Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzionale

PLC, servomotori, inverter...robot

Moderatori: Foto Utentecarlomariamanenti, Foto Utentedimaios

0
voti

[41] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utentevitellocromato » 8 giu 2015, 22:56

g.schgor ha scritto:
vitellocromato ha scritto:Confermo la seconda

Sei sicuro? Perché se vuoi un posizonamento (come da titolo)
devi controllare la portata, non la pressione.
Vedi qui le differenze.



:? ... non avevo preso in considerazione elettrovalvole per il controllo della portata, anche perché storicamente queste applicazioni in questo settore hanno sempre usato valvole proporzionali di pressione (così mi hanno dato a intendere)... capisco ora perché il modello si potrebbe approssimare ad un integratore, con queste valvole. Proverò a sentire colleghi più esperti di me per capire se le hanno mai viste usare.
Non sono riuscito a leggere per intero il capitolo passato perché mancano pagine, ma ho letto che queste elettrovalvole in realtà controllano solo la sezione di passaggio del flusso e che quindi controllano la portata solo se la differenza di pressione tra uscita e ingresso rimane costante. Potrebbe questa condizione generarmi problemi? Controllare la portata che vantaggio mi porterebbe? A intuizione avrei un controllo di velocità molto più reattivo di quello che otterrei facendolo da solo controllando la pressione, e che mi porterebbe ad un migliore controllo di posizione di conseguenza. Ho paura però che cambiando la pressione necessaria per sostenere il rullo mi sgarri anche la portata di conseguenza e incorra in qualche condizione "balorda" se uso un regolatore di portata (così a intuito...)
Avatar utente
Foto Utentevitellocromato
0 2
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 21 mag 2009, 17:48

0
voti

[42] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utentevitellocromato » 8 giu 2015, 23:00

eAlucarD ha scritto:se non altro la macchina progettata è peggiore del suo controllo :mrgreen:


intuisco la presenza di ironia ma non l'ho capita... ?%
Avatar utente
Foto Utentevitellocromato
0 2
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 21 mag 2009, 17:48

0
voti

[43] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utentevitellocromato » 8 giu 2015, 23:06

dimaios ha scritto:Il problema è piuttosto complesso se lo si vuole risolvere analiticamente.
La "compattazione" della carta dipende dal tiro che si sviluppa all'altezza del rullo deflessore inferiore.
A questo deve essere "sommato" l'effetto della spinta del cilindro che agisce nuovamente sul materiale una volta che viene avvolto sul rotore.
La carta può essere compattata sfruttando due criteri :

1. Portatandola in regime plastico aumentando la tensione delle fibre come illustrato nel diagramma \sigma - \epsilon ( agendo per esempio in modo deciso con il rullo pressore ).
2. Sfruttando l'attrito tra i diversi strati della spirale dopo averla "stirata" in regime elastico. L'attrito evita che il foglio ritorni nella posizione iniziale. Si tira pertanto il materiale all'ingresso dell'avvolgitore e si confida nell'attrito per evitare che la deformazione elastica svanisca una volta superato il primo rullo di deflessione.

Nel secondo caso il protagonista è il differenziale di velocità tra il feeder della carta e la velocità di rotazione del motore del rotore ( nonchè del raggio variabile del coil di carta ).
Questa tecnica è sicuramente più efficace rispetto alla deformazione plastica che potrebbe degradare la qualità del prodotto finito.

A mio avviso converrebbe agire sul punto [2]. prima di impiegare le potenzialità del punto [1].
Dato un tiro della carta si conosce il coefficiente di Poisson e quindi la riduzione di spessore.


Esatto, queste sono nozioni che nel settore sono abbastanza note, specie a livello pratico tra gli operatori che lavorano sulle linee. Su questa macchina, che è un modello economico, non è possibile lavorare sul differenziale di velocità, in quanto tutti i rulli sono movimentati da uno stesso unico motore e non sono previsti meccanismi per la variazione dei rapporti di trasmissione. L'unica possibilità è quella di far arrivare in avvolgimento carta già tesa o allentata e poi premerla a piacere per ottenere il diametro desiderato. Se il cliente vuole di meglio sa che deve ripiegare su un modello più costoso, ma spesso non c'è ritorno economico e si opta per questa soluzione.
Avatar utente
Foto Utentevitellocromato
0 2
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 21 mag 2009, 17:48

2
voti

[44] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utenteg.schgor » 9 giu 2015, 7:24

vitellocromato ha scritto:è quello che è già implementato

Ma allora è un controllo di pressione e la posizione serve come verifica.
non viceversa.Come l'hai "già implementato" se non sai descrivere
la funzione di trasferimento adottata?
Se non si chiarisce questo si fa solo della filosofia...
Avatar utente
Foto Utenteg.schgor
53,1k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 16145
Iscritto il: 25 ott 2005, 9:58
Località: MILANO

0
voti

[45] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utentedimaios » 9 giu 2015, 8:54

g.schgor ha scritto:Ma allora è un controllo di pressione e la posizione serve come verifica.
non viceversa.


Diciamo di si ma si può fare meglio.
Avendo le due variabili ed il modello dinamico si possono stimare i parametri dell'equazione differenziale dell'interazione tra rullo e coil ricavando i parametri del modello stesso in tempo reale ( tenterei con uno stimatore EKF ( Extended Kalman Filter con stato aumentato visto che il modello è non lineare ).
Ingegneria : alternativa intelligente alla droga.
Avatar utente
Foto Utentedimaios
28,7k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3202
Iscritto il: 24 ago 2010, 14:12
Località: Behind the scenes

0
voti

[46] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utenteadert » 9 giu 2015, 15:17

Non per contraddire , ma un controllo di pressione sul rullo presore sommato al tiro di avvolgimento , determinano la compattezza del rotolo avvolto a parità di diametro..
Per cui fissato il tiro specifico di avvolgimento T in N/mm^2 e il peso specifico del rotolo voluto Ps in g/m^3 si regola la pressione del rullo pressore P in bar.
Va costruita con prove un correlazione , Ps=f(T,P).
Scopo principale della nostra vita , è dare prosieguo alla vita , come tutti gli esseri viventi fanno.
Avatar utente
Foto Utenteadert
182 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 186
Iscritto il: 19 apr 2014, 16:57

0
voti

[47] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utentedimaios » 10 giu 2015, 9:17

adert ha scritto:......sommato al tiro di avvolgimento , determinano la compattezza del rotolo avvolto a parità di diametro.


Purtroppo no per due motivi.

1. Siccome il materiale si deforma in campo plastico non si possono "sommare" i contributi ma la relazione è non lineare per cui ben più complessa.
2. Siccome la costante elastica esposta nei confronti del rullo pressore cambia con il diametro del coil bisogna regolare la pressione in modo dinamico. Per quanto riguarda la parte plastica bisogna studiare bene la curva \sigma - \epsilon per dire cosa accade all'aumentare del diametro del coil.


P_s(t) = f\left( T , D(t) \right )

Dove

P_s(t) : Pressione esercitata dal cilindro pneumatico sul coil
T : Tiro in ingresso supposto costante
D(t) : Diametro del coil

f : Funzione non lineare
Ingegneria : alternativa intelligente alla droga.
Avatar utente
Foto Utentedimaios
28,7k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3202
Iscritto il: 24 ago 2010, 14:12
Località: Behind the scenes

0
voti

[48] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utenteadert » 10 giu 2015, 23:07

Il tema principali quindi è quello di regolare pesi specifici del rotolo finito diversi a parità di diametro esterno.
-Un metodo è fare incrementae il diametro del rotolo con il limitatatore geometrico di diametro , rullo pressore , secondo una funzione in controllo di posizione , questultima molto difficile da realizzare , anche trovata la relazione matematica.
-Un'altro metodo è quello di controllare la pressione di spinta del rullo pressore contro il rotolo funzione del diametro e della compattezza voluta e del tiro , regolazione fattibile , trovata la funzione.
O_/
Scopo principale della nostra vita , è dare prosieguo alla vita , come tutti gli esseri viventi fanno.
Avatar utente
Foto Utenteadert
182 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 186
Iscritto il: 19 apr 2014, 16:57

0
voti

[49] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utenteadert » 11 giu 2015, 0:33

E' possibile implementare il seguente anello di regolazione se sono noti i seguenti parametri misurabili :
1-grammatura materiale media g [g/m^2] spessimetro a raggi X in uscita prima dell'avvolgitore
2-metri transitati in uscita l [m]
3-diametro esterno rotolo D(t) [m] da encoder rullo pressore.
4-diametro inizale coil fisso d [m]

Il peso specifico del rotolo Ps [g/m^3] a qualsiasi diametro esterno D(t) è dato dalla relazione ottenuta eguagliando le geometrie A) l*s=pigreco*(D^2-d^2)/4 e usando la relazione che dice che la grammatura g [g/m^2] letta dallo spessimetro a raggi X divisa il peso specifico Ps[g/m^3] è uguale allo spessore s [m].
B) g/Ps=s [g/m^2]*[m^3/g]=[m]
Da queste si ricava sostiutuendo s della B) nella relazione A)
l*g/Ps=pigreco*(D^2-d^2)/4 --> Ps(t)=l*g*4/(pigreco*(D(t)^2-d^2).
Dato un riferimento di peso specifco rotolo Ps voluto e confrontandolo con quello calcolato , si fa un anello esterno di regolazione di peso specifico del rotolo in avvolgimento che comanda un'anello interno di pressione del rullo pressore .
Scopo principale della nostra vita , è dare prosieguo alla vita , come tutti gli esseri viventi fanno.
Avatar utente
Foto Utenteadert
182 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 186
Iscritto il: 19 apr 2014, 16:57

0
voti

[50] Re: Controllo Pos con elettrovalvola pneumatica proporzional

Messaggioda Foto Utenteadert » 11 giu 2015, 8:10

vitellocromato ha scritto: L'unica possibilità è quella di far arrivare in avvolgimento carta già tesa o allentata e poi premerla a piacere per ottenere il diametro desiderato. Se il cliente vuole di meglio sa che deve ripiegare su un modello più costoso, ma spesso non c'è ritorno economico e si opta per questa soluzione.

Scusa , ma non capisco la tua afermazione " e poi premerla a piacere per ottenere il diametro desiderato." cioè tu devi , variando la spinta del rullo pressore , arrivare sempre allo stesso diametro finale , generando quindi una variazione di peso specifico del ratolo , quindi di peso del rotolo stesso essendo fisso il volume.
Se non chiarisci questi concetti la vedo dura trovare la soluzione.
Scopo principale della nostra vita , è dare prosieguo alla vita , come tutti gli esseri viventi fanno.
Avatar utente
Foto Utenteadert
182 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 186
Iscritto il: 19 apr 2014, 16:57

PrecedenteProssimo

Torna a Automazione industriale ed azionamenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti