Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Dichiarazione di rispondenza, impianto elettrico ante 1990

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[1] Dichiarazione di rispondenza, impianto elettrico ante 1990

Messaggioda Foto UtenteAndy15 » 29 nov 2015, 16:25

Salve a tutti,
vi scrivo per avere delucidazioni in merito alla DIRI.
Un mio conoscente è proprietario di un appartamento la cui costruzione e la cui realizzazione degli impianti elettrici è stata eseguita prima del 13 Marzo 1990. L'appartamento in questione deve essere messo in affitto.
Mi ha chiesto se avesse l'obbligo di farsi fare una "Dichiarazione di rispondenza da un professionista".
L'impianto non è provvisto di DICO, ma comunque è fornito di interruttori magnetotermici e interruttore differenziale da 30 mA.
Data questa situazione, chiedo a gentilmente ai più esperti, il proprietario è obbligato ad avere una DIRI del suo impianto elettrico?

Io avevo letto la 37/08 articolo 6, comma 3 che cito testualmente:

"Gli impianti elettrici nelle unità immobiliari ad uso abitativo realizzati prima del 13 marzo 1990 si considerano adeguati se dotati di sezionamento e protezione contro le sovracorrenti posti all'origine dell'impianto, di protezione contro i contatti diretti, di protezione contro i contatti indiretti o protezione con interruttore differenziale avente corrente differenziale nominale non superiore a 30mA."

Quindi l'impianto in questione è adeguato e può anche far a meno della DIRI? (essendo presenti i magnetotermici per luci e prese ed il differenziale da 30 mA come generale)

Grazie in anticipo per le risposte e l'attenzione
Avatar utente
Foto UtenteAndy15
0 4
 
Messaggi: 31
Iscritto il: 6 mar 2013, 11:51

0
voti

[2] Re: Dichiarazione di rispondenza, impianto elettrico ante 19

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 29 nov 2015, 18:21

Andy15 ha scritto:il proprietario è obbligato ad avere una DIRI del suo impianto elettrico?

No.

Andy15 ha scritto:Quindi l'impianto in questione è adeguato e può anche far a meno della DIRI?

E' adeguato se i magnetotermici sono idonei a proteggere dalle sovracorrenti i cavi, se i differenziali sono protetti dalle sovracorrenti e se non ci sono porcate varie.

Per gli impianti fatti prima dl 1990 in ogni caso non è lecito fare una "dichiarazione di rispondenza secondo il 37/2008"
Se l'impianto fosse adeguato andrebbe dichiarato tale da un elettricista o da un professionista o anche dal proprietario, che dovrebbero scrivere quel che serve su un foglio che non si chiama dichiarazione di rispondenza; se l'impianto non è adeguato bisogna intervenire e avere la dichiarazione di conformità.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.297 3 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2039
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[3] Re: Dichiarazione di rispondenza, impianto elettrico ante 19

Messaggioda Foto UtenteAndy15 » 29 nov 2015, 19:22

Grazie per le risposte.
Sinceramente non ho capito bene quello che intendi.

Il professionista sarei io...
Io vorrei sapere se devo dire al proprietario che sta bene così, oppure è obbligato a mettersi a posto
Se accerto che l'impianto è adeguato, perché non posso rilasciare una diri?
Avatar utente
Foto UtenteAndy15
0 4
 
Messaggi: 31
Iscritto il: 6 mar 2013, 11:51

2
voti

[4] Re: Dichiarazione di rispondenza, impianto elettrico ante 19

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 29 nov 2015, 19:39

Andy15 ha scritto:Se accerto che l'impianto è adeguato, perché non posso rilasciare una diri?


Scusa se sono stato contorto.
Puoi dichiarare che l'impianto è adeguato.
Puoi anche intitolare la tua dichiarazione "dichiarazione di rispondenza alla regola d'arte" ma non è la dichiarazione di rispondenza richiesta dal 37/2008.
Quest'ultima è stata introdotta dal DM 37/2008 per sanare i casi di assenza della dichiarazione di conformità per gli impianti che dovevano averla.
Per gli impianti antecedenti alla 46/90 non era prevista la dichiarazione di conformità quindi non serve sanare la sua assenza.

Resta l'obbligo che l'impianto sia adeguato, l'inquilino ha diritto di chiedere che il proprietario glielo dichiari; il proprietario può (se è in grado, o se è incosciente) dichiararlo di persona o può incaricare qualcuno di farlo: questo incaricato non è necessario che abbia i requisiti del DM 37/2008.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.297 3 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2039
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[5] Re: Dichiarazione di rispondenza, impianto elettrico ante 19

Messaggioda Foto Utentegabrisav » 29 nov 2015, 22:34

Nel software SPIN di TNE ti da la possibilità di fare la DIRI per impianti ante 90, quindi se la DIRI non è riferita anche per quegli impianti, perché avrebbero dato la possibilità di redigerla?
Avatar utente
Foto Utentegabrisav
1.181 2 4 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 1214
Iscritto il: 13 set 2015, 18:26
Località: Borgosatollo (Bs)

1
voti

[6] Re: Dichiarazione di rispondenza, impianto elettrico ante 19

Messaggioda Foto Utenteiosolo35 » 30 nov 2015, 8:33

nel caso dell'aumento di potenza per gli impianti realizzati prima del 1990 viene richiesta la rispondenza, anche se a dire il vero alle volte è lo stesso cliente che richiede una dichiarazione di rispondenza sull'intero impianto per certificare il fatto che sia stato realizzato a suo tempo a regola d'arte, il problema è invece l'impianto fatto post 2008 a valle quindi del DM37 nel caso in cui l'installatore sia impossibilitato a realizzare la dichiarazione di conformità (fallimento, chiusura ditta, decesso ecc) in questo caso il legislatore non ha pensato a niente, ed allora che fare? a me sono successi alcuni casi simili impianti quasi terminati ma l'impresa è fallita, abbiamo fatto terminare i lavori da un nuovo installatore il quale ha rilasciato la sua conformità per gli interventi fatti da lui ed io ho realizzato una dichiarazione di installazione a regola d'arte dell'impianto fatto dalla ditta fallita......non so sia perfettamente corretto ma non ho trovato altra strada
non ci sono problemi, ma solo soluzioni
Avatar utente
Foto Utenteiosolo35
41,7k 7 11 12
Master
Master
 
Messaggi: 3375
Iscritto il: 15 mar 2012, 15:34
Località: Trento

0
voti

[7] Re: Dichiarazione di rispondenza, impianto elettrico ante 19

Messaggioda Foto UtenteMike » 30 nov 2015, 10:11

La strada corretta è quella indicata da Foto UtenteGoofy in [4]. Io sono dell'avviso che l'unico strumento giuridico attestante la regola dell'arte di un impianto esistente ante marzo 2008 sia la DIRI, anche per impianti antecedenti alla L. 46/90 perché è impossibile che non sia mai stato oggetto di interventi postumi fino al 2008.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14212
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[8] Re: Dichiarazione di rispondenza, impianto elettrico ante 19

Messaggioda Foto UtenteMike » 30 nov 2015, 10:16

Foto Utenteiosolo35 la situazione da te descritta l'ho affrontata anch'io e ne avevo già discusso in un post mesi addietro. Avevo chiesto al nostro guru prof. Carrescia cosa ne pensasse della procedura che avevo attuato e mi aveva scritto che era l'unica applicabile.
In pratica devi utilizzare la stessa metodologia della DIRI:
- verifica dell'impianto esistente (guida CEI 64-14)
- rilievo dello stato di fatto (o stato di consistenza in termini di contabilità)
- progetto di adeguamento con descrizione degli adeguamenti da apportare (trasformazione)
- interventi di adeguamento e messa in servizio da parte di impresa abilitata con rilascio della DICO (trasformazione).
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14212
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[9] Re: Dichiarazione di rispondenza, impianto elettrico ante 19

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 30 nov 2015, 10:22

gabrisav ha scritto:perché avrebbero dato la possibilità di redigerla?


Hai ragione.
Sono andato a rileggere il 37/2008 e c'è un baco.
L'articolo 7.6 prescrive che "Nel caso in cui la dichiarazione di conformità prevista dal presente articolo, [...] non sia stata prodotta o non sia più reperibile, tale atto è sostituito – per gli impianti eseguiti prima dell’entrata in vigore del presente decreto - da una dichiarazione di rispondenza [...]"

Se l'impianto è eseguito prima dell'entrata in vigore del 37/2008 non vedo chiaro come possa saltare a chiedere "la dichiarazione di conformità prevista dal presente articolo" (dovrebbe invece fare riferimento alla dichiarazione di conformità prevista dalla legge 46/1990).

Quindi, visto che il testo è incoerente, facciamo pure quel che è più comodo.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.297 3 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2039
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[10] Re: Dichiarazione di rispondenza, impianto elettrico ante 19

Messaggioda Foto Utenteiosolo35 » 30 nov 2015, 10:24

esatto alla fine cosa hai rilasciato una rispondenza o una dichiarazione di regola dell'arte?
non ci sono problemi, ma solo soluzioni
Avatar utente
Foto Utenteiosolo35
41,7k 7 11 12
Master
Master
 
Messaggi: 3375
Iscritto il: 15 mar 2012, 15:34
Località: Trento


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 28 ospiti