Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Termodinamica, II principio

Leggi e teorie della fisica

Moderatori: Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteIanero, Foto UtentePietroBaima

0
voti

[61] Re: Termodinamica, II principio

Messaggioda Foto Utenteangel99 » 17 giu 2015, 12:23

La funzione di probabilità ovviamente cambia. Più sono abbondanti le molecole e più stretta è la campana. Ma la differenza sarà sempre finita.

Diventa sempre infinitesima solo se le molecole considerate sono infinite. Vuoi dirmi che è questa la paraculo-fisico-statistico arrampicata sugli specchi per venirne fuori? Le molecole non devono solo essere abbondanti per rendere consistente la media, ma devono essere in numero praticamente infinito?
Avatar utente
Foto Utenteangel99
3.516 1 4 11
Master
Master
 
Messaggi: 1149
Iscritto il: 23 gen 2015, 19:39

0
voti

[62] Re: Termodinamica, II principio

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 17 giu 2015, 12:24

proprio così!
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
76,7k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9242
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[63] Re: Termodinamica, II principio

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 17 giu 2015, 12:28

Sei bravo, Foto Utenteangel99, molto bravo per, absit inuria verbo, essere solo un perito.
E ribadisco l'absit inuria verbo, perché intendo farti un complimento.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
76,7k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9242
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[64] Re: Termodinamica, II principio

Messaggioda Foto Utenteangel99 » 17 giu 2015, 12:33

Grazie della spiegazione (e del complimento).

Sono certo che molti degli autori dei testi dove ho studiato termodinamica, questa cosa non l'abbiano per nulla chiara. Se parlano di numero di molecole abbondanti, vuol dire che non si sono neppure posti il problema di capire. Da oggi, mai e poi mai userei quel termine nel contesto.

Con un po' di prurito (mi viene spesso l'orticaria quando sono costretto a ricorrere alla statistica per spiegare la fisica), mi ritengo sollevato. :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utenteangel99
3.516 1 4 11
Master
Master
 
Messaggi: 1149
Iscritto il: 23 gen 2015, 19:39

1
voti

[65] Re: Termodinamica, II principio

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 17 giu 2015, 12:38

he he he
Il discorso è quello della gomma della bicicletta, teoricamente potrebbe anche gonfiarsi da sola, non succede solo se le molecole sono infinite. -:-
Le molecole sono finite, però. :-M
Però non mi è mai capitato di vedere una gomma di una bici che si sia gonfiata da sola... :cry:


:mrgreen:
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
76,7k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9242
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[66] Re: Termodinamica, II principio

Messaggioda Foto Utenteangel99 » 17 giu 2015, 12:39

PietroBaima ha scritto:Però non mi è mai capitato di vedere una gomma di una bici che si sia gonfiata da sola...

Perché non sei stato abbastanza paziente... :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utenteangel99
3.516 1 4 11
Master
Master
 
Messaggi: 1149
Iscritto il: 23 gen 2015, 19:39

5
voti

[67] Re: Termodinamica, II principio

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 17 giu 2015, 12:43

vero :!:

btw,
angel99 ha scritto:Se parlano di numero di molecole abbondanti, vuol dire che non si sono neppure posti il problema di capire. Da oggi, mai e poi mai userei quel termine nel contesto.

i vari termini quali "abbondante", "poco", "molto", "scadente" ecc... bandiscili dal tuo vocabolario fisico.
Quando, in passato ormai, l'ho fatto ho fatto anche un passo importante nella comprensione della fisica, per quel poco che mi riguarda.

Ciao,
Pietro.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
76,7k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 9242
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[68] Re: Termodinamica, II principio

Messaggioda Foto UtenteFabio992 » 17 giu 2015, 13:33

Angel, comunque io continuo a sostenere che tutto il discorso nasce da una non chiara intesa di cosa intendi per per temperatura media del gas e temperatura locale del gas. Cioè non capisco la differenza tra il tuo esempio e per esempio questo: ho una stanza con dentro (per qualche motivo) aria calda che si affaccia con una con dentro aria fredda. Io Chiudo la porta e violo il secondo principio? Io non credo che ogni volta che accendo il condizionatore violo il secondo principio della termodinamica. Continuo a ribadire quello che ho scritto nei miei post vecchi. Senza pretesa di verità per carità. Io termodinamica l'ho sempre odiata e non sono un fisico
Avatar utente
Foto UtenteFabio992
593 1 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 498
Iscritto il: 26 gen 2013, 20:07

2
voti

[69] Re: Termodinamica, II principio

Messaggioda Foto Utenteangel99 » 17 giu 2015, 14:30

PietroBaima ha scritto:i vari termini quali "abbondante", "poco", "molto", "scadente" ecc... bandiscili dal tuo vocabolario fisico.

Consiglio stampato a fuoco.

Sono casualità come questo 3D buttato lì in una pausa pranzo a cambiare certe volte l'intero approccio a una questione scientifica. In questo caso, addirittura al suo pilastro forse più importante.

Grazie EY.
Avatar utente
Foto Utenteangel99
3.516 1 4 11
Master
Master
 
Messaggi: 1149
Iscritto il: 23 gen 2015, 19:39

1
voti

[70] Re: Termodinamica, II principio

Messaggioda Foto Utenteangel99 » 17 giu 2015, 14:36

Fabio992 ha scritto:Angel, comunque io continuo a sostenere che tutto il discorso nasce da una non chiara intesa di cosa intendi per per temperatura media del gas e temperatura locale del gas.

Non credo sia questo, sai? E' un po' più sottile. Se rileggi dall'inizio, non ho mai citato temperature locali, zone calde o fredde, o cose similari. La temperatura è sempre quella media, perché si riferisce a una massa di gas. Ciò che viene considerata distinta è la velocità delle singole particelle, e la loro distribuzione spaziale. E' molto più complicato delle stanze calde e fredde. (E infatti si risolve con un doppio salto mortale in avvitamento...)
Avatar utente
Foto Utenteangel99
3.516 1 4 11
Master
Master
 
Messaggi: 1149
Iscritto il: 23 gen 2015, 19:39

PrecedenteProssimo

Torna a Fisica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite