Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Protezione inverter. Cosa utilizzare?

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

0
voti

[11] Re: Protezione inverter. Cosa utilizzare?

Messaggioda Foto UtenteBrugio » 24 apr 2018, 11:08

Secondo il fornitore se l'inverter rimane disalimentato per molto tempo, una volta rialimentato, non si può far patire il motore immediatamente ma va dato all'inverter il tempo di ricaricare i filtri interni.
Quindi la soluzione con un contattore a monte che chiude e fa partire immediatamente il motore non va bene.
Avatar utente
Foto UtenteBrugio
35 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 227
Iscritto il: 15 feb 2010, 16:59

0
voti

[12] Re: Protezione inverter. Cosa utilizzare?

Messaggioda Foto Utenteattilio » 24 apr 2018, 11:10

I condensatori si scaricano dopo qualche minuto non capisco dove sta il problema
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
57,8k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8450
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[13] Re: Protezione inverter. Cosa utilizzare?

Messaggioda Foto UtenteBrugio » 24 apr 2018, 11:21

attilio ha scritto:I condensatori si scaricano dopo qualche minuto non capisco dove sta il problema

secondo il fornitore il problema è al contrario.
Riporto quanto trovato su manuale

"Commissioning after a long storage time
If the inverter was not operational for a longer period of time, it is possible that you must form the DC-link capacitors before switching on.

Form the DC-link capacitors in the following cases:
● If the inverter was not operational for longer than one year.
● If the date of manufacture of the inverter was more than one year ago when commissioning
the drive system for the first time. The date of manufacture is coded in the serial number
(see the next paragraph)."
Avatar utente
Foto UtenteBrugio
35 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 227
Iscritto il: 15 feb 2010, 16:59

0
voti

[14] Re: Protezione inverter. Cosa utilizzare?

Messaggioda Foto UtenteNSE » 24 apr 2018, 12:16

Il problema è la necessità di rigenerazione dei condensatori.
In pratcia pratica se il condensatore rimane molti mesi senza essere caricato va in una autoscarica talmente profonda che nelle successiva fase di ricarica subirebbe una corrente di spunto talmente elevata che lo danneggerebbe.
Altrove. .Volutamente Anonimo
Avatar utente
Foto UtenteNSE
1.656 3 6
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 458
Iscritto il: 30 nov 2014, 18:25

0
voti

[15] Re: Protezione inverter. Cosa utilizzare?

Messaggioda Foto UtenteBrugio » 27 apr 2018, 9:01

attilio ha scritto: La protezione dai contatti indiretti invece è affidata all'impianto a monte


Nello stesso stabilimento (sistema TN) ho semper trovato motori comandati da inverter senza che a monte fosse previsto alcun tipo di differenziale di solito c'è solo la protezione con fusibile)
Il costruttore consiglia inverter differenziale di tipo B.
Non vorrei aver omesso qualche considerazione che mi permette di non usare il differenziale per la protezione dai contatti indiretti.

Aggiungo che il valore della resistenza di terra possiamo considerarlo al massimo di pochi ohm.
Non so come valutare nel caso ci foose una dispersione sull'inverter. Di quanto devo considerare l'aumento della reistenza di terra?
Avatar utente
Foto UtenteBrugio
35 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 227
Iscritto il: 15 feb 2010, 16:59

0
voti

[16] Re: Protezione inverter. Cosa utilizzare?

Messaggioda Foto UtenteBrugio » 27 apr 2018, 9:29

Ho trovato un articolo su tuttonormel di giugno 2013 dove si spiega che anche in un sistema TN è necessario il differenziale per la protezione di contatti indiretti per guasto sul motore.
Avatar utente
Foto UtenteBrugio
35 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 227
Iscritto il: 15 feb 2010, 16:59

0
voti

[17] Re: Protezione inverter. Cosa utilizzare?

Messaggioda Foto Utentevenexian » 27 apr 2018, 9:31

Se un inverter delega al progettista / installatore la valutazione del livello di scarica dei suoi condensatori interni e non prevede autonomamente un sistema di carica controllata nel caso questi siano particolarmente scarichi al momento dell'accensione...

Io cambio inverter.
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
6.049 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2144
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

0
voti

[18] Re: Protezione inverter. Cosa utilizzare?

Messaggioda Foto UtenteCoulomb » 27 apr 2018, 10:06

In effetti mi sembra strano, gli inverter su cui ho lavorato in passato avevano un circuito di softcharge dei condensatori che dopo qualche secondo forniva un contatto di inverter pronto da utilizzare per la logica.
Mi piace pensare che dipenda dalla taglia..........
Di che prodotto stiamo parlando ?

Ho trovato un articolo su tuttonormel di giugno 2013 dove si spiega che anche in un sistema TN è necessario il differenziale per la protezione di contatti indiretti per guasto sul motore.

Interessante, ma l'ha scritto un produttore di differenziali?
Avatar utente
Foto UtenteCoulomb
710 4
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 190
Iscritto il: 19 gen 2018, 17:27

0
voti

[19] Re: Protezione inverter. Cosa utilizzare?

Messaggioda Foto Utenteattilio » 27 apr 2018, 10:09

Brugio ha scritto:Aggiungo che il valore della resistenza di terra possiamo considerarlo al massimo di pochi ohm.

In TN è un valore irrilevante per la parte di impianto di bassa tensione
Il guasto a terra si richiude sul centrostella del trasformatore per via metallica (attraverso il PE) ed è quindi assimilabile ad un cortocircuito fase/neutro e come tale nella maggior parte dei casi è possibile utilizzare le protezioni di massima corrente

Brugio ha scritto:Ho trovato un articolo su tuttonormel di giugno 2013 dove si spiega che anche in un sistema TN è necessario il differenziale per la protezione di contatti indiretti per guasto sul motore

Detta così vuol dire poco o nulla

Per ultimo concordo con Foto Utentevenexian
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
57,8k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8450
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[20] Re: Protezione inverter. Cosa utilizzare?

Messaggioda Foto UtenteMike » 27 apr 2018, 10:45

In un sistema TN per la protezione dai contatti indiretti del motore con inverter c'è il problema dell'impedenza dell'anello di guasto e la possibilità che in caso di guasto verso terra non intervengano le protezioni dalle sovracorrenti come per le linee ad alta impedenza, pertanto bisogna verificare che il costruttore dell'inverter garantisca che vada in stand-by e interrompa il circuito valle quando non riesce a fornire una corrente elevata in breve tempo (cortocircuito), altrimenti non ci sono alternative alla protezione differenziale o protezione di terra.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,5k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14191
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 34 ospiti