Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Caratteristica asincrono

Trasformatori, macchine rotanti ed azionamenti

Moderatori: Foto Utentefpalone, Foto UtenteSandroCalligaro, Foto Utentemario_maggi

2
voti

[41] Re: Caratteristica asincrono

Messaggioda Foto Utentemario_maggi » 27 ago 2015, 22:09

lho,
Se considero sempre lo stesso tipo di carico applicato ad un motore

se fai gli indovinelli cerchiamo di indovinare. Se vuoi risposte precise dovresti fare domande precise dando i dati necessari.
Cos'e' lo stesso tipo di carico? Se si tratta di un carico a coppia costante e' un conto, se si tratta di una pompa centrifuga e' tutt'altro conto, se si tratta di un mandrino di macchina utensile e' ancora diverso.
Ciao
Mario
Mario Maggi
https://www.evlist.it per la mobilità elettrica e filiera relativa
https://www.axu.it , inverter speciali, soluzioni originali, cobot
Innovazioni: https://www.axu.it/mm4
Avatar utente
Foto Utentemario_maggi
15,5k 3 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3394
Iscritto il: 21 dic 2006, 9:59
Località: Milano

0
voti

[42] Re: Caratteristica asincrono

Messaggioda Foto UtenteIho » 29 ago 2015, 19:10

Pompa idraulica.
Perdona la mia ignoranza.
Avatar utente
Foto UtenteIho
206 1 3 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 589
Iscritto il: 8 ott 2008, 11:15
Località: Pulsano

1
voti

[43] Re: Caratteristica asincrono

Messaggioda Foto Utentemario_maggi » 29 ago 2015, 19:59

Iho,
di pompe idrauliche ce ne sono di molte tipologie, a vite, a pistoni, a ruote dentate, centrifughe, peristaltiche ...... ed altre.
Hanno comportamenti molto diversi tra di loro.
Ciao
Mario
Mario Maggi
https://www.evlist.it per la mobilità elettrica e filiera relativa
https://www.axu.it , inverter speciali, soluzioni originali, cobot
Innovazioni: https://www.axu.it/mm4
Avatar utente
Foto Utentemario_maggi
15,5k 3 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3394
Iscritto il: 21 dic 2006, 9:59
Località: Milano

0
voti

[44] Re: Caratteristica asincrono

Messaggioda Foto UtenteIho » 30 ago 2015, 17:02

Centrifuga.
Avatar utente
Foto UtenteIho
206 1 3 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 589
Iscritto il: 8 ott 2008, 11:15
Località: Pulsano

4
voti

[45] Re: Caratteristica asincrono

Messaggioda Foto Utentemario_maggi » 30 ago 2015, 20:40

Iho,
Se considero sempre lo stesso tipo di carico applicato ad un motore, se il motore, a cui è applicata sempre la stessa tensione, porto la frequenza da 50 a 60 Hz, cosa succede alla corrente assorbita dal motore? Sunda dice che occorre necessariamente una prova empirica.

Trattandosi di una pompa centrifuga, quoto StefanoSunda.
Infatti i fenomeni di turbolenza a velocita' superiore alla nominale non sono prevedibili, ci potrebbe essere anche cavitazione.
In assenza di fenomeni, la potenza a 60 Hz sara' proporzionale al cubo della velocita' effettiba. Se a 50 Hz hai potenza 1, a 60 Hz potresti avere per esempio una velocita' si 1,18 volte quella a 50 Hz, quindi una potenza di 1,64 volte.
Ciao
Mario
Mario Maggi
https://www.evlist.it per la mobilità elettrica e filiera relativa
https://www.axu.it , inverter speciali, soluzioni originali, cobot
Innovazioni: https://www.axu.it/mm4
Avatar utente
Foto Utentemario_maggi
15,5k 3 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3394
Iscritto il: 21 dic 2006, 9:59
Località: Milano

0
voti

[46] Re: Caratteristica asincrono

Messaggioda Foto UtenteIho » 31 ago 2015, 6:25

Non ho capito una cosa: non si era detto che in caso di sola variazione della frequenza la potenza rimaneva comunque costante e variava la coppia? O per le centrifughe non è cosi?
Avatar utente
Foto UtenteIho
206 1 3 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 589
Iscritto il: 8 ott 2008, 11:15
Località: Pulsano

2
voti

[47] Re: Caratteristica asincrono

Messaggioda Foto Utentemario_maggi » 31 ago 2015, 7:11

Iho,
non si era detto

si era detto male, o per lo meno in modo troppo approssimativo, senza considerare le tante eccezioni.
Concetti complessi come il comportamento di un motore elettrico al variare del tipo di carico e della velocita' e della tolleranza sulla tensione di rete non possono mai essere sintetizzati in poche parole.
Ciao
Mario
Mario Maggi
https://www.evlist.it per la mobilità elettrica e filiera relativa
https://www.axu.it , inverter speciali, soluzioni originali, cobot
Innovazioni: https://www.axu.it/mm4
Avatar utente
Foto Utentemario_maggi
15,5k 3 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3394
Iscritto il: 21 dic 2006, 9:59
Località: Milano

0
voti

[48] Re: Caratteristica asincrono

Messaggioda Foto UtenteIho » 1 set 2015, 10:07

Ok grazie mille.
Hai un link in cui si riepiloga come variano queste caratteristiche in funzione del tipo di carico? (pompa centrifuga, tornio, etc etc)
Avatar utente
Foto UtenteIho
206 1 3 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 589
Iscritto il: 8 ott 2008, 11:15
Località: Pulsano

0
voti

[49] Re: Caratteristica asincrono

Messaggioda Foto UtenteIho » 5 set 2015, 14:04

Mi è venuto un altro dubbio:
supponiamo di non considerare il carico ma solo la caratteristica del motore al crescere della frequenza tenendo fissa la tensione.
Aumentando la frequenza, il motore aumenta la velocità a scapito della coppia perché si riduce il flusso.
Si dice dunque che il motore lavora a potenza nominale costante ma coppia decrescente al'aumentare della velocità.

Nell'espressione:
P= C * v
all'aumentare di v (velocità) decresce C e P rimane costante.

E' però anche vero che P =costante lo deve essere anche nell'espressione P= 1.73*V*I*cosFi*rend.
In questa espressione V è costante per ipotesi ma a questo punto, per essere la potenza costante, deve esserlo anche I.
Però io so che la corrente magnetizzante si riduce al crescere della frequenza tant'è che il flusso si riduce.
Questo vuol dire che la corrente magnetizzante (che spesso si indica con I0) e quella I della formula sopra P= 1.73*V*I*cosFi*rend. non possono mai essere la stessa cosa.
Quindi, è da concludere che pur aumentando la frequenza e abbassandosi la coppia, il motore assorbe sempre la stessa corrente dalla rete ma una parte di essa, quella che genera Io si riduce?

La cosa è resa anche più confusa da alcuni dati di targa di motori di produttori diversi.
Alcune etichette, pur indicando aumenti di V ed F proporzionali, indicano sempre la stessa potenza che in realtà dovrebbe essere maggiore del 20% (quantomeno da 50 a 60 Hz)
Avatar utente
Foto UtenteIho
206 1 3 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 589
Iscritto il: 8 ott 2008, 11:15
Località: Pulsano

0
voti

[50] Re: Caratteristica asincrono

Messaggioda Foto Utenteflori2 » 9 set 2015, 12:24

Cosfi e rendimento costanti all'aumentare della frequenza?
Avatar utente
Foto Utenteflori2
1.077 4 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 929
Iscritto il: 10 ott 2006, 11:36

PrecedenteProssimo

Torna a Macchine elettriche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti