Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Impianto estrazione aria capannone

Impiantistica dedicata alla sicurezza antincendio, iter procedurali e sicurezza nel luogo di lavoro

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utenteiosolo35

0
voti

[1] Impianto estrazione aria capannone

Messaggioda Foto UtenteRenzo87 » 17 nov 2015, 19:21

Salve, in merito alla progettazione di un capannone adibito alla lavorazione del caffè (in ambito didattico), vorrei cortesemente:

1) avere delle linee guida per il dimensionamento dell'unità trattamento aria che andrà a "ripulire" l'ambiente saturo di polvere di caffè e quindi diminuire il pericolo di esplosione.

2) capire se è possibile integrare in un unica u.t.a. la parte del capannone con quella degli uffici o se è necessario avere 2 unità differenti.

Grazie. O_/
Avatar utente
Foto UtenteRenzo87
15 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 15 giu 2010, 12:14

0
voti

[2] Re: Impianto estrazione aria capannone

Messaggioda Foto UtenteRenzo87 » 19 nov 2015, 10:36

Nessuna può darmi una mano? Ho supposto che il capannone abbia tutte le apparecchiature certificate ATEX, come si dimensiona l'impianto di estrazione dell'aria, anche solo utilizzando dei classici ventilatori, in modo da avere informazioni sulla potenza assorbita? Devo considerare qualche norma in particolare? E l'unità di trattamento aria in questo caso è consigliabile per purificare l'ambiente di lavoro?
Avatar utente
Foto UtenteRenzo87
15 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 15 giu 2010, 12:14

1
voti

[3] Re: Impianto estrazione aria capannone

Messaggioda Foto UtenteMike » 21 nov 2015, 10:09

Renzo87 ha scritto:1) avere delle linee guida per il dimensionamento dell'unità trattamento aria che andrà a "ripulire" l'ambiente saturo di polvere di caffè e quindi diminuire il pericolo di esplosione.


Le indicazioni per le caratteristiche della ventilazione nei luoghi con pericolo di esplosione la determini con la guida CEI 31-35 in funzione del tipo di SE presenti, del volume e delle zone che vuoi ottenere. Ma a monte di tutto questo è stata fatta la classificazione dei luoghi in riferimento alla CEI EN 60079-10-2. Per il dimensionamento della UTA poi si utilizzano le classiche regole aerauliche. La UTA o suoi componenti dovranno essere idonei per l'area classificata se non è possibile installarla in luogo sicuro (consigliabile).

Renzo87 ha scritto:2) capire se è possibile integrare in un unica u.t.a. la parte del capannone con quella degli uffici o se è necessario avere 2 unità differenti.


Assolutamente no. Sono due utilizzi completamente differenti e che affrontano problematiche diverse. Da una parte devi bonificare un volume per renderlo privo di atmosfera esplosiva o ridurne il rischio. Dall'altra parte devi garantire la qualità dell'aria per le persone.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[4] Re: Impianto estrazione aria capannone

Messaggioda Foto UtenteRenzo87 » 21 nov 2015, 11:23

Ciao Mike, ho fatto un calcolo a spanne considerando la volumetria del capannone (100 X 83 X 9) e un indice di ricambio d'aria pari a 10, il che significherebbe avere circa 750 000 m3/h. Non so se è corretto procedere in questo modo ma vorrei più o meno capire quanta potenza occorre per alimentare un impianto di estrazione per un capannone di queste misure.
Avatar utente
Foto UtenteRenzo87
15 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 15 giu 2010, 12:14

1
voti

[5] Re: Impianto estrazione aria capannone

Messaggioda Foto UtenteMike » 21 nov 2015, 12:07

Il principio è quello, poi chiaramente devi comprendere che trattare 750.000 mc/h non è robetta da poco... devi tenere conto che tanta aria esce, tanta aria deve essere compensata e che la velocità all'interno non sia superiore a 0,5 m/s per il benessere delle persone. Se l'ambiente non è presidiato e non hai problemi di climatizzazione puoi anche fare solo un'aspirazione e l'aria di ripresa viene prelevata da superfici di areazione fisse. Per avere un dato di potenza dovresti determinare la tipologia di impianto, per esempio: tot. numero di aspiratori in copertura e aperture fisse in basso; una UTA di mandata da 750.000 mc/h e una di ripresa di portata leggermente inferiore per mantenere l'ambiente in leggera sovrapressione; sistemi di canalizzazione, filtri, scambiatori a flussi incrociati, ecc. (perdite di carico).
Poi se ti basta un dato spannometrico puoi considerare che un aspiratore da 30.000 mc/h ha un motore di potenza pari a 7,5 kW.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[6] Re: Impianto estrazione aria capannone

Messaggioda Foto UtenteRenzo87 » 21 nov 2015, 13:09

Diciamo che ho previsto che il capannone abbia del personale addetto al controllo delle macchine, al di là di questo però mi pare di capire che converrebbe posizionare degli estrattori d'aria e non delle Uta nel capannone.

Vedendo il catalogo di una azienda di estrattori industriali ho notato che per 50 000 mc3/h d'aria è necessaria una potenza di circa 3 kW, per cui se procediamo per grandi linee con questo criterio posso dire che avrei bisogno di una potenza di 45 kW?

Utilizzando i soli estrattori posso quindi escludere la presenza dell'Uta o c'è bisogno di un condizionamento termico dell'aria per i dipendenti?

Procedendo al dimensionamento dell'Uta per gli uffici, ho riscontrato dalla uni 10339 che per i servizi c'è necessità di sola estrazione, è comunque una portata che va aggiunta al calcolo delle portate di competenza dell'uta o c'è necessità di semplici estrattori indipendenti ?

Grazie O_/
Avatar utente
Foto UtenteRenzo87
15 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 15 giu 2010, 12:14

0
voti

[7] Re: Impianto estrazione aria capannone

Messaggioda Foto UtenteMike » 21 nov 2015, 13:36

Renzo87 ha scritto:Diciamo che ho previsto che il capannone abbia del personale addetto al controllo delle macchine, al di là di questo però mi pare di capire che converrebbe posizionare degli estrattori d'aria e non delle Uta nel capannone.


Riferito a cosa? Alla classificazione dei luoghi? Non capisco.

Renzo87 ha scritto:Vedendo il catalogo di una azienda di estrattori industriali ho notato che per 50 000 mc3/h d'aria è necessaria una potenza di circa 3 kW, per cui se procediamo per grandi linee con questo criterio posso dire che avrei bisogno di una potenza di 45 kW?


A spanne sì.

Renzo87 ha scritto:Utilizzando i soli estrattori posso quindi escludere la presenza dell'Uta o c'è bisogno di un condizionamento termico dell'aria per i dipendenti?


Questo lo devi sapere tu, se l'ambiente è presidiato e/o ci sono lavoratori all'interno devi controllare velocità e temperatura e quindi usare delle UTA, altrimenti non resistono neanche un istante.

Renzo87 ha scritto:Procedendo al dimensionamento dell'Uta per gli uffici, ho riscontrato dalla uni 10339 che per i servizi c'è necessità di sola estrazione, è comunque una portata che va aggiunta al calcolo delle portate di competenza dell'uta o c'è necessità di semplici estrattori indipendenti ?


E' una scelta progettuale. Normalmente si utilizzano aspiratori indipendenti.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[8] Re: Impianto estrazione aria capannone

Messaggioda Foto UtenteRenzo87 » 21 nov 2015, 14:15

Riferito a cosa? Alla classificazione dei luoghi? Non capisco.


Intendo dire che per assicurare la sola estrazione dell'aria va bene l'impianto di aspirazione (quei 45 kW che abbiamo detto), per quanto riguarda la climatizzazione del capannone (i dipendenti devono lavorare ad una temperatura adeguata, immagino) è necessaria l'uta?
Avatar utente
Foto UtenteRenzo87
15 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 15 giu 2010, 12:14

0
voti

[9] Re: Impianto estrazione aria capannone

Messaggioda Foto UtenteMike » 22 nov 2015, 16:39

Renzo87 ha scritto:Intendo dire che per assicurare la sola estrazione dell'aria va bene l'impianto di aspirazione (quei 45 kW che abbiamo detto), per quanto riguarda la climatizzazione del capannone (i dipendenti devono lavorare ad una temperatura adeguata, immagino) è necessaria l'uta?


E' necessario un impianto di climatizzazione che puoi realizzare con UTA o altri sistemi.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[10] Re: Impianto estrazione aria capannone

Messaggioda Foto UtenteRenzo87 » 22 nov 2015, 19:32

Ho un altro paio di domande se non ti dispiace, Mike:

1) L'uta del capannone andrà dimensionata in riferimento a quanto suggerito dalla uni 8852 ?

2) Se per esempio ho degli spogliatoi nell'edificio degli uffici, per i quali c'è bisogno della sola estrazione, mentre magari abbiamo una uta che effettua anche la climatizzazione per gli altri ambienti (quindi estrazione,rinnovo e climatizzazione), immagino che avremo una bocchetta di estrazione negli spogliatoi, mentre per l'immissione di aria si utilizza comunque quella in arrivo dalla uta o si avrà un'altra bocchetta a tiraggio naturale comunicante con l'ambiente esterno?

Grazie per la pazienza e la disponibilità Mike O_/
Avatar utente
Foto UtenteRenzo87
15 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 15 giu 2010, 12:14

Prossimo

Torna a Sistemi di sicurezza ed antincendio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti