Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Dubbio su rendimento motore a corrente continua

Trasformatori, macchine rotanti ed azionamenti

Moderatori: Foto Utentefpalone, Foto UtenteSandroCalligaro, Foto Utentemario_maggi

0
voti

[1] Dubbio su rendimento motore a corrente continua

Messaggioda Foto UtenteVibia » 14 giu 2015, 15:51

Mi sono imbattuto su un esercizio in cui mi veniva dato il valore del rendimento del motore a corrente continua e veniva specificato che tale rendimento teneva conto delle "potenze di eccitazione"

Ho provato a darmi una risposta ragionando su tale affermazione. Mi sono detto: se il rendimento tiene conto anche dell'avvolgimento di eccitazione siccome il rendimento lo definisco come \eta=\frac{P_\text{resa}}{P_\text{assorbita}} la mia P_\text{assorbita} sarà la potenza elettrica assorbita dalla rete.

Di conseguenza se volessi determinare potenza assorbita nominale, conoscendo la resistenza dell'avvolgimento d'eccitazione/d'armatura e la corrente d'eccitazione/armatura nominali della macchina, dovrei considerare la somma di questi due contributi?

Però lo vedo al quanto forzato come discorso anche perché navigando su internet ho trovato una definizione di rendimento "alternativa"
eta=\frac{P_\text{resa}}{P_\text{assorbita}}=\frac{P_\text{assorbita}-P_\text{persa}}{P_\text{assorbita}}

dove la

P_\text{persa}=P_\text{meccaniche}+P_\text{Ferro}+P_\text{JnTot}+P_\text{Jecc}+P_\text{addizionali}

non capisco però perché le perdite Joule totali e quelle d'eccitazione sono considerate a parte.Io avrei pensato ad esempio a
P_\text{Jarmatura}=I^2_aR_a
P_\text{Jeccitazione}=I^2_\text{ecc}R_\text{ecc}
Avatar utente
Foto UtenteVibia
101 2 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 216
Iscritto il: 12 feb 2013, 22:53

Torna a Macchine elettriche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti