Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Retroazione

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

1
voti

[1] Retroazione

Messaggioda Foto UtenteIanero » 27 feb 2016, 14:47

E' iniziata Elettronica 2, entro ufficialmente in modalità domande idiote da qui a 3 mesi.
Comincio subito.

La prima cosa che devo capire è come riconoscere in un circuito la rete diretta da quella di retroazione.
In generale a occhio devo vedere quando l'uscita viene riportata sull'ingresso.
Ad esempio in questo circuito:



vedo subito che R_F rappresenta la rete di retroazione.

Ma già in questo ad esempio:



Non vedo perché non potrei dire che la rete di retroazione è composta dalla sola R_F, invece che da R_F, R_E1 ed R_E2.

Magari mi chiarisco prima questo e poi passo a chiedere un'altra cosa sulla rappresentazione come rete 2 porte di queste reti di retroazione.

Il libro che sto leggendo è il Gray Meyer, 5 edizione, capitolo 8.

Grazie in anticipo.

PS: Quelli sono 3 emettitori comuni, giusto? Però ognuno ha in uscita sia una resistenza di carico che un altro transistor (tranne l'ultimo), che senso ha?
Servo, dai a costui una moneta, perché ha bisogno di trarre guadagno da ciò che impara.
Euclide.
Avatar utente
Foto UtenteIanero
7.274 5 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3730
Iscritto il: 21 mar 2012, 15:47

2
voti

[2] Re: Retroazione

Messaggioda Foto UtenteStokes » 27 feb 2016, 16:32

Ianero ha scritto:PS: Quelli sono 3 emettitori comuni, giusto? Però ognuno ha in uscita sia una resistenza di carico che un altro transistor (tranne l'ultimo), che senso ha?

perché ogni stadio common emitter pilota il successivo. Infatti la tensione di uscita di ogni stadio costituisce la tensione di comando del successivo. Il tutto allo scopo di massimizzare il guadagno complessivo usando più stadi in cascata.

La prima cosa che devo capire è come riconoscere in un circuito la rete diretta da quella di retroazione.

In realtà questa distinzione non è così evidente - soprattutto nei circuiti a transistor - e non è particolarmente conveniente farla. Esistono un sacco di metodi per studiare la retroazione, e a quanto pare ogni prof usa il suo preferito :mrgreen: . Nel libro che hai citato (ma anche nel Sedra-Smith) mi sembra che si usi uno dei metodi più scomodi e controintuitivi (secondo me), distinguendo tra retroazione serie-serie, parallelo-serie ecc.. #-o
Ovviamente però ti tocca imparare il metodo scelto dal tuo prof!
Avatar utente
Foto UtenteStokes
456 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 158
Iscritto il: 23 feb 2015, 15:04

0
voti

[3] Re: Retroazione

Messaggioda Foto UtenteIanero » 27 feb 2016, 17:45

A pag. 573 (edizione inglese) viene appunto data questa rappresentazione per il serie-serie specificando il blocco di retroazione


Sì, la domanda era: perché non era giusto se diceva che il blocco era solo R_F?

perché ogni stadio common emitter pilota il successivo

Ok, perché aggiungere le R_L all'uscita di ogni stadio se poi l'uscita la prendo alla fine?
Perdo solo potenza su quelle resistenze no? A che servono?

Intanto grazie a tutti e due :)
Servo, dai a costui una moneta, perché ha bisogno di trarre guadagno da ciò che impara.
Euclide.
Avatar utente
Foto UtenteIanero
7.274 5 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3730
Iscritto il: 21 mar 2012, 15:47

1
voti

[4] Re: Retroazione

Messaggioda Foto UtenteStokes » 27 feb 2016, 18:19

Ianero ha scritto:Ok, perché aggiungere le R_L all'uscita di ogni stadio se poi l'uscita la prendo alla fine?
Perdo solo potenza su quelle resistenze no? A che servono?)

Senza resistenze non c'e' guadagno...
Avatar utente
Foto UtenteStokes
456 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 158
Iscritto il: 23 feb 2015, 15:04

0
voti

[5] Re: Retroazione

Messaggioda Foto UtenteIanero » 27 feb 2016, 18:41

Se consideri solo Rf come blocco/rete di retroazione non potresti modellare correttamente il blocco stesso.
Almeno io la vedo cosi.


In realtà neanche come fa il libro alla fine si modella il blocco allo stesso modo di come viene rappresentato in 8.18(b).
Infatti nell'esempio della tripletta di transistor le resistenze che la rete di retroazione apporta caricando l'amplificatore di base non vengono "portate sopra" nell'amplificatore del ramo diretto e invece porta sopra il generatore di tensione di feedback, esattamente il contrario insomma.

Senza resistenze non c'e' guadagno...

Perdonami, sono un idiota.
Servo, dai a costui una moneta, perché ha bisogno di trarre guadagno da ciò che impara.
Euclide.
Avatar utente
Foto UtenteIanero
7.274 5 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 3730
Iscritto il: 21 mar 2012, 15:47

2
voti

[6] Re: Retroazione

Messaggioda Foto Utentebanjoman » 27 feb 2016, 19:08

Ianero ha scritto:Perdo solo potenza su quelle resistenze no? A che servono?
Intanto grazie a tutti e due :)

A polarizzare i BJT. :-)
E comunque la reazione è di tipo tensione-serie, se si suppone (come spero!) che l'uscita della catena sia su RE2.

Nulla si può dire sul tipo di reazione se prima non viene specificata quale l'uscita.

Quanto ai vari metodi per lo studio della reazione, ho come l'impressione che negli insegnamenti più recenti si stia andando troppo sul teorico e meno sul pratico, complicandosi la vita e perdendo di vista il concetto fondamentale: che tipo di reazione è? Cosa stabilizza? Come varierà il comportamento del circuito in frequenza, resistenze di ingresso-uscita e così via?

Tutte domande alle quali bisognerebbe saper rispondere con un colpo d'occhio o quasi (parlo di circuiti a BJT discreti), con pochi calcoli elementari, senza addentrarsi in miriadi di formule e altre elucubrazioni.
Questo almeno per inquadrare bene il tutto. Poi, volendo, dopo si può fare una analisi completa e approfondita.
Se funziona quasi bene, è tutto sbagliato. A.Savatteri/M.Mazza
Avatar utente
Foto Utentebanjoman
7.198 5 8 11
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1130
Iscritto il: 19 set 2013, 19:27

0
voti

[7] Re: Retroazione

Messaggioda Foto UtentePixy » 27 feb 2016, 19:13

Ianero ha scritto:

Ma già in questo ad esempio:



Non vedo perché non potrei dire che la rete di retroazione è composta dalla sola R_F, invece che da R_F, R_E1 ed R_E2.



PS: Quelli sono 3 emettitori comuni, giusto? Però ognuno ha in uscita sia una resistenza di carico che un altro transistor (tranne l'ultimo), che senso ha?


ciao Foto UtenteIanero
Non voglio creare confusione, perché in fondo in elettronica mi diletto soltanto per puro piacere.
Quelli non sono 3 emettitori comuni.
Ce n'è uno solo di BJT collegato a emettitore comune ( quello centrale) , il primo è un collettore comune e l' ultimo un doppio carico
il collettore comune è di per se un circuito reazionato negativamente e per la precisione con reazione "tensione serie" e anche il doppio carico
Allora come vedi hai il primo e il terzo BJT che sono reazionati in tensione serie, in più l' ultimo stadio riporta parzialmente per mezzo di Rf ancora una reazione al primo BJT

Perciò totalmente le rete di reazione è costituita dalle tre resistenze e con quelle si calcola il tasso di reazione e da lì il guadagno finale valutando le resistenze RL e i parametri dei BJT ( soprattutto il secondo che è quello che guadagna )
Avatar utente
Foto UtentePixy
554 2 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 477
Iscritto il: 20 nov 2012, 20:14

0
voti

[8] Re: Retroazione

Messaggioda Foto Utentebanjoman » 27 feb 2016, 19:20

Pixy ha scritto:...... il primo è un collettore comune e l' ultimo un doppio carico


Dove vedi un collettore comune?
Se funziona quasi bene, è tutto sbagliato. A.Savatteri/M.Mazza
Avatar utente
Foto Utentebanjoman
7.198 5 8 11
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1130
Iscritto il: 19 set 2013, 19:27

0
voti

[9] Re: Retroazione

Messaggioda Foto UtentePixy » 27 feb 2016, 19:23

Chiedo scusa , hai ragione Foto Utentebanjoman, devo essere un po' accecato!
Non avevo visto RL1

Scusate...
Avatar utente
Foto UtentePixy
554 2 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 477
Iscritto il: 20 nov 2012, 20:14

1
voti

[10] Re: Retroazione

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 27 feb 2016, 19:35

Ianero ha scritto:Ok, perché aggiungere le R_L all'uscita di ogni stadio se poi l'uscita la prendo alla fine?
Perdo solo potenza su quelle resistenze no? A che servono?

Dico una cosa ovvia ma forse è questo che ti manca: quello schema è una versione ridotta per lo studio dinamico, infatti manca l'alimentazione e se fosse davvero fatto così non avrebbe senso, ognuna di quelle resistenze che dai collettori vanno verso il riferimento in realtà rappresenta il parallelo tra la resistenza di collettore che va al positivo dell'alimentatore e la resistenza di ingresso dello stadio successivo costituita a sua volta dal parallelo delle due resistenze di polarizzazione della base e della resistenza di ingresso del transistor successivo.
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
31,9k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6149
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Feedfetcher e 33 ospiti