Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Alimentatore da banco regolabile

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[11] Re: Alimentatore da banco regolabile

Messaggioda Foto Utentemarco438 » 5 ott 2015, 19:54

Uno schema elettrico ha valore se in esso sono indicati i valori dei componenti; diversamente serve a poco :mrgreen:
La corrente d'uscita dipende dal trasformatore che userai e dal regolatore che, come detto, non puo' superare 1.5A se ben dissipato e nelle condizioni migliori di esercizio.

P.S. C1 lo metterei elettrolitico.
marco
Avatar utente
Foto Utentemarco438
37,0k 7 11 13
-EY Legend-
-EY Legend-
 
Messaggi: 16328
Iscritto il: 24 mar 2010, 15:09
Località: Versilia

0
voti

[12] Re: Alimentatore da banco regolabile

Messaggioda Foto UtenteCadmir » 5 ott 2015, 19:58

Ahahahah ok quindi mi aspetto commenti: "Bel disegnino!" ahahah :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Scusami per l'errore Marco.
Il problema è che a me servono ALMENO 2A per "testare" una StripLed di 5M con LED SMD 3528 che ha come potenza 20 / 24W ed alimentata a 12V necessita di 2A per funzionare...
Come ovviare quindi al problema?
Avatar utente
Foto UtenteCadmir
60 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 195
Iscritto il: 12 ago 2010, 10:57

1
voti

[13] Re: Alimentatore da banco regolabile

Messaggioda Foto Utentemarco438 » 5 ott 2015, 20:05

Allora devi aggiungere un transistor a sostegno o usare un altro regolatore; ad esempio puoi mantenere lo stesso schema di base ed usare un LM350/LM338.
Nel primo caso, lo schema di base sarebbe il seguente:


Dimmi che soluzione vuoi adottare e domattina ti metto i valori sulla base di quanto vuoi ottenere in uscita come tensione.
marco
Avatar utente
Foto Utentemarco438
37,0k 7 11 13
-EY Legend-
-EY Legend-
 
Messaggi: 16328
Iscritto il: 24 mar 2010, 15:09
Località: Versilia

0
voti

[14] Re: Alimentatore da banco regolabile

Messaggioda Foto UtenteCadmir » 5 ott 2015, 20:07

Ok grazie marco, io mi ero concentrato però sul dimensionamento dei componenti e ho nuovamente cambiato idea leggendo il tuo post del tuo alimentatore :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Pensavo a questo punto ad una Vout di 36V



Vai, sgridami #-o
Avatar utente
Foto UtenteCadmir
60 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 195
Iscritto il: 12 ago 2010, 10:57

0
voti

[15] Re: Alimentatore da banco regolabile

Messaggioda Foto Utentemarco438 » 5 ott 2015, 20:15

Perche' dovrei sgridarti?
Basta che prendi una decisione definitiva sia per quanto attiene la tensione d'uscita (che te ne fai di 36V?) che per la corrente ottenibile.
Io personalmente partirei, al massimo, con un trasformatore da 24 V e questo perche' alle basse tensioni, la dissipazione sul regolatore aumenta notevolmente.
Se adoperi un trasformatore da 30VAC, ti ritrovi sul regolatore circa 40VDC il che vuol dire che a 12V 2A dovra' dissipare la bellezza di 56W.
Comunque, pensaci e poi dimmi come vuoi andare avanti; io ora devo uscire ma sulla base di quello che deciderai, ti rispondero' domattina.
marco
Avatar utente
Foto Utentemarco438
37,0k 7 11 13
-EY Legend-
-EY Legend-
 
Messaggi: 16328
Iscritto il: 24 mar 2010, 15:09
Località: Versilia

0
voti

[16] Re: Alimentatore da banco regolabile

Messaggioda Foto UtenteFedericoSibona » 5 ott 2015, 20:20

Come ti ha già detto Foto Utentemarco438, non è obbligatorio utilizzare un LM317 specie se vuoi una limitazaione anche in corrente.
Foto Utentemarco438, probabilmente Foto UtenteCadmirintendeva utilizzare un LM317 per la stabilizzazione della tensione ed uno per la limitazione in corrente messi in serie, si trova qualcosa del genere su internet.
Avatar utente
Foto UtenteFedericoSibona
5.022 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3953
Iscritto il: 19 mar 2013, 11:43

0
voti

[17] Re: Alimentatore da banco regolabile

Messaggioda Foto UtenteCadmir » 5 ott 2015, 21:10

marco438 ha scritto:Se adoperi un trasformatore da 30VAC, ti ritrovi sul regolatore circa 40VDC il che vuol dire che a 12 V 2A dovra' dissipare la bellezza di 56W.


Scusami Marco ma non ti seguo... capisco la dissipazione dei 56W data dalla differenza di tensione che "assorbe" il regolatore... ma perché un trasformatore 30VAC dovrebbe dare al pin di ingresso del regolatore 40VDC?
Ma allora il tuo alimentatore da 36V come è progettato?
E comunque se ho letto bene il datasheet in quel caso dovrei calcolare la dissipazione calcolando la Vout minima di 1,5V a 2A quindi una dissipazione di 77W...
Fatto sta che la mia "idea" è quella di creare un circuito che mi eroghi IDEALMENTE una tensione variabile max 36V e una corrente variabile max 2A

per questo spiegavo all'inizio, e forse non mi sono spiegato bene, che come dice Foto UtenteFedericoSibona, avevo intenzione di creare un Alimentatore che possa variare le due componenti indipendentemente (quindi MinV e MaxA o MaxV e MaxA)
Pensando potrei anche integrare una piccola ventolina (tipo quelle del PC per capirci) che nel caso la dissipazione diventi troppo elevata (utilizzando un relè), entri in funzione.
Insomma, questo è il mio pensiero... poi però Foto Utentemarco438 se tu mi consigli di non iniziare da un circutio così "complesso" e magari mi consigli una Vout MAX di 12V va bene. Sono qui da totale inesperto e vorrei imparare insieme a voi e soprattuto DA voi :ok:
Avatar utente
Foto UtenteCadmir
60 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 195
Iscritto il: 12 ago 2010, 10:57

0
voti

[18] Re: Alimentatore da banco regolabile

Messaggioda Foto Utenteadert » 5 ott 2015, 21:45

marco438 ha scritto:Per Foto Utenteadert
Beh, al contrario di quello che scrivi, ti posso assicurare che ho davanti a me un alimentatorino che uso per particolari applicazioni che adopera un LM317 ed un trasformatore da 36VDC ed in 20 anni non si e' mai bruciato. :D
Poi, basta leggere il datasheet o l'application note.

.....un LM317 ed un trasformatore da 36VDC..... 36 VDC è quello che dico io nel post .
Scopo principale della nostra vita , è dare prosieguo alla vita , come tutti gli esseri viventi fanno.
Avatar utente
Foto Utenteadert
182 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 186
Iscritto il: 19 apr 2014, 16:57

0
voti

[19] Re: Alimentatore da banco regolabile

Messaggioda Foto UtenteFedericoSibona » 5 ott 2015, 22:04

marco438 ha scritto: I 40 volt citati dal datasheet non sono la tensione massima sopportabile dall'integrato bensi' il range di tensione Vin/Vout.

Sì Marco, però, in caso di cortocircuito sull'uscita, i volt raddrizzati e livellati arrivano tutti come Vin - Vout sull'integrato.
Ma poi tu parli di 36 Vdc che è entro le specifiche, adert di 36 Vac che, raddrizzati e livellati, vanno ampiamente fuori specifiche. Poi non è detto che non ci sia qualche esemplare di LM317 che li tiene, ma in fase di progetto........... ;-)
Avatar utente
Foto UtenteFedericoSibona
5.022 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 3953
Iscritto il: 19 mar 2013, 11:43

0
voti

[20] Re: Alimentatore da banco regolabile

Messaggioda Foto Utenteadert » 6 ott 2015, 0:08

Evita di citare per intero (citazioni comprese) i post che precedono. Se necessario, per gli altri, cita la parte che serve. In altri casi usa il tasto RISPONDI.
Penso che abbiamo ragione un po tutti , in effetti LM317 puo' essere usato per tensioni + alte , basta rispettare il differenziale 3<Vin-Vout<40V, per cui va limitata la minima tensione di uscita inserendo in serie al potenziometro di regolazione R2 una resistenza fissa che limiti la tensione in uscita al regolatore quando viene richiesto il minimo a un valore tale da limitare il differnziale a 40V.
Vanno per cui calcolate la R2 fissa e il potenziometro R2 , vedi esempio sotto.

Ma siccome su un alimentatore come questo può sempre capitare un corto, vi è appunto per questo la protezione, la massima tensione di ingresso, va sempre considerata pari alla differenziale max di 40V
O_/
Scopo principale della nostra vita , è dare prosieguo alla vita , come tutti gli esseri viventi fanno.
Avatar utente
Foto Utenteadert
182 1 7
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 186
Iscritto il: 19 apr 2014, 16:57

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti