e misurare ampiezza e fase della risposta (posizione del braccio), ma mi pare una cosa sprecisa e complicata.

Come dovrei fare?
Avatar utente
Foto Utentevitellocromato
0 2
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 21 mag 2009, 17:48

0
voti

[27] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utenteadert » 3 giu 2015, 9:56

vitellocromato ha scritto:No, non mi pare che i due esempi di controllo alluminio siano attinenti al mio caso.
Nel mio caso abbiamo 2 rulli (R1 e R2) sui quali viene avvolto un rotolo di carta. Il terzo rullo (R3) (quello di cui voglio andare a controllare la posizione) ruota sopra il rotolo di carta. La posizione di R3 è importante, perché ( essendo fissa la posizione dei primi 2 rulli R1 e R2) va a determinare il diametro massimo che può avere il rotolo di carta . (Il diametro massimo del rotolo all'istante t sarà quello del rotolo che sarà tangente a tutti e tre i rulli all'istante t). Ipotizziamo che il rotolo in accrescimento sopra R1 e R2 (senza la presenza di R3) raggiunga un diametro D1 in un certo istante. Se a quell'istante avessimo anche il rullo R3 in un posizione che mi impone un diametro massimo D2 del rotolo, e se D2 è minore di D1, ottengo un rotolo del diametro di D2 (con una certa approssimazione dovuta alla deformabilità del rotolo di carta).

Non ho capito , puoi fare un disegno di quello descritto sopra con fidocad o altro ?
Io ho capito in 2 modi , cosi'
Scopo principale della nostra vita , è dare prosieguo alla vita , come tutti gli esseri viventi fanno.
Avatar utente
Foto Utenteadert
182 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 19 apr 2014, 16:57

0
voti

[28] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utenteg.schgor » 3 giu 2015, 14:37

vitellocromato ha scritto:Al momento no, non so che equazioni e parametri cercare.

Abbiamo definito i due principali: Ti e Tp.
Perché non incominci da quelli ipotizzando di conoscerne i valori
(ad es Ti=250ms e Tp=50ms).
Torno a chiedere se sei in grado di tradurre in diagramma di Bode
tale schematizzazione del sistema pneumatico (magari non sarà
completa, ma è una buona base di partenza).
Avatar utente
Foto Utenteg.schgor
52,9k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 16141
Iscritto il: 25 ott 2005, 9:58
Località: MILANO

0
voti

[29] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utenteadert » 3 giu 2015, 19:21

Se con il rullo 3 stai premuto sul rotolo con una pressione fissa da te selezionabile , controllo di pressione , con l'encoder angolare del rullo 3 rilevi il diametro del rotolo e fai quello che ti serve.
Scopo principale della nostra vita , è dare prosieguo alla vita , come tutti gli esseri viventi fanno.
Avatar utente
Foto Utenteadert
182 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 19 apr 2014, 16:57

0
voti

[30] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utentevitellocromato » 3 giu 2015, 20:55

adert ha scritto:Non ho capito , puoi fare un disegno di quello descritto sopra con fidocad o altro ?


mi dispiace per essere lento a rispondere e impreciso nello spiegarmi, sfortunatamente mi sono piombati addosso altri progetti per cui devo gestire questo argomento nel tempo extra-lavorativo.

Di seguito uno schema del sistema che spero sia sufficiente a chiarire.

Immagine

concettualmente è analogo alla seconda figura che avevi postato, riposizionando adeguatamente i rulli.
Avatar utente
Foto Utentevitellocromato
0 2
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 21 mag 2009, 17:48

PrecedenteProssimo

Torna a Automazione industriale ed azionamenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite