Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Potenziometro in serie a microfono dinamico

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[1] Potenziometro in serie a microfono dinamico

Messaggioda Foto UtenteTricka90 » 21 dic 2015, 16:13

Buongiorno a tutti
Sto utilizzando una capsula microfonica dinamica e vorrei collegare in serie un potenziometro per poter regolare il volume senza dover andare al mixer ogni volta. Considerando che la capsula ha un'impedenza (dichiarata nel datasheet) pari a 600 Ohm, secondo voi (andando molto a occhio :D ) qual è il valore del potenziometro che dovrò acquistare affinché vi sia un buon margine di regolazione? Ad esempio con un potenziometro da 1 kohm riuscirei ad attenuare il volume in modo apprezzabile? O lo attenuerei troppo?
Avatar utente
Foto UtenteTricka90
662 1 6 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 627
Iscritto il: 1 lug 2013, 15:53

1
voti

[2] Re: Potenziometro in serie a microfono dinamico

Messaggioda Foto UtenteEcoTan » 21 dic 2015, 16:34

Di solito si evita di mettere il potenziometro per tenere bassi il ronzìo e il fruscìo. Non direi in serie, ma collegandolo anche al ritorno e con buone schermature (che è, bilanciato?). Un chilo ohm, ma anche 2,2.
Avatar utente
Foto UtenteEcoTan
5.350 4 10 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3227
Iscritto il: 29 gen 2014, 8:54

1
voti

[3] Re: Potenziometro in serie a microfono dinamico

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 21 dic 2015, 16:51

:-) Il potenziometro "in serie" ha poco senso, casomai va collegato "a partitore" e dato che parte della sua resistenza andrà a trovarsi in parallelo al segnale serve un valore "abbasranza grande" per non variare significativamente l'impedenza; proverei con un 10 k logarimico:

O_/
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,7k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10181
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[4] Re: Potenziometro in serie a microfono dinamico

Messaggioda Foto UtenteTricka90 » 21 dic 2015, 17:12

Grazie mille dei vostri pareri :-)
Entrambi mi consigliate di utilizzare il potenziometro in configurazione di partitore e forse ho capito il perché: il mixer andrà ad amplificare il segnale in funzione della variazione di tensione, non di corrente, dico bene?
Se lo collego come partitore poi sarebbe sicuramente meglio scegliere un potenziometro di valore "elevato" per evitare che troppa corrente si perda andando a massa (anche se vista l'impedenza di base della capsula e i valori di tensione che produce si perderebbe pochissimo anche con 1 kohm).
Mi rimane un'unica domanda: come mai il potenziometro dovrebbe generare ronzio? Certo, se toccassi una delle sue parti metalliche si sentirebbe qualche rumore a causa dell'energia statica delle mie dita, ma se non lo toccassi perché dovrebbe ronzare?

p.s. I collegamenti sono sbilanciati, si tratta di una capsula economica connessa brutalmente ad un jack femmina mono che fa parte di un microfono ad archetto da battaglia che uso per le prove e col quale non mi sognerei mai di registrare. La domanda sul ronzio dunque è solo didattica, anche se il segnale esce un po' sporco non mi preoccupo :D
Avatar utente
Foto UtenteTricka90
662 1 6 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 627
Iscritto il: 1 lug 2013, 15:53

1
voti

[5] Re: Potenziometro in serie a microfono dinamico

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 21 dic 2015, 17:19

:-) La pista conduttiva del potenziometro forma una spira che per effetto induttivo capta ronzio di alternata e varie schifezze (anche avvicinando la mano per regolarlo); se sei "sbilanciato" è relativamente semplice connettere alla calza di schermo del cavo anche la carcassa metallica del potenziometro e risolvere il problema. O_/
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,7k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10181
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

1
voti

[6] Re: Potenziometro in serie a microfono dinamico

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 21 dic 2015, 17:26

:-) Ah, non avevo letto... no, non è questione ne di corrente ne di tensione; se il segnale ha impedenza di
600 ohm e gli metti in parallelo una resistenza di 1 k avrai il segnale attenuato quasi della metà a potenziometro tutto "aperto", ovvero quando invece vorresti il segnale inalterato; con 2,2 k sarebbe attenuato quasi di un terzo... inoltre ci va logaritmico (come in tutti i controlli di volume passivi) perché l'orecchio percepisce in "modo logaritmico" le differenze di volume. O_/
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,7k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10181
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[7] Re: Potenziometro in serie a microfono dinamico

Messaggioda Foto UtenteTricka90 » 21 dic 2015, 17:30

Molto interessante la spiegazione sulla causa del ronzio, ti ringrazio.
Benissimo, sceglierò il potenziometro da 10 kohm e per curiosità lo proverò prima sbilanciato per verificare l'entità del ronzio nell'ambiente in cui suono. Se sarà fastidioso aggiungerò una bella calza come consigli.
Grazie ancora e buone feste! :D
Avatar utente
Foto UtenteTricka90
662 1 6 10
Expert
Expert
 
Messaggi: 627
Iscritto il: 1 lug 2013, 15:53

0
voti

[8] Re: Potenziometro in serie a microfono dinamico

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 21 dic 2015, 17:43

:-) E non avevo capito la questione del jack femmina #-o ... immagino userai un cavo jack schermato per connetterti al mixer; in questo caso risparmiati prove "strane" e ripiega il terminale "inferiore" del potenziometro a toccare la carcassa; raschiala bene dove tocca e stagna il tutto e li collegherai il contatto sleeve della presa jack femmina. (Viene comunque un obbrobrio volante; al posto tuo userei un piccolo contenitore metallico per racchiudere il tutto). O_/
P.s. Non incartarti col concetto di bilanciato/sbilanciato... sbilanciato significa che il "ritorno" del segnale viene fatto coincidere col riferimento del circuito-schermatura e si usano due conduttori (se schermato, il secondo conduttore è lo schermo; la calza nel caso del cavo schermato) mentre nel bilanciato andata (caldo) e ritorno (freddo) del segnale viaggiano su due conduttori dei quali nessuno va mai a coincidere col riferimento del circuito e la eventuale schermatura si ottiene con un terzo conduttore dedicato.
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
14,7k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10181
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36


Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Feedfetcher e 5 ospiti